itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Uva da tavola di Canicattì Igp

  L’uva da tavola di Canicattì non ha bisogno di presentazioni, essendo conosciuta ed apprezzata in tutta Italia ed anche all’estero per il suo elevato valore qualitativo. Dagli anni Novanta, inoltre, si fregia del marchio IGP e pertanto le sue specifiche qualità sono strettamente legate al territorio in cui si produce, che si caratterizza per la natura calcarea dei suoli e il clima tipicamente mediterraneo. Quest'uva viene prodotta nei vigneti ricadenti nel territorio a cavallo tra le province di Agrigento e di Caltanissetta, particolarmente vocato alla coltura della vite.
 L’uva da tavola di Canicatti Igp appartiene alla cultivar Italia, che è il risultato dell’incrocio tra la varietà Bicane e la Moscato d'Amburgo, eseguito nel primo decennio del secolo scorso dal genetista ed agronomo Alberto Pirovano che riuscì ad ottenere un’uva dai grappoli grandi e dagli acini corposi.
 A Canicattì i vigneti cominciarono a diffondersi solo a partire dagli anni Settanta, epoca in cui gli agricoltori della zona cominciarono ad investire su questa coltura che in breve sostituì le altre piantagioni tradizionali. Da allora le campagne del circondario si arricchirono di vigneti di uva da tavola, allevati a tendone e ricoperti con materiale plastico per garantire la conservazione dei grappoli fino al periodo di raccolta, che in breve diventarono componenti tradizionali del paesaggio agrigentino.
L’uva da tavola di Canicattì viene prodotta con metodo convenzionale, biologico o tramite l’insacchettamento dei grappoli, riducendo così l’utilizzo di prodotti fitosanitari, con notevoli benefici per l’ambiente e per i consumatori. La chiamano semplicemente “oro giallo” per via dei suoi grossi acini e la polpa carnosa dal colore giallo al giallo pallido. L’uva è particolarmente zuccherina, ha un sapore gradevole con un aroma delicato di moscato, ed apporta diverse proprietà benefiche all’organismo, essendo diuretica, purificante e lassativa e contribuendo a ridurre il livello di colesterolo nel sangue. E' ottima da consumare fresca e si presta nella preparazione di marmellate, succhi di frutta e gelatine e come ingrediente nelle ricette di dolci.

_________________________________
RACCOLTA

  La raccolta dell’uva viene effettuata a mano dalla terza decade di agosto e nelle zone più fresche si protrae sino a dicembre inoltrato.

© Riproduzione riservata

 

  • Letto 1780 volte
  • Informazioni aggiuntive

    • Territorio:

       

      Provincia di Agrigento: Agrigento, Aragona, Camastra, Campobello di Licata, Canicattì, Castrofilippo, Comitini, Favara, Grotte, Licata, Naro, Palma di Montechiaro, Ravanusa e Racalmuto
      Provincia di Caltanissetta: Butera, Caltanissetta, Delia, Gela, Mazzarino, Milena, Montedoro, Riesi, San Cataldo, Serradifalco e Sommatino

    • Produzione: Da Agosto a Dicembre
    • Riconoscimenti:

      Indicazione Geografica Protetta (I.G.P.)

    • Sagra:

      Canicattì - Ottobre

    Visita la Sicilia

    Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

    Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

    We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…