Cicerchia di Aidone

Aidone, come gran parte dei paesi dell’ennese, ha avuto tradizionalmente una cucina molto povera in cui prevalevano verdure, cereali e i legumi. Difatti uno dei piatti tipici del luogo, fino a qualche tempo fa, era la polenta preparata con la farina della cicerchia, ottenuta dai semi tostati e macinati e chiamata dalla gente del posto frascuatula.
La cicerchia, il cui nome scientifico è lathyrus sativus, è un legume appartenente alla famiglia delle fabaceae, conosciuto anche con il nome di pisello verde o indiano, cece nero e dente di vecchia, che viene coltivato solo in alcune zone d’Italia e in quantità molto ridotte. Questo perché i semi contengono latirina, una sostanza tossica causa del latirinismo, una malattia neurodegenerativa che porta alla paralisi degli arti inferiori. In passato, comunque, la coltivazione della cicerchia era molto diffusa nel Meridione, anche perché è una pianta che resiste molto bene alla siccità.

Cicerchia Siciliana

Ad Aidone la coltivazione di questo legume ha origini antiche e di recente è stata di nuovo incentivata. I semi di cicerchia sono bianchi e tondeggianti, simili ai ceci ma più schiacciati, e si caratterizzano per il loro sapore dolce che ricorda quello dei piselli. Ricerche recenti inoltre hanno dimostrato che la cicerchia di Aidone contiene valori minimi di latirina. Tuttavia questa può essere eliminata mettendo in ammollo i semi per tutta la notte, in acqua fredda e leggermente salata, prima della cottura. Dopo l’ammollo, l’acqua va buttata e le cicerchie sciacquate sotto l’acqua corrente. La cicerchia è ricca di proteine, di vitamine B1, B2, PP, calcio, fosforo e fibre ed è ottima per la preparazione di zuppe e minestre e per accompagnare salsiccia e cotiche di maiale.

© Riproduzione riservata



➡️Acquista i prodotti tipici siciliani

_________________________________

Raccolta Cicerchia di Aidone

La cicerchia si raccoglie tra luglio e agosto, quando la pianta è ingiallita e i baccelli sono diventati scuri. Le piante vengono falciate dal terreno e lasciate ad essiccare. Successivamente con l’ausilio di una mietitrebbiatrice si separano i semi dal resto della paglia secca.

_________________________________

Informazioni aggiuntive:

  • Territorio: Comune di Aidone (EN)
  • Produzione: Tra Luglio ed Agosto
Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.