itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Castello di Mare - Trapani

Castello di Mare - Trapani La Colombaia detta anche Torre Peliade o Castello di mare

  Nella città di Trapani, su una piccola isola all’estremità del porto, sorge uno dei migliori esempi di architettura militare in Sicilia. E’ la cosiddetta Colombaia che prende il nome dai volatili che un tempo utilizzavano l’isolotto come luogo di sosta prima di spiccare il volo verso l’Africa. Originariamente era denominata Peliade perché, si racconta, si trovava circondata da scogli così piccoli e sottili che erano simili a tanti peli raggruppati.

La storia della Colombaia di Trapani

La Colombaia ha origini molto antiche. Alcune leggende fanno risalire la sua edificazione agli esuli Troiani sbarcati a Trapani dopo la caduta della loro città, come riferisce lo storico Vito Amico nel "Dizionario Topografico della Sicilia" «[...] stimano essere un’antica torre opera dei Trojani, che con Enea in questa spiaggia approdati, i luoghi vicini occuparono». Gli storici l’attribuiscono invece ai Cartaginesi. A quel tempo, secondo quanto riportato in un antico manoscritto, la Colombaia di Trapani era un semplice faro che aveva «forma ottagona, alta canne venti, con otto di diametro». Solamente più tardi acquisì la fisionomia di una torre, grazie all’intervento di Amilcare Barca che per scopi militari, in occasione della prima guerra punica, fece potenziare le difese della città costruendovi a ridosso anche una caserma militare.
Da questo luogo, sorto prima della stessa città, è passata la storia.
La Colombaia o Colombara sin dall’epoca della sua costruzione è stata al centro di episodi di notevole spessore storico. Nel 249 a.C. fu espugnata dai Romani e subito dopo riconquistata dai Cartaginesi dell’ammiraglio Aderbale. Nel 241 a.C., dopo la vittoriosa battaglia delle Egadi del 10 marzo, ritornò in possesso dei Romani, sotto i quali cadde in abbandono e ridotta a nido di colombe.
Per i secoli successivi della Colombaia di Trapani non si hanno informazioni certe. In epoca medievale venne ricostruita dagli Aragonesi nell’attuale forma ottagonale, ampliata e trasformata in una vera e propria fortezza. Nel gennaio del 1360 per un breve periodo diede alloggio alla Regina Costanza, giunta dalla Catalogna per andare in sposa a Federico III Re di Sicilia e sino al Cinquecento l’edificio fu utilizzato per contrastare le scorribande dei pirati sulle coste trapanesi. Per questo motivo, intorno al 1670, il viceré Claudio Lamoraldo principe di Ligny, decise di rafforzarla, includendola nel suo progetto di fortificazione della città, affidandone i lavori di consolidamento all’architetto e ingegnere militare fiammingo Carlos de Grunenbergh.

Il Castello della Colombaia o Castello di mare di Trapani

 La decadenza del Castello di Mare di Trapani ebbe inizio il secolo successivo e perdurò sino alla seconda metà  dell’Ottocento, epoca in cui, essendo le carceri al completo, la Real Fortezza della Colombaia fu adibita a prigione dai Borboni e vi vennero rinchiusi i patrioti trapanesi. Con la costruzione del penitenziario di San Giuliano, avvenuta il secolo scorso, i detenuti furono trasferiti nella nuova sede e l’antico castello di mare, ritenuto tra i monumenti simbolo della città di Trapani, ritornò ad essere luogo di desolazione e solitudine.
Nel 2009 il monumento è stato riconosciuto dal FAI come luogo da salvare ed è nata un’associazione con l’intento di sensibilizzare le istituzioni per il suo recupero.

© Riproduzione riservata

Hotel e B&B Trapani
Offerte Hotel Trapani

Booking.com


Informazioni aggiuntive

  • Epoca: XIII secolo
  • Ubicazione: Isola della Colombaia
  • Condizioni: Mediocri
From:

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

Utilizziamo Cookie solo per migliorare l'esperienza di navigazione sul sito. More details…