itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Leonforte

Leonforte Uno scorcio di Leonforte

Sui Monti Erei alla scoperta di Leonforte, paese ricco di acqua e di fontane

  Leonforte deve il nome al suo fondatore, il principe Nicolò Branciforti, al quale il feudo pervenne nel XV secolo e  che volle così chiamarla in omaggio al blasone della sua casata, raffigurante un leone che regge lo stendardo con i moncherini delle zampe. Le origini di questa città risalgono a molto tempo addietro, forse al IV secolo a. C. In questo territorio sorgeva l’antico insediamento siculo di Tabas o Tavaca e in seguito i Bizantini vi edificarono il Castello di Tavi, i cui resti sono chiamati dalla gente del posto ‘u castiddazzu.  La campagna circostante è ricca di acqua e da sempre è interessata da un’intensa attività agricola come testimoniano i tanti edifici rurali e i mulini.
Il Palazzo Branciforti con la sua mole caratterizza il centro abitato. Ospitò personaggi illustri quali il re Vittorio Amedeo di Savoia, la regina Anna d'Orleans e Giuseppe Garibaldi. La settecentesca Chiesa Madre intitolata a S. Giovanni Battista, presenta un’elegante facciata e un campanile quadrangolare.
In un paese ricco di acqua non possono mancare le fontane, che in questi luoghi assumono fattezze imponenti. La prima fontana monumentale, realizzata nel 1636, si ispirava a quelle romane del Gianicolo: sita nell’antica Piazza Sottana, è caratterizzata da un arco trionfale incorniciato tra due nicchie con statue marmoree. Pregevole è anche la Granfonte, un enorme abbeveratoio in pietra dorata, con una serie di arcatelle a tutto sesto, noto come vintiquattru cannola per via delle 24 cannelle bronzee che riversano l’acqua nella vasca sottostante e che, secondo un cronista del Settecento, fu ispirato ad una fontana di Amsterdam.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO LEONFORTE

 Il Castello di Tavi, che sorge sul Pizzo Castellaccio, è stato utilizzato come fortezza di difesa sia dagli Arabi che dai Normanni. Sono ancora visibili i resti della cinta muraria e di alcuni ambienti, tra i quali un frantoio scavato nella roccia. Da visitare è la Riserva Naturale di Monte Altesina sulla cui cima sono state trovate tracce di un villaggio preistorico e sulle cui pendici sono presenti i ruderi di un antico eremo. Il lago Nicoletti è un invaso artificiale che ospita numerosi uccelli migratori; vi si praticano la pesca e diversi sport acquatici.
_________________________________

FESTE E SAGRE LEONFORTE

Marzo - Festa di San Giuseppe
  Nelle case del paese vengono allestiti gli altari o tavulate di San Giuseppe imbandite di pane di diversa foggia (cuddure) e di altri alimenti. A partire dal pomeriggio del 18 marzo e sino all’indomani si potrà prendere parte alla cosiddetta girata dill'artari,  ossia si potranno visitare gli altari e gustare i prodotti tipici offerti dai padroni di casa e dai loro vicini.

Settimana Santa
  Sono tanti i riti che si svolgono durante il periodo pasquale, come la Via Crucis che viene messa in scena in alcuni dei luoghi più suggestivi del centro storico e la processione del Venerdì Santo dell’urna con l’antica statua lignea del Cristo, che coinvolge tutte le chiese del paese.

Agosto - Festa di Maria SS. del Carmelo, patrona
  Il 16 agosto una suggestiva processione della vara con il simulacro della Madonna attraverserà il corso principale del paese.

Ottobre - Sagra delle pesche e dei prodotti tipici
 Tra spettacoli, esibizioni di gruppi folkloristici e di artisti di strada, è possibile degustare ed acquistare le pesche tardive e gli altri prodotti tipici locali.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI LEONFORTE

  Nelle campagne di Leonforte vengono prodotti due dei tanti presidi Slow Food dell'isola: la fava larga e la pesca tardiva, denominata “Settembrina”, da molti considerata un vero gioiello della natura. Da gustare anche i dolci con la marmellata di pesca, il gelato alla pesca, il vino locale, le mandorle e l’olio extravergine d’oliva.
_________________________________

COME ARRIVARE A LEONFORTE

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT, uscita Enna. Seguire indicazioni per Leonforte (SS117 bis e SS 121).

Da Catania: Autostrada A19 PA-CT, uscita Mulinello. Proseguire sulla SP7a e sulla SS 121 in direzione di Leonforte.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Enna
  • Altitudine: 625 m. s.l.m.
  • Popolazione: 13.770
  • Prefisso: 0935
  • CAP: 94013
  • Abitanti: leonfortesi
  • Santo Patrono: Madonna del Carmelo
  • Festa: 16 agosto

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Leonforte

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

Utilizziamo Cookie solo per migliorare l'esperienza di navigazione sul sito. More details…