itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Torre dei Ventimiglia - Montelepre

Torre dei Ventimiglia - Montelepre Il Castello Ventimiglia di Montelepre

  Il Castello di Montelepre risale al XV secolo e la sua costruzione si deve all’arcivescovo di Monreale Giovanni Ventimiglia, imparentato con la potente famiglia dei conti di Geraci, che lo edificò dopo aver ottenuto il permesso dal Re delle due Sicilie, Alfonso V d’Aragona. L’arcivescovo ottenne la facoltà di costruire la torre con l’obbligo di prestare in perpetuo al re  il giuramento ed omaggio “ore et manibus”. All’epoca il feudo apparteneva alla Cattedrale di Monreale e la torre fu edificata con l’obiettivo  di proteggerlo dalle scorribande dei briganti.

La Torre Ventimiglia di Montelepre

 Ancora oggi la possente mole della Torre Ventimiglia datata 1435, nell’aspetto simile ai donjon di Adrano e di Paternò, svetta nel centro storico ed è una delle meglio conservate della Sicilia occidentale. Attorno ad essa sorsero le prime abitazioni di quello che un tempo era conosciuto come il villaggio di Monkilebi o Muncilebbru come riporta lo storico Vito Maria Amico nel “Dizionario Topografico della Sicilia”: «[...] Muncilebbru, piccolo paese nella diocesi e la giurisdizione dell’arcivescovo di Morreale [...]. La torre che riconosce origine da Giovanni Ventimiglia arcivescovo un tempo di Morreale, a molti piani, è degna di attenzione, ed intorno ad essa prese a congregarsi gente, donde avvenne poi la fondazione di Montelepre [...]».
Il castello di Montelepre, noto come Torre Ventimiglia, sorge sulla sommità di una collina, nel centro storico del paese. Si presenta come una costruzione massiccia che raggiunge un’altezza di 24 metri, con pianta rettangolare e tre livelli che termina in alto con una terrazza merlata. I muri sono stati realizzati con l’utilizzo di pietrame informe legato con malta di calce e hanno uno spessore di poco più di 2 metri al primo livello e di 1,30 metri al piano superiore.
Il primo piano del castello di Montelepre accoglie due grandi sale con volte a crociera divise da un costolone e vi si accede da una porta con tanto di bertesca e ponte levatoio. Il secondo piano si caratterizza per la presenza di tre ambienti di cui uno serviva da cappella, e di una cisterna ricavata nello spessore murario. Le stanze residenziali prendono luce da bifore ed anche da una trifora e presentano sedili in pietra in prossimità delle stesse. Numerose le chiavi di volta raffiguranti gli stemmi, tutte sagomate, e i beccatelli in pietra alcuni dei quali un tempo erano posti a sorreggere la copertura del piano nobile. Sulla terrazza merlata della Torre Ventimiglia ben si distingue l’orologio di epoca successiva.
Il castello di Montelepre è sede del Museo etno-antropologico dove sono esposti i reperti rinvenuti nei siti archeologici del territorio.

© Riproduzione riservata


Informazioni aggiuntive

  • Epoca: XV secolo
  • Ubicazione: Via della Torre
  • Condizioni: Ottime
From:

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito