itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Tusa

Tusa Il paese di Tusa

Comune di Tusa, Messina

Tusa, il borgo medievale sui Nebrodi nato dalla scomparsa di una polis greca

Il borgo di Tusa sorge incastonato tra le colline dell’entroterra dei Nebrodi, in un territorio attorniato da ulivi secolari e lussureggianti boschi di castagni misti a querce. Le sue origini si perdono lontano nel tempo e sono legate a quelle di Halaesa, la città fondata nel 403 a.C. da Arconide, potente tiranno di Herbita, che lo storico Cicerone nelle "Verrine" magnificava così: «Molte sono le città della Sicilia / dove c'è abbondanza di cultura e onestà / fra le prime è da annoverare Halaesa / poiché non ne troverai alcuna più fedele / più ricca / più autorevole ed imponente». L’antica città sorgeva su un altopiano che domina la costa e l’ampia valle della fiumara di Tusa ed era conosciuta per il suo importante scalo. E’ lo stesso Cicerone a farci sapere che all’epoca nel porto cittadino «[...] veniva caricato tanto grano quanto ne veniva imbarcato a Catania e a Licata». L’alleanza con Roma conferì ad Halaesa anche il privilegio di coniare monete e di mantenere i propri ordinamenti. Fu un violento sisma alla fine del IX secolo a sancirne l’improvvisa scomparsa. Gli alesini si rifugiarono su un promontorio poco distante e fondarono Tusa. Sotto la dominazione normanna, il nuovo borgo si trasformò in una roccaforte, dotata di un castello, di torri, di mura e di porte. Furono poi i signori di Ventimiglia a sviluppare il centro abitato, che mantiene tuttora l’antico aspetto medievale.

Cosa vedere a Tusa

I ruderi del Castello di Tusa, che la famiglia Ventimiglia fece costruire nel XIII secolo, si trovano nella zona alta del paese. Il centro storico del Comune di Tusa è ricco di chiese da visitare, tutte custodi di pregevoli opere d’arte. La Chiesa Madre di Tusa, dedicata a Maria SS. Assunta, si distingue per il suo bel portale d’ingresso in stile gotico. Fu realizzata nel XVI secolo nella parte più alta dell’abitato, nel luogo dove sorgeva il Palazzo, di cui rimane l’antica torre, che funge da campanile. E' a pianta basilicale con tre navate separate da colonne con archi a tutto sesto, ospita numerose cappelle ed una cripta, e custodisce opere di pregio, tra cui un trittico in marmo attribuito al Gagini. La Chiesa di San Giovanni Battista è in stile arabo-normanno e presenta un bel campanile con la guglia rivestita da maioliche a tinte policrome. Conserva una statua di San Giovanni, ascrivibile a Giovanbattista Li Volsi. Un quadro raffigurante la Trasfigurazione del 1614 di Nicolò Mirabella si può invece ammirare nella Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, assieme al dipinto raffigurante la Consegna delle Chiavi a San Pietro di Alonzo Rodriquez, uno dei massimi esponenti della pittura del Caravaggio nell’isola. A nord-ovest del centro abitato sorge il Calvario che si sviluppa con un’originale struttura a forma di cuore, con una scalinata in pietra che conduce a tre croci in ferro battuto. La chiesa più antica è invece quella consacrata a San Nicola, con la cinquecentesca torre campanaria, che risale all’epoca della fondazione del paese e fu prima Matrice. Una visita merita l’Antiquarium di Tusa, ospitato in quello che un tempo era il Monastero delle Benedettine, che espone mosaici d'epoca romana appartenenti ad una villa.

Dormire a Tusa
Bed and Breakfast Tusa

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Tusa

Halaesa Arconidea in epoca ellenistica e romana fu un centro di primo piano e oggi costituisce uno tra i più importanti siti archeologici di tutta l’isola. Gli scavi degli ultimi decenni hanno portato alla luce parte dell’impianto urbanistico dell’antica città, il sito dell’agorà, colonnati e sacelli, la necropoli e i resti di due templi, di cui uno forse dedicato ad Apollo e di recente anche dei gradini tagliati nella roccia madre, e due sedili in pietra, che fanno ipotizzare la presenza di un antico teatro, simile a quelli di Tindari e Solunto. Qui si trova anche la Chiesa di S. Maria delle Palate con il Monastero fondato in epoca medievale dall’Ordine benedettino. In località Milianni sorge la Torre Scillichenti, realizzata il XVI e il XVII secolo sul modello delle torri di avvistamento di Camillo Camilliani per proteggere la costa dalle incursioni dei pirati. Il territorio di Tusa fa parte del parco artistico “Fiumara d’Arte”, realizzato da alcuni scultori contemporanei che hanno inserito le opere d’arte nel meraviglioso contesto paesaggistico della vallata della fiumara di Tusa, facendone un luogo unico in tutto il mondo. Da non perdere la visita alla borgata marinara di Castel di Tusa, che deve il suo nome alla presenza al Castello di San Giorgio fatto realizzare nel XIII secolo dai Ventimiglia, e al museo d’arte contemporanea “Atelier sul Mare”. La località è nota per le sue pittoresche spiagge più volte premiate con la Bandiera Blu.

_________________________________

Feste e Sagre Tusa

Marzo - Festa di San Giuseppe
La festa di San Giuseppe a Tusa è associata alla tradizione dei virgineddi, ovvero nell’offerta di un pranzo e di una cena ai bambini con un menù particolare intercalato dalla recita di un Rosario dialettale.

Pasqua
Nei giorni di Pasqua a Tusa si svolge la Via Crucis del Calvario e il Venerdì Santo per le vie del paese si snoda una suggestiva processione con i simulacri che rappresentano i vari momenti della Passione di Cristo e presso il Santo Sepolcro si eseguono le lamentazioni dialettali.

Maggio – Festa della Madonna della Catena
A Maria SS. della Catena Patrona di Castel di Tusa vengono attribuiti solenni festeggiamenti il 13 maggio, giorno dell’ascensione del Signore, con la tradizionale processione del simulacro, l'antenna a mare e i giochi d’artificio che segnano la fine della festa.

Agosto – Sagra degli Antichi Sapori
Nel mese di agosto nella piazza principale va in scena la tradizionale Sagra degli antichi sapori di Tusa con le degustazioni delle specialità della gastronomia locale e l’intrattenimento musicale.

Agosto – Festa di Maria SS. Assunta, patrona
Dal 13 al 15 agosto si celebra la festa patronale di Tusa con la cavalcata storica, la processione del simulacro, la tradizionale acchianata da Madonna e spettacoli musicali in piazza.

Agosto – Sagra dell’Olio
La sagra dell’olio di Tusa promuove e valorizza uno dei prodotti tipici del territorio con degustazioni e folklore.

Agosto – Sagra del pesce
La Sagra del Pesce è il più importante evento gastronomico che si svolge nella borgata marinara di Castel di Tusa con gli stand dove poter gustare i prodotti del mare, musica e spettacoli.

Ottobre – Festa d’Autunno
La festa d’Autunno a Tusa si svolge nell’incantevole cornice del bosco di Tardara presso l’area attrezzata San Felice di Nicosia e consente di trascorrere una giornata all’insegna dei prodotti tipici e delle escursioni immersi nella natura..

Ottobre – Sagra della castagna
La Sagra della castagna a Tusa ha luogo l’ultimo week end di ottobre con la distribuzione di caldarroste tra balli e canti della tradizione siciliana.

_________________________________

Prodotti Tipici Tusa

Il territorio di Tusa è noto per l'olio di oliva di qualità prodotto nelle sue campagne ed i formaggi preparati che ancora oggi vengono confezionati con i metodi di una volta, come la tuma, le provole e la ricotta. Ottimi anche gli insaccati, il pane casereccio e le specialità della pasticceria locale, come i taralli e i biscotti a base di mandorle e pistacchi, i gelati e le granite.

_________________________________

Come arrivare a Tusa

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT e autostrada A20 PA-ME, uscita Tusa.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Messina
  • Altitudine: 614 m. s.l.m.
  • Popolazione: 2.999
  • Prefisso: 0921
  • CAP: 98079
  • Abitanti: Tusani
  • Santo Patrono: Maria SS. Assunta
  • Festa: 13 - 14 -15 Agosto
  • Sito ufficiale: Comune di Tusa - www.comunetusa.gov.it

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Tusa

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito