itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Enna

Enna Scorcio della città di Enna

Comune di Enna

Enna, la città che Callimaco definì “l'ombelico della Sicilia”

Situata in una bellissima posizione che le ha fatto guadagnare la nomea di Belvedere di Sicilia, Enna è il capoluogo più alto d’Italia e sorge nel cuore della Sicilia, tanto è vero che fu definita dal poeta greco Callimaco “l'ombelico della Sicilia”. Di origini preistoriche, fu abitata dai Sicani, che vi introdussero il culto di Cerere e la utilizzarono come punto strategico contro l’avanzata dei Siculi, quindi divenne città greca e poi romana, e viene ricordata perché fu teatro dell’inizio della guerra civile capeggiata da Euno, lo schiavo siriano la cui statua è addossata alle mura del castello.

Cosa vedere a Enna: chiese e monumenti

I monumenti principali di Enna s’incontrano lungo la via Roma che attraversa tutto il centro storico. Il Castello di Enna si trova arroccato nel punto più alto, era dotato di venti torri tra cui la Torre Pisana e nel periodo normanno divenne residenza estiva di Federico II d’Aragona, che qui fu incoronato re di Sicilia e nel 1324 riunì il Parlamento siciliano. Nelle vicinanze del Castello di Lombardia si può fare visita alla Rocca di Cerere, dove anticamente sorgeva il tempio consacrato alla Dea, e dalla quale si gode una bella vista sul paesaggio circostante e sulla vicina Calascibetta. Sono tante le chiese presenti nella città, di cui il Duomo è l’elemento più rappresentativo. Si innalza in tutta la sua bellezza lungo la via Roma, con un’elegante facciata barocca, preceduta da un’imponente scalinata. Molto caratteristica è la Porta di Janniscuru di epoca arabo-normanna, che è l’unica rimasta degli antichi ingressi della città e si trova nei pressi della Chiesa dello Spirito Santo, risalente al XIII secolo. Da visitare è anche la Chiesa di Montesalvo consacrata a Santa Maria Gesù che conserva numerose opere d’arte e sorge esattamente al centro della Sicilia, come si legge nel cippo di pietra nei pressi dell’edificio. La Torre di Federico II, inclusa in un piccolo giardino pubblico, ci rammenta invece come la città in passato ne contava tantissime, data la sua posizione strategica e difensiva del territorio circostante. Sul versante sud della collina sulla quale si trova il centro storico di Enna, sorgono le abitazioni di Enna Bassa e la Chiesa di Sant’Anna. La visita alla città di Enna include anche il giro dei suoi musei, come quello in cui si trovano custoditi i reperti archeologici rinvenuti nei dintorni. E’ questo il Museo Archeologico Regionale di Enna che ha sede nel Palazzo Varisano, di fronte al Duomo. Il Tesoro della Chiesa Madre si trova invece esposto nelle sale del Museo Alessi, alle spalle della grande abside del Duomo.

Offerta Hotel Enna
Bed and Breakfast Enna

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Enna

Il territorio di Enna si trova al centro dei Monti Erei in un paesaggio di colline e pianure, vigneti e uliveti, punteggiato da bellezze architettoniche e naturalistiche. Nella zona sud orientale di Enna, appena fuori dal centro abitato sorge il Santuario di Papardura incastonato in uno scenario di rocce e di antiche grotte, alcune delle quali sono visitabili. A qualche chilometro di distanza dalla città si trova Pergusa, la frazione famosa per il suo meraviglioso lago, luogo di sosta di uccelli migratori, che fa parte dell’omonima riserva naturale. Attorno ad esso si sviluppa il noto autodromo di Pergusa.

_________________________________

Feste e Sagre Enna

Settimana Santa
I riti della Settimana Santa e della Pasqua di Enna seguono rituali antichi e culminano il Venerdì santo con la suggestiva processione delle Confraternite cittadine.

Maggio - Settimana Federiciana
La Settimana Federiciana a Enna è il tradizionale appuntamento che si rinnova ogni anno con la cultura, la storia e la tradizione ed intrattiene i visitatori con numerosi appuntamenti, tra cui la rievocazione storica dell’arrivo di Federico II in città.

Luglio – Festa Madonna della Visitazione, patrona
Quella che celebra la Madonna della Visitazione il 2 luglio è la festa patronale di Enna e vi prende parte tutta la città. Il cielo s’illumina di fuochi d’artificio e cento uomini scalzi, detti gli ignudi, portano sulla Nave d’oro per le vie del centro il simulacro della Madonna in un percorso che si snoda dalla Cattedrale fino alla chiesa di Montesalvo

Agosto – Festa di Maria SS. di Valverde
La festa della Madonna di Valverde, patrona storica di Enna, si svolge a fine agosto con la processione del simulacro per le vie cittadine. Nei giorni di festa si alternano funzioni religiose, spettacoli e giochi.

Settembre – Festa SS. Crocifisso di Papardura
La Festa del Santissimo Crocifisso di Papardura a Enna si celebra il 13 e il 14 settembre presso il santuario appena fuori dalla città e le sue origini sono molto antiche.

Natale – Presepe vivente
Nei giorni di Natale a Enna va in scena il Presepe vivente ambientato nella cornice dell’antico quartiere San Pietro, con la rappresentazione della Natività e gli antichi mestieri.

_________________________________

Prodotti Tipici Enna

Il territorio di Enna si dispiega tra rilievi montuosi e colline e il suo contesto produttivo è a prevalente connotazione agricola. Tra i prodotti tipici di Enna vi sono quelli legati alla tradizione agro-pastorale, come i buonissimi formaggi che si producono nel comprensorio. Il formaggio Piacentino Ennese si fregia del marchio DOP e si caratterizza per il colore giallo conferitogli dall’utilizzo dello zafferano che si coltiva nella zona. Quella di Enna è una terra dove si producono ottimi vini, carni e salumi e olio extravergine d’oliva. L’Olio delle Colline Ennesi, il cosiddetto Oro degli Erei, è un fruttato intenso e molto profumato. Tra le specialità della gastronomia eccellono le guastedde ennesi, focacce ripiene di salame, pancetta, tuma e fiori di sambuco. Da gustare sono anche i carciofi alla villanella e la frascatula, una sorta di polenta preparata con farina di cereali e di legumi, verdure e finocchietto selvatico da accompagnare con la pagnotta del Dittaino Dop. I dolci tipici di Enna sono quelli della tradizione siciliana, come la cassata e i cannoli, ai quali si aggiungono gli ‘nfasciatieddi ripieni di fichi d’india e vino cotto e i picciddata ennesi, detti anche vurciddati, con fichi secchi, mandorle e cacao, che si gustano durante le feste di Natale.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Altitudine: 931 m. s.l.m.
  • Popolazione: 27.796
  • Prefisso: 0935
  • CAP: 94100
  • Abitanti: Ennesi
  • Santo Patrono: Maria SS. della Visitazione
  • Festa: 2 Luglio
  • Sito ufficiale: Comune di Enna - www.comune.enna.it

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito