itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Floresta

Floresta Il paese di Floresta

Comune di Floresta, Messina

Floresta, il comune più alto dell’isola incastonato tra i Monti Nebrodi

L’aria più fresca della Sicilia si respira a Floresta, il comune più alto dell’isola, che sorge tra i Monti Nebrodi, a 1.275 metri sul livello del mare. Nel Trecento il territorio di Floresta fu assegnato da Federico d’Aragona a Peregrino De Pactis, maestro giustiziere e protonotaro del regno, quale appannaggio per le alte cariche ricoperte. Ma l’attuale centro abitato cominciò a svilupparsi solo tre secoli dopo, quando il feudo passò al nobile spagnolo Antonio Quintanas Duegna, che nel 1619 fu nominato “Marchese della Foresta di San Giorgio e Grassetta”, anche se per lungo tempo fu un casale e divenne comune autonomo solo nel 1820.

Cosa vedere a Floresta

La parte storica del borgo conserva ancora un’aria antica, con vicoli stretti, scalinate, case in pietra e una teoria di balconi fioriti. Lungo la via Vittorio Emanuele sorgono palazzi ottocenteschi, alcuni dei quali impreziositi da eleganti mensole ed architravi decorati con figure di animali e balconi in ferro battuto. Dalla piazza principale del comune di Floresta si può facilmente raggiungere la Chiesa di Sant’Antonio che sorge a pochi passi dal Palazzo comunale, e si affaccia su uno slargo con i prospetti in pietra. L’impianto originale risale al 1600, e al suo interno è custodita una statua lignea del Santo titolare. Proseguendo per il Corso Umberto I, di fronte a quello che un tempo era il Palazzo baronale, s’incontra la Chiesa Madre intitolata a Sant’Anna, patrona di Floresta. Si narra che sulla rocca di San Giorgio esistesse una chiesa intitolata a San Giorgio Martire. Quando il paese fu elevato a marchesato e il centro abitato si trasferì nel sito attuale, la chiesa Madre, realizzata per volere della famiglia Quintanas, in un primo momento fu intitolata al Santo cavaliere e solo successivamente a Sant’Anna, in omaggio alla madre della Madonna. Nel corso dei secoli l’edificio religioso è stato sottoposto più volte a modifiche e restauri, ed oggi si presenta con un impianto semplice, affiancato da un bel campanile con orologio. Al suo interno conserva un gruppo scultoreo con Sant’Anna, la Vergine e il Bambino, una statua lignea di S. Giuseppe col Bambino, un crocifisso settecentesco, un’Addolorata e la Madonna del Tindari.

Dormire a Floresta
Prenota B&B Floresta

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Floresta

Il toponimo del borgo deriva probabilmente dai floridi boschi del territorio che, sostengono alcuni, erano utilizzati dai Romani per la costruzione delle loro navi. Di sicuro la zona era frequentata da pastori e mandriani per la transumanza, come attestano i cùbburi sparsi nelle campagne, i tradizionali ripari semicircolari in pietra edificati a secco e molto diffusi nelle zone inserite nella splendida cornice del Parco dei Nebrodi, che ricordano i nuraghi della Sardegna o i trulli pugliesi e sono chiamati dalla gente del posto pagghiàri 'mpètra (ovvero “pagliai in pietra”). Parte del paesaggio lambisce anche il Parco Fluviale del fiume Alcantara ed è puntellato da piccoli laghi tra le montagne, dove trovano ospitalità gli uccelli che migrano verso il continente africano.
_________________________________

Feste e Sagre Floresta

Giugno – Festa di Primavera
Nelle domeniche di giugno nel piccolo borgo nebroideo si svolgono degustazioni dei prodotti tipici, visite guidate e passeggiate naturalistiche e viene allestita un’artistica infiorata.

Luglio – Festa di Sant’Anna, patrona
La Santa Patrona si celebra il 26 luglio con una suggestiva processione del simulacro, la tradizionale asta con la vendita di prodotti tipici e la fiera di Sant’Anna.

Ottobre – Ottobrando
Ottobrando e Floresta ogni domenica di ottobre celebra un suo prodotto tipico con una sagra, spettacoli, degustazioni e stand gastronomici.
_________________________________

Prodotti Tipici Floresta

Il paese di Floresta è molto apprezzato anche per la varietà dei suoi prodotti tipici tra cui spiccano le rinomate provole florestane, ed anche la tuma, la ricotta, il suino nero, i funghi e le castagne di cui sono ricchi i boschi attorno. Ottimi anche i vini e i prodotti della pasticceria locale.
_________________________________

Come arrivare a Floresta

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT e autostrada A20 PA-ME, uscita Rocca di Capri Leone. Proseguire sulla SS 113 in direzione di Messina. Svoltare a destra per immettersi sulla strada di interesse turistico Valle del Fitalia, proseguire su SP 152 fino a Tortorici e continuare su SS 116 in direzione di Floresta.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Messina
  • Altitudine: 1.275 m. s.l.m.
  • Popolazione: 502
  • Prefisso: 0941
  • CAP: 98030
  • Abitanti: Florestani
  • Santo Patrono: Sant'Anna
  • Festa: 26 Luglio
  • Sito ufficiale: Comune di Floresta - www.floresta.gov.it

Module 1

Scopri il territorio di Floresta

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito