itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Longi

Longi Il paese di Longi sui Nebrodi

Una visita nell'incantevole borgo di Longi tra viuzze e scalinate medievali

 I Monti Nebrodi, con i loro meravigliosi scenari naturalistici e paesaggistici, sono uno scrigno prezioso di grotte, laghi, boschi di incontaminata bellezza. Per chi giunge quassù, è difficile non rimanere ammaliati dal piccolo borgo di Longi, posto su una terrazza naturale dei Nebrodi orientali, nella vallata del fiume Fitalia, alle pendici delle Rocche del Castro.
Il borgo di Longi si formò in età medievale, attorno ad un castello. Ma le sue origini risalgono al periodo dei Greci e degli Arabi, come testimoniano le tracce di un'antica torre di avvistamento. Feudo prima dei Lancia, poi dei Napoli e dei duchi D’Ossada, denominato in origine Castrum Longum, per via della forma allungata del suo territorio, il centro abitato si sviluppa con viuzze strette e scalinate tipicamente medievali e conserva dei veri e propri gioielli di architettura religiosa.
Nella centrale Piazza Umberto I, in cima ad una scalinata, si eleva la Chiesa Madre, dedicata a San Michele Arcangelo, la cui statua in legno dorato è custodita all'interno, unitamente ad un prezioso organo del XVII secolo. Meritano una visita anche la Chiesa della SS. Annunziata, realizzata nel 1857 dopo che l’antica omonima chiesa che sorgeva nei pressi del rione Borgo fu distrutta dal terremoto, e la Chiesa del SS. Salvatore, colpita nel 1851 da una frana fermata - si narra -  dall’intervento provvidenziale di San Leone, e mai finita di ricostruire. A due passi da Piazza Umberto sorge il Castello medievale: una  leggenda popolare riferisce che al suo interno, un fantasma, nottetempo, provochi strani rumori.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO LONGI

 Sulla strada per Longi, nel territorio di Frazzanò, a 730 metri di altezza s’intravede il Monastero di San Filippo di Fragalà. L’abbazia basiliana, fondata nell’XI secolo da Ruggero d’Altavilla, è realizzata con pietre e mattoni che creano un particolare gioco cromatico. Suggestivo il paesaggio circostante Longi: la cascata del Catafurco del torrente di San Basilio, nel territorio di Galati Mamertino, e il suo salto di ben trenta metri, i laghi, le stalattiti della Grotta del Lauro, nel territorio di Alcara li Fusi, sul versante occidentale delle Rocche del Crasto, il bosco di Malangaviti e la famosa “stretta di Longi” nel Passo della Zita, dove l’azione delle acque ha scavato un varco roccioso. Ci troviamo nel cuore del Parco dei Nebrodi e agli amanti della natura è dedicata un’area attrezzata in contrada Petrusa e un parco avventura, per trascorrere piacevoli giornate all’insegna del relax e dello svago.
_________________________________

FESTE E SAGRE LONGI

Gennaio - Sagra del suino
  Negli stand allestiti per l’occasione si potranno degustare i tanti prodotti tipici locali derivati dal suino nero dei Nebrodi.

Febbraio - Festa di San Leone, patrono
  Il 20 febbraio la vara adorna di mazzi di spighe, sulla quale vi sono la statua del Santo patrono e i bambini miracolati, viene portata in processione, seguita dalle donne a piedi scalzi e da una folla di fedeli. La processione si ripete la prima domenica di maggio.

Dicembre - Festa dell’Immacolata Concezione
  L’8 dicembre a Longi si festeggia l’Immacolata Concezione con una particolare processione. Per nove sere l’icona della Madonna viene condotta per le vie del paese fra i canti, le preghiere e i cannizzoli (cannucce) accesi.

Dicembre - Natale
  Dalla sera del 24 dicembre sino all’Epifania, nei vari quartieri del paese vengono accesi degli enormi falò e attorno ad essi si intonano canti natalizi e si imbandiscono tavole per festeggiare la nascita di Gesù Bambino.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI LONGI

 Questo territorio, oltre che essere noto per i funghi, lo è per il suino nero, razza autoctona che rischia l’estinzione e la cui carne è molto apprezzata. Tra i tanti prodotti tipici locali derivati dal suino vi sono la pancetta, la salsiccia, la gelatina e il salame. Ottimi anche i formaggi locali, tra cui il maiorchino e la provola dei Nebrodi.
_________________________________

COME ARRIVARE A LONGI

 Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT e A20 PA-ME, uscita Rocca di Capri Leone. Proseguire sulla SP 157 per Longi.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Messina
  • Altitudine: 616 m. s.l.m.
  • Popolazione: 1.504
  • Prefisso: 0941
  • CAP: 98070
  • Abitanti: longesi
  • Santo Patrono: San Leone
  • Festa: 20 febbraio, prima domenica di maggio e 23 agosto

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Longi

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…