itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Castello dei Conti di Modica - Alcamo

Castello dei Conti di Modica - Alcamo Castello dei Conti di Modica

  Il Castello dei Conti di Modica si erge in Piazza Castello, nel centro della città di Alcamo e prende il nome dagli ultimi sui proprietari che lo possedettero per oltre quattro secoli. La sua costruzione risale al 1350 ad opera dei fratelli Enrico e Federico Chiaramonte che all’epoca erano signori di Alcamo. Fino ad allora Alcamo fu  un semplice casale arabo denominato Manzil Alqamah, alle falde del Monte Bonifato,  e solo in seguito fu trasformato in borgo medievale e dotato di castello.
Nel 1337 Pietro II concede all'ammiraglio Raimondo Peralta, conte di Caltabellotta, la terra di Alcamo, il Castello di Bonifato e il Castello di Calatubo. Nel 1340 la famiglia Peralta intraprese così la costruzione del castello di Alcamo che in seguito venne completato per opera dei feudatari Enrico e Federico Chiaramonte. La fortezza, assieme al Castello di Salemi e al Castello di Calatafimi, rappresentò per molto tempo un sistema difensivo fortificato contro le invasioni. Per un breve periodo fu di proprietà di importanti famiglie, quali i Ventimiglia e i De Prades, fino a quando nel 1410 subentrarono i Cabrera conti di Modica, ai quali il castello appartenne fino al 1812, anno in cui terminò il potere feudale.  Nel 1535 vi soggiornò l'imperatore Carlo V. Nel 1828 del Castello dei Conti di Modica ne prese possesso il Comune di Alcamo che lo adibì a uffici, a carcere e a stalla. Nei vari secoli ha subito crolli e diverse ristrutturazioni che più volte ne hanno modificato la disposizione degli ambienti interni. La struttura pervenuta ai giorni nostri è priva delle mura esterne.
Dal punto di vista architettonico il Castello dei Conti di Modica si sviluppa su pianta romboidale e presenta quattro torri, due quadrate e due cilindriche alternate ai quattro angoli, ed ognuna con la sua funzione. Nella torre mastra, la più grande di tutte, vi venivano rinchiusi e torturati i prigionieri, nella seconda torre quadrata vi risiedevano le sentinelle. Una delle due torri circolari era destinata agli alloggi sovrani, mentre nell’altra è ancora presente uno stemma quasi certamente appartenuto a Federico II o ai Peralta, che raffigura un’aquila con una corona sul capo e la testa rivolta a sinistra. Ai lati delle torri si addossano i corpi di fabbrica con i vari ambienti disposti su due livelli ed una cappella, che si affacciano attorno ad una corte centrale di forma rettangolare. I prospetti esterni sono ingentiliti da bifore e trifore di stile gotico e da finestre ad arco acuto. Lo scalone d'onore è in marmo rosso proveniente dalle cave vicine. L’ingresso si trova nel lato esposto ad est.
Il Castello dei Conti di Modica di Alcamo ospita un polo museale che comprende il Museo Etnografico e l’Enoteca Storica Regionale con un’ampia documentazione sulla produzione del vino.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Epoca: XIV secolo
  • Ubicazione: Piazza Castello
  • Proprietà: Comune di Alcamo
  • Condizioni: Buone
From:

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…