itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

San Cono

San Cono Il paese di San Cono

Comune di San Cono, Catania

San Cono, la “Città del ficodindia” fondata nel 1785 dal marchese Trigona

Adagiato sui Monti Erei ai piedi del Monte San Marco, il paese di San Cono affiora in tutta la sua bellezza dopo le curve della strada, attorniato da fertili colline e filari di ficodindia colorati. Fu fondato nel 1785 dal marchese Ottavio Trigona, proprietario del feudo, che ottenne dal viceré la licentia populandi. Secondo il padre gesuita Ignazio Mario Piccolo il feudo «fu appellato Cono perché posseduto a principio dalla famiglia Santapau consanguinea del Santo». La leggenda invece attribuisce la fondazione del borgo ad un miracolo. Un giorno un monaco proveniente da Naro si presentò al cospetto del marchese, chiedendo del frumento per sfamare il suo paese dove imperversava la carestia. Don Ottavio non si fece pregare e riempì le bisacce, caricandole sui muli. Il forestiero, non avendo soldi per pagare, lasciò come pegno al marchese un prezioso anello. Passò del tempo e il monaco non si fece vivo. Allora il nobile partì alla volta di Naro per cercarlo. Giunto in paese, non lo trovò ma ne riconobbe le sembianze in una chiesa, in un quadro raffigurante San Cono Abate, morto e sepolto da diversi secoli. Fu così che il marchese fondò il paese, dandogli il nome di San Cono. E al Santo, battezzato Conone, tutti gli anni, dal lontano 1866, nel mese di maggio sono dedicati solenni festeggiamenti con la processione per le vie del paese della statua del patrono al grido di “viva Diu e Santu Conu”.

Cosa vedere a San Cono: chiese e monumenti

Nella zona superiore del comune di San Cono abitano i cosiddetti muntatari, nella zona inferiore quelli che vengono comunemente chiamati pinninari. Il confine tra le due zone è costituito dalla Piazza Umberto I, dove si erge la Chiesa Madre Santa Maria delle Grazie con i prospetti di pietra a vista, custode di pregevoli dipinti. Nella parte più alta del paese si ammira la Chiesa del Crocifisso, del primo Novecento, con un altare centrale dominato da un enorme Crocifisso di cartapesta. La chiesa più antica è consacrata allo Spirito Santo sorge sulla piazza omonima ed è conosciuta come la Chiesa di San Cono. Si trova annessa all’antico Palazzo dei Trigona, e fu la prima chiesa Madre del paese e al suo interno si trova una statua lignea del Santo, al quale è indissolubilmente legata la storia e il fascino di questo piccolo borgo.

_________________________________

Feste e Sagre San Cono

Carnevale
‘A Carrivalata di San Cono è una rappresentazione itinerante a cavallo, che si svolge nei giorni di Carnevale, dove i protagonisti recitano testi in versi dialettali che narrano le allegorie sui mestieri, sui costumi e sulle usanze del mondo contadino.

Marzo – Festa di San Giuseppe
Per la solnnità di San Giuseppe a San Cono viene portato in processione il simulacro del Santo e, come da tradizione, viene allestita la tavolata ricolma di prelibatezze locali.

Maggio – Festa di San Cono, patrono
La festa patronale di San Cono si celebra a maggio con la processione del simulacro del Patrono per le vie del paese illuminate a festa.

Ottobre – Sagra del ficodindia
Al prodotto tipico di San Cono, il fico d'india, tutti gli anni viene dedicata una sagra con degustazioni, spettacoli e folklore.

Dicembre – Festa di Santa Lucia
Il giorno di Santa Lucia a San Cono viene accesa la tradizionale “vampata” e ai presenti viene offerta la cuccìa.

_________________________________

Prodotti Tipici San Cono

Se il ficodindia è la pianta simbolo della Sicilia, San Cono è il centro numero uno in Europa per la produzione di questo frutto, tanto da essere denominato la “Città del ficodindia”. Considerato un tempo il pane dei poveri, oggi il ficodindia è stato trasformato dai sanconesi in “frutto della salute” per le sue proprietà organolettiche e terapeutiche. Il bastardone è una varietà che nasce dalla rifioritura della pianta che, sottoposta a “scozzonatura” e a “diradatura”, dà vita a un frutto dal gusto prelibato. Nelle campagne di San Cono il bastardone cresce tra mandorleti e uliveti. Da non perdere i prodotti della pasticceria locale.

_________________________________

Come arrivare a San Cono

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT, uscita Enna. Prendere la SS 117 bis in direzione di Piazza Armerina e proseguire per San Cono.
Da Catania: Percorrere la SS 417 Catania-Gela, uscita Caltagirone Nord. Proseguire su SS 124 in direzione di San Michele di Ganzaria e San Cono.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Catania
  • Altitudine: 525 m. s.l.m.
  • Popolazione: 2.770
  • Prefisso: 0933
  • CAP: 95040
  • Abitanti: Sanconesi
  • Santo Patrono: San Cono Abate
  • Festa: II Domenica di Maggio
  • Sito ufficiale: Comune di San Cono - www.comune.sancono.ct.it

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di San Cono

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito