itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Venetico

Venetico Venetico in provincia di Messina

Comune di Venetico, Messina

Venetico, piccolo borgo medievale intriso di storia, mito, arte e cultura

Uno dei borghi più piccoli della Sicilia è Venetico, in provincia di Messina, sul versante tirrenico dei Monti Peloritani. Un paesino di appena 400 abitanti, di cui si parla da tempi remoti. La tradizione vuole infatti che nel 36 a.C., nelle acque antistanti Venetico Marina, la flotta di Sesto Pompeo fu distrutta da quella comandata da Marco Vipsanio Agrippa, nella battaglia navale di Nauloco. Ciò nonostante le prime notizie di Venetico risalgono al Medioevo, periodo storico in cui nacque l’originario villaggio, costituito da una taverna e abitato da quattro famiglie di contadini, Cassinesi, Curatini, Milleroni e Remerceni. All’inizio del XIII secolo il feudo fu concesso ai fratelli Simone e Rainero de Venetico, dai quali il borgo prese il nome. Ma quando la casata si estinse per mancanza di eredi, il paesino passò alla famiglia degli Arduino, che ne fu proprietaria fino al Quattrocento. Alla morte dell’ultimo degli Arduino, i beni furono devoluti alla Real Corte e nel 1447 re Alfonso d’Aragona vendette il feudo di Venetico al nobile Corrado Spadafora.

Cosa vedere a Venetico

Sotto la guida del barone Spadafora e della sua famiglia il villaggio si espanse, aumentando di popolazione, e verso la metà del XV secolo venne costruito anche il Castello di Venetico che, ancora oggi, sorge in cima ad una collina e con la sua imponente mole sovrasta l’abitato. Il castello è il monumento principale del comune di Venetico. Nel 1908 fu gravemente danneggiato dal sisma che colpì la città di Messina, e ridotto ad un rudere. Poco distante sorge la piccola Chiesa di Santa Caterina, risalente al XVIII secolo e restaurata qualche decennio fa. Nell’aspetto è simile al cosiddetto martyrion, la chiesa che in epoca bizantina veniva costruita sulla tomba di un martire o sul luogo in cui era avvenuta la sua morte. La Chiesa di Sant’Anna, d’impronta barocca, è stata realizzata nel 1662, quella intitolata all’Immacolata nel 1618, e sul sito di una chiesa più antica. Una visita merita la Chiesa Madre San Nicolò che si innalza nei pressi di una bella fontana monumentale sormontata dalla statua di una sirena. L'edificio religioso, risalente agli inizi del XVI secolo, nel tempo è stato sottoposto a lavori di ristrutturazione ed anche il suo campanile è stato ricostruito sul modello di quello crollato con il terremoto del 1908. All'interno è ornato da stucchi e da un soffitto a cassettoni e custodisce numerose opere d’arte, tra cui statue e tele pregevoli. Tra i capolavori ricordiamo l’Adorazione dei Magi, opera del 1532 di Francesco Bonajuto, il Cristo alla colonna e flagellazione del Cinquecento, ed il quadro della Madonna del Rosario del 1605, del pittore barcellonese Gaspare Camarda.

Offerta B&B Venetico
Dormire a Venetico

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Venetico

Il territorio di Venetico è situato tra le valli dei torrenti Senia e Cocuzzaro, che segnano il confine rispettivamente con i comuni di Valdina e di Spadafora. Lo sbocco sul mar Tirreno è invece costituito dal centro abitato di Venetico Marina, che ospita il Comune di Venetico e le chiese della Madonna del Carmelo del 1883 e della Madonna delle Grazie. Nel lungomare vi sono negozi, bar e ristoranti e la spiaggia di Venetico in estate si riempie di tantissimi bagnanti e turisti. L’Oasi della Madonna di Lourdes sorge in un punto panoramico e s’incontra lungo la strada provinciale che conduce al centro abitato di Venetico Superiore.

_________________________________

Feste e Sagre Venetico

Luglio – Festa della Madonna del Carmelo, patrona di Venetico Marina
Il 16 luglio si festeggia la Madonna del Carmelo con una suggestiva processione per le vie di Venetico Marina e la celebrazione della Santa Messa.

Agosto – Festa del Volto Santo
Il 6 agosto il quadro del Volto Santo viene condotto in processione per le strade di Venetico Superiore, dalla chiesa Madre, nel quale si trova custodito, sino alla piazza Immacolata dove i presenti riceveranno la benedizione. Si tratta della raffigurazione del fazzoletto che fu posto sul volto di Gesù dopo la morte, risalente al 1625.

Dicembre – Festa di San Nicola di Bari, patrono di Venetico Superiore
Il Patrono di Venetico si celebra il 6 dicembre con la processione del simulacro alla quale prendono parte numerosi fedeli.

Natale – Presepe vivente
Nei giorni di Natale a Venetico Superiore, tra le stradine dell’antico borgo, viene allestito un suggestivo presepe vivente con personaggi in costume d’epoca.
_________________________________

Prodotti Tipici Venetico

Tra i prodotti tipici locali vi sono i formaggi, le carni e i dolci.
_________________________________

Come arrivare a Venetico

Da Palermo: Autostrada A18 PA-ME, uscita Milazzo. Proseguire su SS 113 in direzione Messina. Immettersi sulla SP 56 di Rometta seguendo le indicazioni per Venetico Superiore.
Da Messina: Autostrada A18 PA-ME, uscita Rometta. Proseguire su SS 113 in direzione Palermo. Immettersi sulla SP 56 di Rometta seguendo le indicazioni per Venetico Superiore.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Messina
  • Altitudine: 227 m. s.l.m.
  • Popolazione: 3.913
  • Prefisso: 98040
  • CAP: 090
  • Abitanti: Veneticensi o Venetichesi
  • Santo Patrono: San Nicolò Vescovo
  • Festa: 6 Dicembre
  • Sito ufficiale: Comune di Venetico - www.comunevenetico.me.it

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Venetico

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito