itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Petralia Soprana

Petralia Soprana Piazza Duomo e Chiesa Madre

Comune di Petralia Soprana, Palermo

Petralia Soprana, un piccolo gioiello incastonato nel cuore delle Madonie

Petralia Soprana è un pittoresco borgo delle Madonie dalle origini antiche, intimamente legate con quelle di Petralia Sottana. In origine vi era una sola Petralia ed era l’antica Petra, fondata dai Sicani, che nel III secolo a. C. si schierò con Roma nella guerra contro i Cartaginesi e citata da Cicerone nelle Verrine che la lodò per i vini, la cortesia e la fede degli abitanti. Fu poi conquistata dagli Arabi, che le diedero il nome di Batraliah, (da batra “pietra” e liah “alta”) e la trasformarono in uno dei centri militari più importanti delle Madonie. Già a quel tempo è attestata la presenza di una rocca fortificata, nota come u castru. In realtà di castelli in questa terra ne sorsero due. Nel XII secolo Al Idrisi, il geografo del re Ruggero, descrive Petralia come «[..] nobil castello e superbo fortalizio, con campi da seminagione continui e vasti, e con abbondanti produzioni del suolo. Ha una rocca ed un mercato che non la cede per nulla a quelli delle maggiori città». E’ questa la fortezza fondata dal Gran Conte normanno Ruggero, attorno alla quale si sviluppò il borgo di “sotto”, separando così la comunità di Petralia in due città sorelle: Soprana e Sottana.
Petralia Soprana è un piccolo gioiello incastonato nel cuore delle Madonie che affascina i visitatori per il suo centro abitato con le case di pietra grezza, i balconi in ferro battuto ornati di gerani e le tante chiese custodi di pregevoli opere d’arte. In questo borgo hanno lavorato scultori come i Gagini, frate Umile da Petralia, i Serpotta, congiuntamente a tanti artigiani locali della pietra e del ferro che con estro e maestria hanno decorato portali di case, chiese e palazzi.

Cosa vedere a Petralia Soprana

Petralia Soprana è il più alto comune della provincia di Palermo e uno dei borghi più belli d’Italia. Ma è soprattutto un paese antico dall’incredibile fascino, con scorci e scenari meravigliosi che si svelano passeggiando tra i cortiletti, le tortuose e strette viuzze che salgono e scendono e lungo le scalinate. Il centro abitato porge ai visitatori ben tre belvedere dai quali, sospesi tra terra e cielo, si gode un panorama stupendo e suggestivo che abbraccia un po’ tutta l’isola. Sono i belvedere di Loreto, del Carmine e di Piazza Duomo. In quest’ultima si innalza la Chiesa Madre SS Apostoli Pietro e Paolo con l’elegante colonnato realizzato dai fratelli Serpotta, affiancato da due campanili, uno di epoca normanna e l’altro settecentesco. Al suo interno conserva svariate opere d’arte, tra cui il Crocifisso di Frate Umile da Petralia, la statua marmorea della Madonna dell’Udienza di Antonello Gagini, la Madonna della Catena di Giorgio Brigno da Milano, un tabernacolo ligneo di Pietro Bencivinni e una delle tante opere realizzate dallo Zoppo di Gangi. Nella Chiesa di Santa Maria di Loreto di Petralia Soprana si possono ammirare la pregevole ancona di Giandomenico Gagini raffigurante episodi della vita di Gesù, statue attribuite a Filippo Quattrocchi da Gangi e le sculture lignee secentesche dei Santi Cosma e Damiano. La chiesa fu edificata sui resti del castello, si presenta con una pianta a croce greca con quattro cupole angolari e due campanili che terminano con cuspidi policrome. Quella dedicata al Santissimo Salvatore rappresenta l’unico esempio di chiesa con pianta ellittica presente sulle Madonie. L’edificio di culto conserva dipinti e sculture, tra cui un San Giuseppe dello scultore Filippo Quattrocchi. Il Comune di Petralia Soprana è ospitato in quello che un tempo era il Convento dei Carmelitani, si affaccia in Piazza del Popolo con un bel prospetto neogotico, con tanto di finestre ogivali e merlatura, e si affianca al Palazzo Pottino di Echifaldo di epoca ottocentesca. Ai margini del centro abitato si trova la Chiesa di Santa Maria di Gesù con il Convento dei frati minori riformati dove, si racconta, trascorse i primi anni del noviziato Frate Umile da Petralia. L’edificio mostra sulle pietre della facciata un pregevole intarsio a bassorilievo con motivi floreali di ispirazione spagnoleggiante.

Bed and Breakfast Petralia Soprana
Dormire a Petralia Soprana

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Petralia Soprana

Il borgo di Petralia Soprana sorge ad oltre mille metri di altitudine in un territorio solcato dalle acque del fiume Salso, ricoperto da boschi e da una lussureggiante vegetazione mediterranea che ricade quasi interamente nel Parco delle Madonie. Una visita merita Villa Sgadari, dimora signorile in stile barocco, posta al margine dell'abitato, con i balconi ornati con inferriate a petto d'oca e sorretti da artistici mensoloni in pietra e i soffitti con volte a crociera. La tradizione popolare vuole che sia collegata alla torre di Petralia Soprana che sorge su un’altura vicina. In contrada Cerasella sono ancora oggi visibili i resti dell’antico acquedotto un tempo utilizzato per portare l’acqua della sorgente del Savochella al paese. Tra le contrade di Raffo e Pellizzara si trova il sito archeologico con i resti della Villa Santa Marina risalente tra il I e il II secolo, dove sono state portate alla luce sepolture di età medievale. Nei pressi di Raffo si trova una miniera di salgemma che conta 80 chilometri di gallerie che si snodano nelle viscere della montagna ed ospita un Museo di sculture di Salgemma. Gli amanti della natura non devono mancare una visita al Parco Avventura Madonie, in contrada Gorgonero, dove potranno svolgere diverse attività tra cui passeggiate a cavallo, trekking e arrampicate sportive.

_________________________________

Feste e Sagre Petralia Soprana

Marzo – Festa di San Giuseppe
La Festa di San Giuseppe a Petralia Soprana si svolge nella Chiesa del SS. Salvatore con la messa solenne a cui segue la processione del simulacro e la benedizione del pane.

Pasqua
Nella settimana di Pasqua a Petralia Soprana si succedono le funzioni religiose che comprendono la Messa in Coena Domini del Giovedì Santo con la lavanda dei piedi, la processione del Venerdì Santo da Loreto e l’incontro della Domenica di Resurrezione tra la Madonna e il Cristo Risorto.

Maggio – Festa del SS. Crocifisso
Il SS. Crocifisso a Petralia Soprana è celebrato il 3 maggio, giorno in cui si svolgono la tradizionale processione e la benedizione dei campi.

Giugno – Festa dei SS. Pietro e Paolo, patroni
Il 29 giugno si celebra la festa patronale di Petralia Soprana in onore dei Santi Apostoli Pietro e Paolo i cui simulacri vengono portati in processione per le vie del paese.

Agosto – Festa del SS. Salvatore
La Festa del SS. Salvatore a Petralia Soprana ha luogo il 6 agosto ed è annunciata la mattina presto dal suono delle campane. Le celebrazioni culminano il pomeriggio con la messa solenne, la processione del SS. Salvatore, lo spettacolo in piazza e gli immancabili fuochi d’artificio.

Agosto – Sagra del grano
A Petralia Soprana nel mese di agosto va in scena la rappresentazione del lavoro nei campi nella Sagra del grano di Pianello, tra musiche e balli della tradizione siciliana.

Agosto – Matrimonio Baronale
A Ferragosto a Petralia Soprana si rievoca il Matrimonio Baronale tra Donna Catarina Sgadari e Don Giuseppe Di Maria con la sfilata in abiti d’epoca, l’esibizione degli stendardieri delle confraternite paesane, enogastronomia e folklore.

Agosto – Festival Internazionale dei Mondi
Il Festival Internazionale dei Mondi di Petralia Soprana è un gran galà del folklore al quale partecipano gruppi internazionali da tutto il mondo.

Agosto – Sagra del salgemma
A Raffo di Petralia Soprana nel mese di agosto si celebra il salgemma con il rito del sale, visite guidate, prodotti tipici e il Raffo Music Festival.

Settembre – Festa dei Santi Cosma e Damiano
La festa dei Santi Cosma e Damiano a Petralia Soprana ricorre il 27 settembre di ogni anno. Le celebrazioni sono seguite con grande devozione dai fedeli che prendono parte alla fiaccolata con le immagini dei santi e ad una suggestiva processione serale dei simulacri.

Ottobre – A pistata da racina
A pistata da racina di Petralia Soprana è l’atteso appuntamento con la tradizione contadina e la pigiatura dell’uva tra degustazioni e balli popolari.

Dicembre – Festa di Santa Lucia
La festa di Santa Lucia a Petralia Soprana è particolarmente sentita e il suo programma prevede la celebrazione eucaristica presso la chiesa di Santa Lucia e la distribuzione della cuccìa e degli “ucchiuzzi” di Santa Lucia.

Natale
Il Natale a Petralia Soprana è il Presepe d’InCanto allestito nelle sale di Palazzo Pottino con le sculture dell’artista Trapani Pierluca che si ispirano all’arte di Giacomo Serpotta tra effetti sonori, musiche e il racconto della Natività.

_________________________________

Prodotti Tipici Petralia Soprana

Tra i prodotti tipici di Petralia Soprana si annoverano i formaggi, il vino, gli insaccati e le specialità dolciarie legate soprattutto alle festività. Da gustare anche i piatti tipici delle Madonie preparati secondo le ricette più antiche.

_________________________________

Come arrivare a Petralia Soprana

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT uscita Irosa. Proseguire su SP138 in direzione di Blufi e su SP 11 e SS290 seguendo le indicazioni per Petralia Soprana.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Palermo
  • Altitudine: 1147
  • Popolazione: 2.917
  • Prefisso: 0921
  • CAP: 90026
  • Abitanti: Petralesi o Sopranesi
  • Santo Patrono: SS. Pietro e Paolo
  • Festa: 29 Giugno
  • Sito ufficiale: Comune di Petralia Soprana - www.comune.petraliasoprana.pa.it

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito