itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Sutera

Sutera Il paese di Sutera

Sutera, borgo di origini mitologiche ricco di storia e scorci incantevoli

 Il grazioso borgo di Sutera, dalle origini mitologiche che ne attribuiscono la fondazione niente poco di meno che a Dedalo, l'architetto ateniese fuggito dal labirinto di Creta ed ospitato dal sovrano Cocalo, si sviluppa tutto attorno alla rupe di gesso del Monte San Paolino. Nel Medioevo era un importante centro economico, tanto da essere citato dal celebre geografo arabo Al Idrisi che così lo descriveva: "A tramontana di Gardutah giace Sutir, circondato da ogni banda dalle montagne, popoloso, industrie, frequentato, di passaggio da chi va e viene".
 Nel 1366 il paese fu ceduto, con privilegio reale, al conte di Caccamo, Giovanni III Chiaramonte, al quale si devono la realizzazione del Santuario di San Paolino e della Chiesa Madre dedicata a Maria SS. Assunta. Quest’ultima è situata nella parte alta del quartiere Ràbato, dove un tempo sorgeva una moschea, di cui include alcuni elementi architettonici, e si caratterizza per la presenza di un elegante portale in pietra calcarea e di un bel campanile. Una strada a serpentina conduce in cima al monte, al santuario sorto sui resti dell’antico castello di origine bizantina, che si affianca al convento dei padri filippini. Al suo interno si possono ammirare le urne d’argento contenenti le reliquie di San Paolino e di Sant’Onofrio. Stucchi di scuola serpottiana adornano gli interni della Chiesa di San Giovanni nell’omonima piazza ed una torre campanaria, con una suggestiva cupola a bulbo, si innalza a fianco della Chiesa Maria SS. del Carmelo, dove è conservata una pregevole statua in marmo raffigurante la Madonna del Soccorso. Dalla Piazza Sant’Agata, sulla quale si affacciano l’omonima chiesa in stile romanico e il Palazzo municipale, si gode un magnifico panorama sul centro abitato e sulla vallata sottostante. Nei pressi si incontrano l’ex Chiesa di Santa Maria degli Agonizzanti, oggi ristrutturata e adibita a centro polivalente, e i ruderi di ciò che resta della residenza nobiliare della famiglia Salomone, dove nacque Francesco Salomone, uno dei tredici mitici cavalieri italiani che il 13 febbraio del 1503, durante un duello, con coraggio ed eroismo affrontarono e vinsero altrettanti cavalieri francesi che li avevano derisi, nella celebre disfida di Barletta.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO SUTERA

   Necropoli con tombe a forno e tracce di un villaggio preistorico dell’età del Bronzo sono presenti sulla Rocca San Marco. Quassù si trova anche un piccolo santuario rupestre con affreschi bizantini.
_________________________________

FESTE E SAGRE SUTERA

Marzo - Festa di San Paolino, compatrono
  Il martedì successivo alla Pasqua, a Sutera si festeggia San Paolino, compatrono del paese assieme a Sant’Onofrio, con una suggestiva processione delle urne (li Santi casci) e dei simulacri dei due Santi che dal Monte San Paolino si reca alla Chiesa di Sant’Agata, per fare rientro al santuario la domenica successiva.

Luglio – Festa della Madonna del Carmine, patrona
  Il 16 luglio solenni festeggiamenti vengono attribuiti alla patrona di Sutera con la processione per le vie del paese del simulacro della Madonna del Carmelo che muovendosi dalla Chiesa del Carmine arriverà a quella di Sant’Agata, per poi farvi rientro.

Agosto – Festa di Sant’Onofrio, compatrono
  Sant’Onofrio viene festeggiato la prima domenica di agosto con la cosiddetta "Processione dei Miracoli" ed una suggestiva processione notturna, che si svolge il sabato precedente, del reliquiario argenteo del Santo.

Natale - Presepe vivente
  Nel periodo natalizio il quartiere più antico di Sutera, il Ràbato, con le case bianche e le strette viuzze rischiarate dalla luce delle torce e dei falò, si anima dei costumi e delle voci di “li panarari, viddani, pastura, conzapiatta, tessitrici”, delle nenie dei cantori locali e del cantastorie, che danno vita ad un romantico e suggestivo presepe vivente, facendo rivivere la civiltà contadina dei primi del ’900.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI SUTERA

  Tra i prodotti tipici di Sutera vi è il miele con il quale si preparano i virciddati, buonissimi dolci a base di mandorle e miele. Le campagne attorno infatti sono coltivate a mandorle, pistacchi, cereali, olive, agrumi ed ortaggi. Da degustare anche i formaggi locali (pecorino) e la ricotta.
_________________________________

COME ARRIVARE A SUTERA

 Da Palermo: SS 121 e SS 189 in direzione di Agrigento, sino allo svincolo per Sutera. Continuare sulla SP 20 bis.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Caltanissetta
  • Altitudine: 590 m. s.l.m.
  • Popolazione: 1.412
  • Prefisso: 0934
  • CAP: 93010
  • Abitanti: suteresi
  • Santo Patrono: Madonna del Carmelo
  • Festa: 16 luglio

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Sutera

Prodotti Tipici

Stiamo organizzando questa sezione...

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…