itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Festa Ranni - Gibellina

  A Gibellina, nel mese di maggio, si celebra il SS. Crocifisso con una festa molto sentita dalla popolazione locale e dai fedeli che giungono numerosi anche dai paesi vicini e vi prendono parte con particolare devozione.
La storia della festa per il SS. Crocifisso di Gibellina ha origini remote ed è legata ad un’antica leggenda che narra del ritrovamento di un Crocifisso ligneo avvenuto nel XVI secolo nelle campagne tra Gibellina e Santa Ninfa, che poi fu trasportato nel cimitero dell’antica Gibellina. All’epoca risale anche la nascita della Congregazione del Santissimo Crocifisso, costituita dai più benestanti proprietari terrieri, i burgisi, che ogni anno si occupavano di organizzare le celebrazioni religiose in onore del Santissimo Crocifisso, attraverso le questue e la raccolta delle offerte votive.

La Festa del Santissimo Crocifisso di Gibellina

 La Festa del Santissimo Crocifisso di Gibellina cominciava il venerdì della seconda settimana di maggio e culminava la domenica. Il momento più suggestivo era il passaggio del corteo di cavalieri che, disposti in duplice fila, procedevano lungo un percorso fisso che attraversava tutti i quartieri del paese, denominato Via di Lu Signuri, accompagnato da lancio dal lancio di confetti e noccioline. Vi prendeva parte un cavaliere in groppa ad un cavallo bardato a festa, con in mano il palieddu, ovvero un’asta nella quale era attaccato il cosiddetto prisenti. Acquisire il diritto a sorreggere il prisenti era un privilegio particolarmente ambito tra i giovani appartenenti al ceto promotore, che per tradizione se lo aggiudicavano attraverso un sorteggio. Era questo un drappo di taffetà di seta damascato, di colore verde, ricamato con motivi floreali e rifinito con una bordura giallo oro, tenuto per mezzo di nastri e cordoni. Sfilava anche il Crocifisso, all'interno di una vara  condotta a spalla dai portatori, preceduta dalle confraternite con i loro stendardi e seguita da una fila di animali carichi delle bisacce di frumento offerto, per grazia ricevuta, al Crocifisso, e dai devoti con i ceri in mano. Durante il tragitto la processione sostava in diversi punti stabiliti, dove i portatori per risollevarsi dalle fatiche consumavano piccoli pasti a base di uova sode, salsiccia e vino.
Dopo il terremoto del 1968 si interruppero i festeggiamenti per poi riprendere nel 1988 nella nuova Gibellina. Altre due celebrazioni avvennero nel 1992 e  l’ultima nel 2003.
Grazie ad un gruppo di fedeli e confratelli, in questi anni è stato possibile riproporre l’evento sacro con numerosi eventi in programma, tra cui la sfilata del prisenti con i muli bardati, mostre, musica e tanto folklore. E’ la Festa Ranni che si svolge a Gibellina dal 6 all’8 maggio e culmina con la solenne processione di la Vara di lu Signuri per le vie del paese, con partenza e rientro in Chiesa Madre.

© Riproduzione riservata


A breve pubblicheremo il programma 2018 della Festa del Santissimo Crocifisso di Gibellina

  • Letto 1389 volte
  • Informazioni aggiuntive

    • Da: Venerdì, 06 Maggio 2016
    • A: Domenica, 08 Maggio 2016
    • Dove: Chiesa Madre - Gibellina (TP)
    • Stato: Evento passato
    From:

    Visita la Sicilia

    Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

    Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

    Utilizziamo Cookie solo per migliorare l'esperienza di navigazione sul sito. More details…