itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Testa di turco

  Se c’è un dolce della tradizione siciliana legato ad un avvenimento storico, senza dubbio è la “testa di turco”, tipico del ragusano ed in particolar modo di Scicli.

La Testa di Turco di Scicli

  Le origini del dolce risalgono infatti alla vittoria conseguita dai Normanni sui Saraceni nella famosa battaglia che si svolse nel 1091 nei pressi di Donnalucata, tra l’esercito capeggiato dal Conte Ruggero d’Altavilla e quello guidato dall’emiro Belcane.
La leggenda narra che il Gran Conte durante lo scontro chiese l’aiuto divino e che questo arrivò sotto forma di una Madonna su un cavallo bianco, vestita con un corsetto rosso, un manto celeste, una corona d’oro in testa e recando nella mano destra una spada. Grazie a quell’apparizione i Normanni riuscirono a sconfiggere i Saraceni, ai quali non rimase altro che abbandonare la città e consolarsi consumando il cosiddetto “trofeo dei vinti”. La testa di turco, quindi, rappresenta uno dei pochi dolci realizzati per risollevare i "vinti" piuttosto che per celebrare i "vincitori".

La Ricetta della Testa di Turco

 Non è un caso che la Testa di Turco a Scicli viene preparata nel mese di maggio, nel giorno in cui si festeggia la Madonna delle Milizie, anche se si trova nelle pasticcerie locali in ogni periodo dell’anno. La particolarità di questo dolce sta nelle sue dimensioni, arrivando a misurare sino a 20-25 centimetri di diametro, per conferirgli l’aspetto di un vero e proprio turbante.
La Testa di Turco infatti è un grande bignè con la forma tipica di un turbante, ripieno di crema pasticcera o crema di ricotta, spolverizzato con lo zucchero a velo. Ma c’è anche chi a quest’ultimo preferisce il miele, altri invece conferiscono al dolce un aspetto tipicamente barocco aggiungendo i canditi alla ricotta o completando la decorazione con la granella di pistacchio e le gocce di cioccolato.

© Riproduzione riservata

_________________________________

Preparazione della Testa di Turco

 In una casseruola fare sciogliere lo strutto nell’acqua a fuoco lento con lo zucchero e il sale e la farina setacciata, aggiunta poco alla volta. Mescolare il composto con un cucchiaio di legno per eliminare i grumi, fino a quando si stacchi dalle pareti della casseruola. Togliere il tegame dal fuoco, versare il contenuto in una terrina ed aggiungervi le uova, una alla volta. Con una sac à poche, versare il composto su una teglia unta, formando dei bignè ed infornare a 180-200°C per 45 minuti, ponendo attenzione a non aprire il forno durante la cottura.
Nel frattempo preparare il ripieno aggiungendo alla ricotta, precedentemente setacciata, lo zucchero e le gocce di cioccolato e mescolare sino ad ottenere un composto omogeneo e morbido. Farcire le teste di turco con la ricotta e spolverare il tutto con lo zucchero a velo e la granella di pistacchio.

Informazioni aggiuntive

  • Ingredienti:


    per i bigné
    300 g di farina 00
    100 g di strutto
    4 uova intere
    un pizzico di sale

    per la farcitura e la decorazione
    400 g di ricotta vaccina
    150 g di zucchero
    zucchero a velo
    gocce di cioccolato
    granella di pistacchio

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito