itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Caltabellotta

Caltabellotta Uno scorcio di Caltabellotta

La "Rocca delle querce" città del presepe vivente

  Nel Medioevo nell’agrigentino sorgeva un maniero inespugnabile, che dominava la valle dei Monti Sicani, dal fiume Belice al fiume Platani, e fu citato anche nel Decamerone di Boccaccio. Era la roccaforte di Caltabellotta, posta a quasi mille metri d’altezza sulla cima del monte che dal Castello prende il nome. Questa splendida fortezza, riedificata dai Normanni, e di cui oggi rimangono un muro, il portale d’ingresso ed alcune fondamenta, si raggiunge percorrendo una scala scavata nella roccia. Godeva di una posizione strategica, poiché da lassù la vista giungeva fino all’Etna e all’isola di Pantelleria, abbracciando tutti i centri abitati della zona. Per questo motivo fu residenza della nobile e potente famiglia dei Luna. Si narra che proprio qui, nel 1302, venne firmata tra Federico II d’Aragona e Carlo di Valois la resa degli Angioini, che pose fine alla guerra del Vespro, conosciuta con il nome di “Pace di Caltabellotta”.
  Oltre al castello i Normanni edificarono chiese e monasteri. Di quest'epoca infatti sono la Chiesa della Madonna della Raccomandata, successivamente dedicata a San Francesco di Paola, la piccola Chiesa del SS. Salvatore, abbellita da un magnifico portale in stile chiaramontano, e la Cattedrale. Quest’ultima sorge isolata sulla cima tondeggiante della Rupe Gogàla, in un suggestivo scenario rupestre. Alla sua semplice facciata in pietra viva, fa da contrasto la magnificenza delle sue navate, adorne di affreschi, stucchi e pregevoli opere d’arte. Dietro la chiesa si innalza il massiccio campanile, dalla gente del posto chiamato mortorio.
  Il nome Arabo Kalat al ballut (“rocca delle querce”) evoca appieno l’immagine di questo borgo, abbarbicato su un aspro sperone roccioso, che le luci della sera fanno assomigliare ad un grandioso presepe. Sarà per questo che tutti gli anni a Natale, Caltabellotta diventa lo scenario naturale del presepe vivente.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO CALTABELLOTTA

 Il territorio di Caltabellotta è tra i più antichi della Sicilia. Il paese sorge nel sito della mitica Kamico, capitale del regno di Cocalo. Fuori dal centro abitato si può visitare l’Eremo di San Pellegrino, realizzato in epoca normanna, arroccato sulle pareti dell’omonima altura. Dalla chiesa si può accedere alla Grotta del Drago dove si dice abbia abitato Pellegrino, primo Vescovo di Sicilia, e che riporta le origini di Caltabellotta ad un’età preistorica. Le necropoli che circondano la città attestano la presenza dell’uomo riconducibile all’Età del Bronzo antico. Strutture abitative risalenti al periodo compreso tra il III ed il IV secolo d.C. sono state trovate in contrada Montevergine, resti di strutture risalenti alla fine del II secolo a.C. sorgono invece in contrada Schina di l'Asinu.
La piccola frazione di Sant’Anna sorge probabilmente sul sito dell’antica Triocala, la città greca rasa al suolo nel 99 a.C. dal console romano Aquilio. Qui si può far visita al Santuario Santa Maria di Montevergine, che presenta un bel portale gotico, e alla Chiesa di Santa Maria del Fervore, per ammirare i mosaici di epoca romana posti ai piedi dell’altare. Un percorso naturalistico affascinante è quello che comprende la Grotta Pagano dove all’interno vi sono le stalattiti.
_________________________________

FESTE E SAGRE CALTABELLOTTA

Settimana Santa
  Numerose le celebrazioni che si svolgono durante la Settimana Santa. Il Venerdì Santo si potrà assistere ad una suggestiva Via Crucis vivente, che prende inizio dalla Chiesa di Sant’Agostino e si conclude alla croce del calvario, dove Gesù verrà crocifisso. La Domenica di Pasqua è San Michele ad annunciare il Cristo risorto per le vie del paese.
 
Luglio - Festa del SS. Crocifisso e di Maria SS. dei Miracoli, compatrona
  E’ una festa molto antica che risale al 1601. I momenti più caratteristici delle celebrazioni riguardano la vestizione della statua e la processione del tesoro aureo dei devoti.

Agosto – Festa di San Pellegrino, patrono
  I festeggiamenti in onore del Santo patrono si svolgono il 18 del mese di agosto, giorno in cui si potrà assistere alla tradizionale processione del simulacro di San Pellegrino per le vie del paese.

Natale
  Tutti gli anni, a Natale, Caltabellotta diventa lo scenario naturale del presepe vivente. La Natività viene raccontata dagli stessi abitanti lungo un percorso che si snoda tra i vicoli, le viuzze, e le grotte naturali e che conduce alla piccola Chiesa della Pietà. Al bagliore dei falò e al suono di musiche e canti popolari, si può cogliere il fascino degli attrezzi e mestieri di una volta e degustare i prodotti tipici locali, alla ricerca dei sapori di una volta.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI CALTABELLOTTA

  Il paese di Caltabellotta è conosciuto per l’olio extra vergine di oliva,  prodotto in questo territorio sin dai tempi antichi ed ottenuto dalla spremitura delle varietà Buscionetta (cultivar Biancolilla) e Nocellara del Belice. Ottimi anche la carne, i formaggi, il vino, il miele e i prodotti della pasticceria locale, come i cuddureddi, tipici del periodo natalizio, ripieni di confettura di fichi.
_________________________________

COME ARRIVARE A CALTABELLOTTA

  Da Palermo: Autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, uscita Castelvetrano. Immettersi su SS 115 sino a Sciacca per proseguire su SP 37 in direzione di Caltabellotta.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Agrigento
  • Altitudine: 949 m. s.l.m.
  • Popolazione: 3.813
  • Prefisso: 0925
  • CAP: 92010
  • Abitanti: caltabellottesi
  • Santo Patrono: San Pellegrino
  • Festa: 18 agosto

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Caltabellotta

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…