itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Cavolo vecchio di Rosolini

 Il cavolo vecchio di Rosolini è un altro dei prodotti tipici del territorio, tanto in voga negli anni passati ma che poi, per vari motivi, furono quasi dimenticati. L’ortaggio infatti risultava parecchio coltivato nel secolo scorso nelle campagne di Rosolini, e si dice che non mancasse mai sulle tavole degli abitanti di questa parte della Sicilia sud-orientale. In particolare lo si usava seminare nei bordi di quelle che qui venivano chiamate saline, ossia delle concimaie scavate nel terreno dove i contadini erano soliti accumulare il letame, una volta pulite le stalle. Poi però, dopo gli anni Sessanta, la coltivazione del cavolo vecchio è stata soppiantata da altre più redditizie, e i semi di questa pianta venivano autoprodotti solo da chi possedeva un orto per fare nascere cavoli per esclusivo uso personale.

Cavolo Vecchio di Rosolini Slow Food

Negli ultimi tempi il cavolo vecchio di Rosolini si sta riappropriando di una piccola nicchia di mercato, dopo essere stato tratto in salvo da alcuni produttori locali e grazie al contributo di Slow Food, che ne ha fatto anche un presidio. L’ortaggio è infatti uno dei tanti cavoli siciliani molto apprezzati dagli amanti della buona cucina e soprattutto da chi è alla ricerca degli antichi sapori e così, per il suo recupero e valorizzazione, è stato portato avanti un progetto che ha visto coinvolti alcuni giovani, desiderosi di conoscere e di diffondere le tradizioni locali.
Il cavolo vecchio di Rosolini fa parte delle famiglie delle Brassicaceae e c’è chi sostiene che addirittura ne sia il capostipite. La pianta riesce a vivere per un lungo periodo, dai 5 ai 7 anni, da qui il nome di cavolo vecchio. Come tutti i suoi simili è ricco di minerali e vitamine, ha proprietà antiossidanti ed una forte azione nella prevenzione di alcuni tumori poiché, come gli ortaggi della famiglia delle crocifere, contiene indolo-3-carbinolo. Anzi test di laboratorio hanno dimostrato che in questa varietà di cavolo ve n’è una maggiore concentrazione.
Del cavolo di Rosolini si consumano i germogli teneri che si caratterizzano per il loro sapore intenso e possono essere consumati freschi ad insalata, oppure come condimento per la pasta, nelle zuppe o come contorno a secondi piatti.

_________________________________

Raccolta cavolo vecchio

Le piantine di cavolo vecchio vengono messe a dimora tra agosto e settembre, ed iniziano a germogliare a partire dal mese di ottobre e fino a primavera inoltrata.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Territorio:

     

    Provincia di Siracusa: Noto, Palazzolo Acreide e Rosolini
    Provincia di Ragusa: Ispica, Modica e Ragusa

  • Produzione: Da Ottobre a Marzo
  • Riconoscimenti:

    Presidio Slow Food

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

Utilizziamo Cookie solo per migliorare l'esperienza di navigazione sul sito. More details…