itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Festa di Sant’Antonio Abate - Aci Sant’Antonio

La Festa di Sant’Antonio Abate di Aci Sant’Antonio si svolge con solennità nel mese di gennaio di ogni anno e vi prende parte tutta la comunità che con grande devozione accompagna in processione la statua del Santo per le vie del paese.

La Festa di Sant’Antonio Abate di Aci Sant’Antonio

Quella in onore di Sant’Antonio Abate di Aci Sant’Antonio è la festa patronale e ha origini molto antiche. Il Santo, tra i più amati e celebrati dell’Italia meridionale, è il Patrono della comunità che risiede nel cuore del territorio etneo, tra l’Etna e il mare e che nell’antichità, in onore di Sant’Antonio Abate, ha pure mutato il nome del proprio casale da Casalotto ad Aci Sant’Antonio.
Ad Aci Sant’Antonio a Sant’Antonio Abate vengono attribuiti solenni festeggiamenti sin dal XVI secolo. Un privilegio concesso nel 1563 dal Vicario Anzalone attesta che già all’epoca gli abitanti di Casalotto portavano in processione il pregevole simulacro che raffigura Sant’Antonio Abate mentre tiene la mano destra alzata nell’atto di benedire, conservata tuttora in una cappella della Chiesa Madre di Aci Sant’Antonio in Piazza Maggiore, e svelata ogni anno nel giorno di festa. Ad essere portate in processione nel corso dei festeggiamenti patronali ad Aci Sant’Antonio erano anche le candelore nel numero di sei che, nel Settecento quando fecero per la prima volta la loro comparsa, consistevano in dei grossi ceri portati a spalle con delle barrette in legno per illuminare il percorso della processione. Le celebrazioni si accompagnavano alla “calata dell’angelo”, alle tradizionali cantate eseguite dai quartieri e alla corsa dei cavalli del giorno della festa, prima dell’uscita delle candelore.
I festeggiamenti invernali per il Santo Patrono ad Aci Sant’Antonio sono annunciati la mattina del 17 gennaio dal rintocco dei sacri bronzi e dallo sparo di colpi a cannone, a cui seguiranno le celebrazioni eucaristiche, la benedizione del pane e la tradizionale svelata del simulacro che, tra gli inni di gioia, viene esposto alla venerazione dei fedeli e, nella tarda mattinata, si concludono con il tradizionale rito della benedizione degli animali. Al calar della sera il cinquecentesco simulacro è posto sull’artistica vara, abbellita con colonne corinzie, arcate, un cupolone riccamente ornato, lampade in argento e angioletti, e all’uscita dalla Chiesa Madre al Santo intitolata, viene accolto da un gran numero di fedeli in festa per essere condotto in processione lungo le vie del centro, con alcune soste di preghiera dinanzi le chiese cittadine.
Il fercolo sarà portato in processione assieme alle quattro candelore anche ad agosto, nei giorni in cui si celebra la grande festa estiva.

© Riproduzione riservata

Programma 2019 Festa di Sant’Antonio di Aci Sant’Antonio

Martedì 1 gennaio
Apertura dei festeggiamenti
Ore 12,00
Lo scampanio a distesa di tutte le chiese della città, ventun colpi a cannone ed uno spettacolo pirotecnico, eseguito da Piazza Unità d’Italia, apriranno i solenni festeggiamenti invernali

Domenica 6 gennaio
Epifania del Signore
Ore 19,00
Presentazione del libro “Devoti e ccu vera fidi”, a cura dei portatori del Santo Patrono

8 – 16 gennaio
Solenne novenario di preparazione
Ore 18,00
Pellegrinaggi dei quartieri in Chiesa Madre: ogni sera i fedeli dei quartieri partiranno da una diversa chiesa recando, con la partecipazione dei “Giovani devoti”, il cinquecentesco simulacro di “Sant’Antoni u Nicu”. Offerta dei doni e della cera al Santo Patrono e di generi alimentari per i più bisognosi. Le offerte in denaro saranno devolute per la manutenzione della porta centrale della Chiesa Madre. Parteciperanno ogni sera le varie classi di catechesi dei fanciulli
Ore 18,15
S. Rosario e coroncina di lode con i canti tradizionali
Ore 19,00
S. Messa con omelia tenuta dal predicante don Venerando Licciardello, parroco della comunità “Immacolata Concezione” di Cannizzaro (CT)

Domenica 13 gennaio
Ore 20,00
“Concerto in onore di Sant’Antonio Abate” eseguito dalla corale cittadina “G.P. da Palestrina” diretta dal M° Sebastiano Russo

Mercoledì 16 gennaio
Ore 18,15
S. Rosario e coroncina di lode
Ore 19,00
Santa Messa presieduta dal Predicatore. Animerà la corale “Discantus” diretta dal M° Nadia Russo
Ore 20,00
Canto dei Primi Vespri. Processione interna con la Reliquia la quale, dopo la preghiera e la benedizione, sarà posta ai piedi del simulacro del Santo

Giovedì 17 gennaio
Solennità di Sant’Antonio Abate
Ore 8,00
Il tradizionale rintocco dei sacri bronzi e lo sparo di 17 colpi a cannone apriranno la solenne giornata antoniana
Ore 8,30
Santa Messa presieduta dall’Arciprete Parroco don Angelo Milone. Benedizione del pane
Ore 9,00
Ingresso del corpo bandistico che inonderà di liete note le vie cittadine
Ore 10,00 – Piazza Maggiore
Accoglienza di S.E.R. Mons. Antonino Raspanti, Vescovo di Acireale
Ore 10,15
Svelata del cinquecentesco simulacro di Sant’Antonio Abate che, tra il giubilo popolare, sarà traslato all’altare Maggiore
A seguire, offerta della cera e dei doni da parte del Sindaco e delle Autorità, del Comitato Centrale, dei Comitati dei Cerei, dei gruppi parrocchiali, delle Associazioni cittadine e dei fedeli
Ore 10,30
Solenne Pontificale. Concelebreranno i sacerdoti santantonesi e del Vicariato. Animeranno la liturgia le tre corali cittadine riunite. Presenzieranno le Autorità civili e militari cittadine e dei Comuni viciniori
Ore 12,00
Santa Messa presieduta dal concittadino don Luigi Privitera, parroco di “San Matteo Apostolo” in Trepunti di Giarre e di “Maria SS. della Libertà” in San Leonardello di Giarre. Animerà il gruppo “Regina della Pace
Ore 12,30 – Piazza Maggiore
Tradizionale rito della benedizione degli animali
Ore 15,00
Il Comitato, le Autorità civili e militari e le Associazioni combattentistiche e d’Arma cittadine, accompagnati dal corpo bandistico, renderanno omaggio al monumento dei Caduti di tutte le guerre
Ore 16,15
Coroncina di lode
Ore 16,30
S. Messa presieduta da don Andrea Sciacca, Vicario Parrocchiale. Parteciperanno i fanciulli della catechesi
Ore 17,30
Tra canti e preghiere il simulacro del celeste Patrono sarà traslato sull’imponente settecentesca “Vara”
Ore 18,00
Trionfale uscita di Sant’Antonio Abate
Processione per le vie: Regina Margherita (breve sosta di preghiera dinanzi le chiese di San Michele e San Biagio e omaggio floreale da parte delle rispettive Arciconfraternite), Di Prima (sosta di preghiera dinanzi la chiesa Maria SS. degli Ammalati) e ritorno, Casalnuovo, Primoti, Regina Margherita, Marchese di Casalotto.
La processione proseguirà per le vie: Einaudi, Gentile, Madonna delle Grazie, Ospedale, N. Maugeri, Umberto (sosta di preghiera dinanzi la Chiesa Maria SS. della Mercé), Vittorio Emanuele (sosta di preghiera dinanzi la Chiesa Maria SS. della Provvidenza al Collegio), Piazza Maggiore.
Ore 19,00
Santa Messa Vespertina presieduta da don Salvatore Coco, Parroco di Santa Maria La Stella. Animerà la liturgia corale “G.P. da Palestrina” diretta dal M° Sebastiano Russo
Ore 20,30 (circa)
Trionfale “Trasuta ‘O Chianu” di Sant’Antonio Abate e spettacolo pirotecnico conclusivo
Al rientro nella monumentale Chiesa Madre il venerato simulacro del Patrono, in un tripudio di canti ed acclamazioni, sarà velato nella sua Cappella

Giovedì 24 gennaio
Ottava della Solennità
Ore 8,00/12,00 – Cappella del Santo
Adorazione eucaristica
Ore 18,15
S. Rosario e Coroncina di lode
Ore 18,45
Svelata del simulacro del Santo Patrono e traslazione sull’Altare Maggiore. Solenne Pontificale presieduto da S.E.R. Mons. Paolo Urso, Vescovo emerito di Ragusa. Animerà la liturgia  la corale “Sant’Antonio Abate”, diretta dal M° Antonino Capizzi
Ore 20,00
Processione del simulacro di Sant’Antonio Abate per le navate della Chiesa Madre e reposizione nella Cappella. La preghiera e la benedizione con la Reliquia chiuderanno i solenni Festeggiamenti Invernali 2019

  • Letto 1211 volte
  • Informazioni aggiuntive

    • Da: Giovedì, 17 Gennaio 2019
    • A: Giovedì, 17 Gennaio 2019
    • Dove: Piazza Maggiore - Aci Sant'Antonio (CT)

    Visita la Sicilia

    Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

    Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito