itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Noto

Noto Palazzo Ducezio

Noto, l’Urbs Ingeniosa riconosciuta "Patrimonio dell’Umanità"

  L’Urbs Ingeniosa, come la definì Ferdinando il Cattolico nel 1503, è riconosciuta "Patrimonio dell’Umanità" per la ricchezza dei suoi beni architettonici di fattura barocca. Il tour di Noto può iniziare dalla Porta Reale, il monumentale ingresso realizzato in occasione della visita in città di Ferdinando II di Borbone. Percorrendo il Corso Vittorio Emanuele, vi ritroverete a passeggiare con lo sguardo all’insù per contemplare i decori delle chiese e dei palazzi barocchi, i balconi con i parapetti in ferro battuto, le mensole a forma di putti, sirene e figure grottesche, le scalinate e le terrazze scenografiche.
Lungo il corso si incontrano tre piazze, ognuna abbellita da una chiesa. Piazza Immacolata è coronata dalla facciata barocca della Chiesa di S. Francesco all’Immacolata con annesso il convento, preceduta da un’imponente scalinata. Piazza del Municipio è resa incantevole dalle linee curve di Palazzo Ducezio e dalla maestosa scalinata, al di sopra della quale si erge superba la Cattedrale, al cui fianco sorgono l’ottocentesco Palazzo Vescovile e il Palazzo Landolina dei marchesi di Sant’Alfano. Piazza XVI Maggio, in fondo al corso, è dominata dall’elegante facciata convessa della Chiesa di S. Domenico, capolavoro del Gagliardi, e chiusa sul lato opposto dall’imponente mole in stile neoclassico del Teatro Vittorio Emanuele
  Anche il territorio circostante offre spunti di interesse storico-archeologico e paesaggistico. Una visita meritano i resti dell’antica città di Noto, eretta dal re dei Siculi Ducezio nel 428 a.C. e rasa al suolo dal terremoto del 1693. Un destino solo in parte nefasto, perché a causa del sisma fu costruita l’attuale Noto, indiscussa e meravigliosa capitale del barocco siciliano.

Offerte Hotel Noto
Prenota Bed and Breakfast Noto

Booking.com

_________________________________

COSA VEDERE VICINO NOTO

 Per fare visita ai resti dell’antica città di Noto, bisognerà recarsi nel Parco archeologico dell’Alveria, a circa 15 km dalla città, dove sono stati rinvenute necropoli sicule risalenti al IX e XIII secolo e dove si possono ammirare i ruderi della cinta muraria dell’antica Noto e del castello, la Porta della Montagna, le rovine delle chiese medievali, rinascimentali e barocche e dei palazzi, i resti di un gymnasium e di mura risalenti al periodo ellenistico (II secolo a.C.). Quassù si trova anche l’Eremo di Santa Maria della Provvidenza, costruito dopo il terremoto del 1693.
  Il territorio di Noto comprende tanti altri siti di interesse archeologico, fra tutti spiccano il villaggio preistorico che si trova nei pressi dei ruderi del castello vecchio, con circa duecento tombe a grotticella, gli ipogei sepolcrali di età tardo antica e la basilichetta rupestre di età medievale rinvenuti in contrada Santa Lucia di Mendola. Da visitare è anche l’antica città greca di Eloro, edificata alla fine dell’VIII sec. a. C. con il santuario dedicato alle divinità Demetra e Kore, le latomie, una piccola basilica bizantina ed altri manufatti antichi. Nei pressi del fiume Tellaro si trovano i resti di una villa tardo-romana di epoca imperiale del IV sec. d.C. con splendidi mosaici pavimentali. Nell’Oasi faunistica di Vendicari vi sono altre testimonianze storiche, tra le quali la torre di epoca svevo-aragonese e i resti di una tonnara settecentesca. Nei pressi vi è la Cittadella dei Màccari dove sono stati portati alla luce i resti di un abitato tardo-romano, quattro piccole basiliche bizantine, ipogei cimiteriali e sepolcri ad edicola.
_________________________________

FESTE E SAGRE NOTO

Febbraio – Festa di San Corrado Confalonieri, patrono
  La  processione dell’urna con le spoglie mortali del Santo patrono, seguita dai portatori dei “cilii” (intorci grandi) si svolge due volte l’anno: il 19 febbraio e l’ultima domenica di agosto.

Settimana Santa
  I riti della Settimana Santa cominciano il Venerdì Santo con la processione della Santa Spina e del simulacro del Cristo Morto e della Madonna Addolorata, e si concludono la Domenica di Pasqua con l’incontro in Piazza Municipio dei simulacri della Vergine e del Cristo Risorto.

Maggio – Infiorata e Corteo Barocco
  La terza domenica di maggio nella via Nicolaci si potrà ammirare uno splendido mosaico multicolore, dove fiori di campo, garofani, gerbere, margherite e rose danno vita a quadri raffiguranti motivi religiosi, mitologici e di cultura popolare. La manifestazione, che propone ogni anno un tema diverso, allieta i suoi ospiti con mostre, convegni, spettacoli musicali e con la sfilata di un corteo in costume d’epoca per le vie del centro storico.

Maggio – Festa dell’Alveria
  A Noto antica si svolge la festa dell’Alveria, occasione per trascorrere una giornata tra i ruderi dell’antica città, distrutta dal terremoto del 1693.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI NOTO

 Oltre alle specialità gastronomiche della cucina locale, a Noto è d’obbligo gustare i vini, tra i quali l’Eloro DOC e Nero d’Avola e il Moscato DOC, ma anche i dolci e gli altri prodotti preparati dagli artigiani pasticcieri: la frutta martorana, i biscotti e il latte di mandorla, i cannoli, i torroni e i dolci confezionati con le mandorle dei mandorleti attorno alla città, uno dei tanti presidi Slow Food dell’isola.
_________________________________

COME ARRIVARE A NOTO

  Da Catania: Autostrada A18 Siracusa-Gela, uscita Noto.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Siracusa
  • Altitudine: 152 m. s.l.m.
  • Popolazione: 23.595
  • Prefisso: 0931
  • CAP: 96017
  • Abitanti: netini
  • Santo Patrono: San Corrado Confalonieri
  • Festa: 19 febbraio

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Noto

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…