itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Gangi

Gangi Gangi il paese palermitano più orientale

Tra le splendide chiese e i preziosi affreschi di Gangi, il paese palermitano più orientale

  Un tempo, in questo territorio baciato dal sole, sorgeva la colonia di Engyum, fondata nel 1200 a.C. dai cretesi che giunsero in Sicilia alla ricerca di Dedalo, a seguito di Minosse, e in questo luogo innalzarono un tempio dedicato alle Dee Madri. Con ogni probabilità da Engyum trae origine il nome di Gangi, il comune più orientale della provincia di Palermo, il cui centro abitato cominciò a svilupparsi a partire dal XIV secolo intorno al Castello costruito da Francesco Ventimiglia, signore del luogo.
  Il paese si mostra in tutto il suo splendore in cima al Monte Marone, nelle Madonie. Si rimane affascinati dal suo aspetto medievale e dall’insieme delle case basse in pietra che si appoggiano ai vicoli stretti. Gangi ha dato i natali ad illustri artisti: qui hanno lavorato il Gagini e il Fumagalli, che resero questa città “una gemma del firmamento”, come dimostrano le tante opere monumentali ed artistiche.
  La torre saracena ci accoglie all’inizio dell’abitato. Da qui in poi è un susseguirsi di piazze dove prospettano maestosi palazzi e bellissime chiese: la cinquecentesca Chiesa di San Paolo, la Chiesa della Badia, perla del tardo barocco, la Chiesa di San Cataldo, custode della statua lignea del Santo Patrono, la Chiesa del Monte, un tempo cappella del vicino castello, quella dedicata a Santa Maria di Gesù, dal bel campanile romanico, e la secentesca Chiesa del Santissimo Salvatore.
  A fianco della Chiesa Madre, dedicata a San Nicolò, svetta la Torre dei Ventimiglia. All’interno della chiesa è possibile ammirare il “Giudizio Universale” di Giuseppe Salerno, ispirato all’opera di Michelangelo della Cappella Sistina, ed una statua della Vergine realizzata dal Gagini. Marmi di scuola gaginiana decorano anche la Chiesa della Catena, una delle più antiche della città, all’interno della quale si trova la sepoltura del noto pittore Gaspare Vazzano, soprannominato lo “zoppo di Gangi”.

Offerta Hotel Gangi
Bed and Breakfast Gangi

Booking.com

_________________________________

COSA VEDERE VICINO GANGI

 Il territorio di Gangi è stato abitato sin da epoche remote, come attestano il centro indigeno ellenizzato di Monte Alburchia e l’abitato greco sito in località Polizello. In contrada Regiovanni, nei pressi di un castello diruto, si trovano un insediamento ed una necropoli di età medievale, ed un insediamento di epoca romana e medievale è presente in località Gangi Vecchio.
Nelle campagne sorgono numerose masserie, la maggior parte delle quali risultano ristrutturate ed abitate. In contrada Bordonaro Soprano, alle pendici di Pizzo Croce, svetta una torre che faceva parte di un antico baglio di cui sono visibili i ruderi. Meta di pellegrinaggio è il Santuario dello Spirito Santo, le cui origini sono legate ad una leggenda, e sorge nel luogo dove un tempo vi era un’edicola con un dipinto del Cristo Pantocratore. Annessa al santuario vi è la cappella dedicata alla Madonna della Provvidenza.
_________________________________

FESTE E SAGRE GANGI

Carnevale
  Il Martedì Grasso a Gangi si svolge una folcloristica sfilata dei cavalieri mascherati e dei carri allegorici.

Lunedì successivo alla Pentecoste – Festa dello Spirito Santo, protettore
  Durante le celebrazioni si svolge una caratteristica processione delle statue dei Santi che parte dalla chiesa Madre e passa per le principali chiese del paese, dalle quali altre statue si aggiungono alle prime, fino al Santuario dello Spirito Santo, appena fuori dal centro abitato. Qui, prima dell’ingresso nell’edificio religioso per rendere omaggio allo Spirito Santo, si svolge la tradizionale cursa di Santi.

Agosto – Festa dei Burgisi e Sagra della spiga
  Nel mese di agosto a Gangi si tiene la festa dei Burgisi con la processione del pane, portato dai giovani in costume tradizionale. All’antico culto delle Dee Madri, propiziatrici della fertilità della terra, è dedicata la Sagra della spiga. Durante la manifestazione si potrà assistere alla rappresentazione di momenti dell’antica vita rurale, come il corteo nuziale a cavallo e la zuccatina della zita, commedia in vernacolo che rievoca l’antica maniera di chiedere in sposa una ragazza. Cerere, Diana, Bacco e i suoi Satiri, le Dee Madri e le Ninfe, Canefore e Amorini ed altre figure mitologiche sfilano in corteo per le vie del paese, manifestando la gioia per il raccolto. Una festa suggestiva, che vede anche l’esibizione di gruppi folk e che si conclude con la mangiata di novi cosi, durante la quale vengono offerti una minestra preparata con nove tipi di legumi e prodotti locali.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI GANGI

Tra i prodotti tipici di Gangi vi sono la pasta e il pane fatto in casa, che nelle festività pasquali viene forgiato a forma di cerchio dorato e prende il nome di fasciddatu. Da gustare la cuddura patedda, pane fritto condito con zucchero o sale. Ottimi il formaggio pecorino locale, il cavasaddu (caciocavallo), la salsiccia secca, e i prodotti dolciari tra i quali i mastazzola, preparati con zucchero, farina e mosto bollito, i taralli, i mastacuttè con il succo di ficodindia, i turrunetta con le mandorle, gli amaretti e l’istantanii di pastafrolla.
_________________________________

COME ARRIVARE A GANGI

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT, uscita Tremonzelli. Proseguire su SS 120 in direzione di Castellana Sicula, Petralia Sottana e Gangi.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Palermo
  • Altitudine: 1.011 m. s.l.m.
  • Popolazione: 6.960
  • Prefisso: 0921
  • CAP: 90024
  • Abitanti: gangitani
  • Santo Patrono: Spirito Santo
  • Festa: giorno dopo Pentecoste

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Gangi

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…