itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Olio extravergine d’oliva Valle del Belìce Dop

   L’olio extravergine d’oliva Valle del Belìce Dop viene prodotto con la Nocellara del Belìce DOP, la cultivar d’oliva a duplice attitudine e l’unica del Belpaese che possa fregiarsi di due riconoscimenti D.O.P. Infatti è indicata sia come oliva da tavola, che per la produzione del pregiato olio.
 La cultivar è tipica della Valle del Belìce, nel territorio trapanese. Cresce infatti nelle campagne di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Partanna, dove è riuscita a prosperare grazie al particolare clima e alle caratteristiche dei suoli. Ci troviamo nella parte occidentale dell’isola, a pochi chilometri dal continente africano, dove le estati sono particolarmente calde, con temperature che arrivano a sfiorare i 40 °C, e gli inverni sono piuttosto miti. I terreni per di più pedologicamente sono caratterizzati da suoli bruni associati con le terre rosse presenti nelle aree litoranee. Tutte queste peculiarità, abbinate tra loro, determinano le condizioni favorevoli alla coltivazione della Nocellara del Belìce, un prodotto unico ed ineguagliabile, che non può crescere al di fuori di questi luoghi. E lo sapevano bene anche gli antichi. I primi ad occuparsi della coltivazione di olive in questo territorio furono infatti i coloni greci di Selinunte, nel VII secolo a.C. e, a partire dal Seicento, l’olivicoltura divenne una delle più importanti risorse economiche della zona.
L’ “oro verde del Belice” è un olio molto pregiato, chiamato così proprio per il suo caratteristico colore verde con i riflessi dorati. Si contraddistingue per l’odore intenso e il sapore fruttato, che conferisce al palato sensazioni di amaro e piccante, più o meno intense. I benefici dell’olio extravergine d’oliva sulla salute umana sono molteplici essendo ricco di antiossidanti. Rallenta infatti l’invecchiamento delle cellule, protegge dall’insorgere di alcuni tumori e previene le malattie del sistema cardiovascolare. L’olio extravergine d’oliva è consigliato a crudo nelle insalate, nelle verdure e per condire secondi di pesce e tutti i piatti della cucina mediterranea.
_________________________________
RACCOLTA

 Le olive utilizzate per la produzione dell’olio sono raccolte da ottobre e sino al mese di dicembre, per abbacchiatura, ma è anche consentito l’utilizzo di strumenti, a condizione che durante il procedimento la drupe non venga a contatto con il terreno. Le olive sono poi conservate in ambienti freschi ed aerati. La molitura avviene entro le 48 ore dalla raccolta.

© Riproduzione riservata

 

  • Letto 1982 volte
  • Informazioni aggiuntive

    • Territorio:

      Provincia di Trapani:  Campobello di Mazara, Castelvetrano, Partanna, Santa Ninfa, Poggioreale e Salaparuta

    • Riconoscimenti:

      Denominazione di origine protetta (D.O.P.)

    Visita la Sicilia

    Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

    Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

    We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…