itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Favignana

Favignana Il centro abitato di Favignana

Favignana, la "perla" delle Egadi epilogo della prima guerra punica

  Omero la descrive come un’isola bassa che si allunga al di là del porto, ricca di selve e capre selvatiche, né molto vicina né molto lontana alla contrada dei Ciclopi. Salvatore Fiume la rappresenta a forma di farfalla, con le ali dispiegate sull’azzurro mare. Questa è Favignana, la sorella maggiore delle isole Egadi, considerata la “perla” dell’arcipelago, distante pochi chilometri dalla costa trapanese. I primi ad interessarsi all’isola furono i Cartaginesi: in queste acque si combatté nel 241 a.C. la battaglia che pose fine alla prima guerra punica, tra i Romani e i Cartaginesi. Aegusa, come la chiamavano i Greci, nel medioevo prese il nome dal vento caldo che soffia in alcuni periodi dell’anno: il Favonio. Molte le civiltà stanziatesi nell’isola: gli Arabi, ai quali di deve la realizzazione di un primo sistema di tonnara; i Saraceni, che edificarono le torri di S. Caterina e di S. Leonardo; i Normanni che le trasformarono in fortezze.
 La storia di Favignana si lega principalmente alla famiglia Florio, alla quale si devono lo sviluppo della pesca del tonno e l’impianto della tonnara, la cui imponente mole si intravede dal piccolo porto. Fu realizzata su progetto dell’architetto Giuseppe Damiani Almeyda, lo stesso che ideò nel 1876 la villa in stile liberty residenza della famiglia Florio, all’interno della quale vi è l’Antiquarium. Il centro abitato gravita attorno la Piazza Matrice, che accoglie la settecentesca Chiesa Madre. Da qui è facile spostarsi nell’antico rione Sant’Anna e passeggiare per le stradine lastricate, dove le case basse di tufo si dispongono attorno ai cortili profumati dalle piante aromatiche.

Prenota Bed and Breakfast a Favignana
Offerte Hotel Favignana

Booking.com

_________________________________

COSA VEDERE VICINO FAVIGNANA

  La natura, in quest’isola, sfoggia ogni sua seduzione. Basta percorrere il lungo perimetro di coste, scogliere e calette per rendersene conto. Cala Rossa, Cala Azzurra, le più vicine al centro abitato; Cala Rotonda, Cala Grande e Punta di Ferro, le più distanti. Un giro in barca consente di scoprire le grotte che si aprono sul mare: Grotta Azzurra, Grotta dei Sospiri e Grotta degli innamorati, solo per citarne alcune. Affascinanti le cavità naturali in prossimità di Cala S. Nicola, dove è possibile ammirare i graffiti preistorici. La macchia mediterranea conferisce al paesaggio un fascino straordinario, reso ancor più suggestivo dalle cave di tufo bianco, con le pareti ancora scalfite dagli arnesi dei cavatori che dalla roccia strappavano i cantuna per poi realizzarci le case. L’estrazione di tufo in passato era una delle principali attività dell’isola e da qui il materiale veniva esportato sino in Nord Africa.
_________________________________

FESTE E SAGRE FAVIGNANA 

Maggio/giugno – Mattanza
  La mattanza ha origini antichissime e segue un rituale immutato nel tempo, conservando gesti e gerarchie del passato. Quella di Favignana è una tonnara “di corsa” e i tonni vengono catturati tra maggio e giugno, quando giungono nel Mediterraneo alla ricerca di acque calde e ricche di sale dove riprodursi. L’isola è uno dei pochi luoghi del mondo in cui si può ancora assistere alla lotta dei tonni che, al ritmo delle cialome (canti propiziatori di origine araba), vengono sospinti dai tonnaroti verso il quadrilatero della morte.

Marzo – Festa di San Giuseppe, patrono di Marettimo
  Per la festa del Santo patrono nelle case degli abitanti di Marettimo vengono allestiti piccoli altari e nella piazza principale viene servito il pranzo alla Sacra Famiglia, alla cui preparazione partecipa tutto il paese. Seguirà la processione del simulacro di San Giuseppe. Il Santo è festeggiato anche a Levanzo con la processione e la distribuzione del pane.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI FAVIGNANA

  Nella tradizione gastronomica delle Isole Egadi il ruolo principale non poteva che spettare al pesce ed, in particolare, al tonno rosso e ai suoi derivati quali la tunnina, la bottarga, il musciame, la ficazza (salame di tonno) ecc... Da gustare anche l’ottimo cous cous di pesce locale.
_________________________________

COME ARRIVARE A FAVIGNANA

  Da Trapani partono aliscafi e traghetti.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Trapani
  • Altitudine: 6 m. s.l.m.
  • Popolazione: 4.132
  • Prefisso: 0923
  • CAP: 91023
  • Abitanti: favignanesi
  • Santo Patrono: SS. Crocifisso
  • Festa: 14 settembre

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Favignana

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…