itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Olio extravergine d’oliva Val di Mazara Dop

L’olio extravergine di oliva DOP Val di Mazara nasce nella parte occidentale dell’isola, dove sono diffuse le cultivar Cerasuola, Nocellara del Belice, Biancolilla e Giarraffa. Sono proprio queste varietà che concorrono in varia misura alla formazione di questo pregiato olio. In particolare, l’olio DOP Val di Mazara, è prodotto prevalentemente con la Biancolilla, la Nocellara del Belice e la Cerasuola per almeno il 90%  e per il restante 10% vengono utilizzate altre varietà tipiche della zona, come la cosiddetta Ogliarola Messinese, la Giaraffa e la Santagatese.
Le origini dell’olivicoltura in questo territorio si perdono nella notte dei tempi. La diffusione della pianta dell'olivo risale infatti all’epoca della colonizzazione greca. Già nel I secolo a.C., lo storico siceliota Diodoro Siculo, nel libro XIII della sua Bibliotheca historica, riferisce della ricchezza di alberi di ulivo nel territorio agrigentino, da cui gli “Acragantini... traggono abbondanti raccolti che vendono a Cartagine”. Degli ulivi della zona del palermitano invece ne parla il francese Henry Bresc, docente di storia medievale, che riferisce che nel XII secolo, nelle colline di Cefalù, nella Conca d'Oro, attorno a Partinico e nella piana di Carini, furono impiantati oliveti. E a proposito di storia, anche l’appellativo “Val di Mazara” risale all’epoca della dominazione arabo-normanna, quando l’isola venne suddivisa in tre aree amministrative, dette “valli” o “reali domini al di là del Faro”, e il Vallo di Mazara era uno di questi.

Val di Mazara DOP

Gli uliveti dai quali si ricava l’olio DOP Val di Mazara, difatti, prosperano nelle campagne del palermitano e dell’agrigentino, ad un’altitudine che non supera i 700 metri sul livello del mare, dove il clima è di tipo mediterraneo sub-tropicale, con una piovosità concentrata nei mesi autunnali ed invernali.
L’olio Val di Mazara che si fregia del marchio Dop, è leggero e fragrante, e si contraddistingue per il suo colore giallo oro con sfumature di verde intenso, il profumo fruttato con aroma di mandorla ed il retrogusto particolarmente dolce. E’ ricco di polifenoli e di vitamine ed apporta numerosi benefici sul nostro organismo. Alimento principe della dieta mediterranea, viene utilizzato per condire minestre, insalate, verdure, contorni, primi e secondi piatti della tradizione culinaria siciliana.

_________________________________

Raccolta olive DOP Val di Mazara

Le olive per la produzione del DOP Val di Mazara vengono brucate manualmente oppure sono raccolte con mezzi meccanici, a partire dall'inizio dell'invaiatura e sino a fine dicembre, per poi essere molite entro i due giorni successivi alla raccolta.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Territorio:

     

    Provincia di Agrigento: Alessandria della Rocca, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cattolica Eraclea, Cianciana, Lucca Sicula, Menfi, Montallegro, Montevago, Ribera, Sambuca di Sicilia, Santa Margherita di Belìce, Sciacca e Villafranca Sicula
    Provincia di Palermo: tutti i comuni

  • Riconoscimenti:

    Denominazione di origine protetta (D.O.P.)

  • Sagra:

    Menfi (AG) - Novembre

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito