Santuario di Santa Rosalia – Capaci

Nel territorio di Capaci, in località “La Portella” sorge la Montagnola di Santa Rosalia con il suo omonimo Santuario. Il toponimo risale al XVIII secolo, epoca in cui il sito fu registrato al regio demanio come Montagnola di Santa Rosalia poiché si narrava che per un breve periodo vi dimorò l’ascetica Rosalia Sinibaldi, prima che costei scegliesse come rifugio l’eremo di Monte Pellegrino, nel capoluogo siciliano, dove secondo la tradizione, morì il 4 settembre 1160.

Santuario di Santa Rosalia di Capaci

Nel territorio di Capaci il culto per Santa Rosalia ha quindi origini molto antiche ed in particolare è stato accertato che in questa grotta si venerasse la Santuzza già nel XVI secolo. Ancora oggi il santuario si affolla di devoti, soprattutto in occasione delle celebrazioni in onore della Santa che si svolgono il 4 settembre di ogni anno, giorno in cui tantissimi devoti si recano presso la grotta in cima alla montagna in un suggestivo pellegrinaggio, al termine del quale viene celebrata la Santa Messa e si può assistere alla discesa del simulacro.

Il Santuario di Capaci

 Il Santuario di Santa Rosalia di Capaci conserva il fascino che è proprio dei luoghi mistici e di fede. Lo si può ammirare in tutta la sua bellezza in cima ad una parete rocciosa, a circa 80 metri sul livello del mare, in uno splendido contesto paesaggistico che comprende diverse grotte, alcune delle quali di interesse archeologico. Lo stesso santuario è ricavato all’interno di una cavità naturale, che ospita un altare ed un’urna con il simulacro ligneo della Santa, raffigurata giacente sul fianco destro e con la mano che sorregge il mento, oggetto di secolare devozione.
Il santuario di Santa Rosalia di Capaci sorge appena fuori dal centro abitato e si raggiunge facilmente a piedi dopo aver percorso un sentiero che termina con una scalinata scavata nella roccia che conduce dinnanzi al prospetto della grotta, realizzato in pietra tufacea. Da quassù si gode un magnifico panorama che abbraccia tutta la costa, che da Isola delle Femmine con il suo isolotto e la torre, si spinge sino a Torre Muzza, nel territorio di Carini.

© Riproduzione riservata



Informazioni aggiuntive

  • UbicazioneLocalità La Portella
Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.