itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Isole di Alicudi e Filicudi: cosa vedere

Alicudi e Filicudi sono due isolette dell’arcipelago delle isole Eolie appartenenti al Comune di Lipari e dalla superficie davvero ridotta, ma nonostante ciò ben visibili anche da Palermo, distante solo un centinaio di chilometri, nei giorni in cui le condizioni atmosferiche sono particolarmente favorevoli. Alicudi conta appena un centinaio di abitanti in Inverno, Filicudi circa 230. Parliamo dunque di due località particolarmente di nicchia ed incontaminate, in cui l'asinello è ancora oggi un mezzo di trasporto apprezzato ed efficiente e dove non è necessario usare l’orologio per misurare il trascorrere del tempo.

L’isola di Alicudi tra natura e paesaggi: le abitazioni tipiche

Le spiagge di Alicudi presentano perlopiù rocce e ciottoli, in alcuni casi sabbia scura di origine vulcanica e si trovano quasi esclusivamente in prossimità del porto. Più che vere e proprie spiagge appaiono come delle piccole insenature raggiungibili direttamente dal mare. È particolarmente suggerito un giro completo dell’isola in barca, che dura in tutto meno di due ore inclusa una sosta per fare il bagno. Per visitare davvero Alicudi - è possibile reperire su Scoprisicilia.com alcuni itinerari - è necessario risalire le vecchie trazzere che consentono di immergersi del tutto nella più tipica macchia mediterranea e ammirare da vicino le piante di capperi, gli ulivi, i carrubi, i castagni, la ginestra e le tantissime altre specie arboree che rendono il paesaggio unico e difficilmente individuabile altrove. Data la vastità e la diversità della flora, anche la fauna qui è particolarmente ricca e varia: gli amanti del birdwatching possono infatti ammirare splendidi esemplari di aironi (incluso l’airone cenerino), il fenicottero rosa, il pellicano, il falco pellegrino, il falco cuculo ed il germano reale. Abbondano anche i conigli. Alucidi è una Riserva Naturale Orientata, e per questo è demandato alla sensibilità di ciascun turista il riuscire ad avere il minimo impatto possibile sulla natura del luogo ed i suoi abitanti.
Le abitazioni di Alicudi presentano il tipico tetto piano che ha lo scopo di raccogliere l’acqua piovana, la quale viene convogliata all’interno di apposite cisterne e adoperata sia per utilizzo domestico che per irrigare le coltivazioni. Tante delle case presentano ancora oggi dei piccoli vani, detti rifriggiraturi (“frigorifero” in siciliano), con una porticina che regola l’afflusso di correnti d’aria dalla temperatura di una decina di gradi circa. Di fianco a ciascuna abitazione può infine capitare di scorgere le cosiddette mannare, ovvero strutture di forma circolare realizzate con pietre a secco nelle quali gli ovini trovano ricovero.

Filicudi, la visuale sull’intero arcipelago e le spiagge esclusive

Filicudi è distante circa 12 miglia marine da Alicudi e mostra le sue evidenti colate laviche che ne hanno segnato la morfologia nel tempo. L’isola si caratterizza per il suo vasto patrimonio di faraglioni, grotte ed insenature che ne arricchiscono le coste, già note sin da tempi remoti come testimoniano le tracce di antichi insediamenti rinvenuti nella parte Sud dell’isola. Anche in questo caso è necessario non limitarsi all’esplorazione delle coste per scoprire in dettaglio le meraviglie del luogo, ma è bene addentrarsi per scoprire fino in fondo tutto ciò che il territorio mette a disposizione del turista. A Filicudi è presente una strada asfaltata percorribile in auto che parte dal porto. Percorrere le vecchie mulattiere consente comunque di potersi addentrare veramente nel cuore dell’isola, laddove è possibile godere di una meravigliosa visuale sull’intero arcipelago delle Eolie circondati da ginestre, fichi d’india e finocchietto selvatico, oltre alla classica macchia mediterranea.
Pecorini a Mare è probabilmente il luogo più famoso e ricercato dell’isola: si tratta di un piccolo villaggio tra mare e montagna in cui d’Estate si affollano i turisti in cerca di un aperitivo, o che desiderano gustare un ottimo piatto a base di pesce. Proprio da Pecorini è possibile salpare a bordo di piccole imbarcazioni che consentono di fare il giro completo dell’isola, incluse alcune soste nei luoghi più suggestivi così da poterne approfittare per fare il bagno. Alcune spiagge tra l’altro, tra queste Praia Vinci, sono raggiungibili soltanto dal mare. A Filicudi vi è infine una grotta da visitare assolutamente per la sua incantevole bellezza, la Grotta del Bue Marino, la quale è in grado di dare vita a splendidi giochi di luce e ai particolari suoni emessi dal frangersi delle onde del mare, che per un particolare gioco di acustica emettono un suono che ricorda da vicino il verso di un bue.

© Riproduzione riservata

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito