itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Piedimonte Etneo

Piedimonte Etneo Porta San Fratello

Piedimonte Etneo, borgo settecentesco con uno splendido belvedere sull'Etna

 Un tempo Piedimonte Etneo era conosciuto nella nostra isola col toponimo di “Belvedere”, come annotò nel 1756 lo storico Vito Amico nel “Dizionario topografico della Sicilia”. Forse per la sua incantevole posizione geografica, che dall’alto di una collina domina la parte orientale del Parco dell’Etna. Nei documenti ufficiali, però, il grazioso borgo in provincia di Catania fatto edificare da Ignazio Sebastiano Gravina Amato, terzo principe di Palagonia, aveva come nome Piedimonte, al quale nel 1862 fu aggiunta la parola Etneo, per distinguerlo dal paese suo omonimo in Campania.
Il nucleo abitato fu edificato a partire dal 1687, anno in cui il principe, a seguito di una sentenza dell'allora Tribunale del Real Patrimonio, ottenne la licentia populandi nei territori del feudo. Dopo la costruzione del palazzo baronale e delle abitazioni da destinare ai coloni, fu innalzata la chiesa dedicata a  S. Ignazio di Loyola, prima Matrice di Piedimonte. L’opera di sviluppo del borgo fu proseguita da Ferdinando Francesco, figlio primogenito del fondatore, che governò Piedimonte per più di quarant'anni e realizzò una serie di importanti opere pubbliche, tra cui lo "stradone" e la Porta San Fratello in grandi conci di tufo, chiamata così perché indicava la direzione per raggiungere l’omonima località sul versante tirrenico. Al nobile si deve anche la realizzazione della Chiesa di San Michele, nei pressi della quale sorgono il Palazzo Voces con il prospetto in stile neoclassico e il Palazzo Carpinato. Sulla Via Mazzini, nello stesso luogo in cui sorgeva l’antica matrice, si innalza la Chiesa di Sant’Ignazio in stile neogotico e con due alti campanili in pietra bianca di Siracusa. Poco più avanti s’incontra la Chiesa Madre, edificata nel 1712 ed intitolata alla Madonna del Rosario. Al suo interno sono esposte tele preziose raffiguranti la vita dei Santi.

Offerta Hotel Piedimonte Etneo
Bed and Breakfast Piedimonte Etneo

Booking.com

_________________________________

COSA VEDERE VICINO PIEDIMONTE ETNEO

 Mete di pellegrinaggi sono il Santuario di San Gerardo Maiella, sito in quella che un tempo era denominata contrada Millicucco, ed il Santuario di Maria SS. della Vena, custode di un’antica icona bizantina raffigurante la Madonna col Bambino, che sorge sulla falda nord-est dell’Etna. La leggenda narra che intorno al Seicento alcuni monaci basiliani si misero in viaggio a dorso di un mulo per raggiungere il Monastero di Sant’Andrea Apostolo. Ad un certo punto l’animale che trasportava l’icona si fermò e cominciò a scavare il terreno, dal quale sgorgò una “vena” d’acqua purissima. Il fatto fu considerato un prodigio e si decise di realizzare in quel luogo il Santuario di Santa Maria della Vena. Nella frazione di Presa invece nel mese di agosto vengono attribuiti solenni festeggiamenti a Maria SS. delle Grazie, nella chiesa omonima. Piedimonte Etneo si trova alle pendici del vulcano, parte del suo territorio ricade nel Parco dell’Etna e con i suoi boschi, le montagne e le grotte sparse per il territorio, offre  spunti per  interessanti escursioni naturalistiche.
_________________________________

FESTE E SAGRE PIEDIMONTE ETNEO

Luglio – Festa di Sant'Ignazio di Loyola, patrono
  Il 31 luglio la statua del Santo viene portato in processione per le vie del paese seguito da una folla di fedeli, per fare rientro nella Chiesa Madre in tarda serata. Durante la festa si svolge una gara podistica alla quale partecipano atleti di fama internazionale, che va sotto il nome di Trofeo di Sant'Ignazio.

Settembre – Festa della vendemmia
  Piedimonte Etneo nel mese di settembre accoglie tantissimi visitatori che si spingono sin quassù per la tradizionale "Festa della vendemmia". La manifestazione è allietata, oltre che dalla degustazione dei vini dell’Etna, dall’esibizione di gruppi musicali e folk, dal palio delle botti, dal corteo storico e dalla sfilata dei sbandieratori e dei vendemmiatori in abiti tipici.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI PIEDIMONTE ETNEO

  A Piedimonte Etneo si producono i vini D.O.C. dell’Etna. Nelle campagne attorno al paese, ricche di vigneti, si coltivano anche pere (tipica della zona è la cosiddetta pera “coscia dell’Etna”), mele, ciliegie e pesche. Da gustare le specialità dolciarie locali come le paste di mandorla e i biscotti ripieni con le conserve di pistacchio, albicocca e arancia e con le mandorle.
_________________________________

COME ARRIVARE A PIEDIMONTE ETNEO

  Da Catania: Autostrada A18 ME-CT, uscita Fiumefreddo. Proseguire sulla SS 120 per Piedimonte Etneo.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Catania
  • Altitudine: 348 m. s.l.m.
  • Popolazione: 3.922
  • Prefisso: 095
  • CAP: 95017
  • Abitanti: piedimontesi
  • Santo Patrono: S. Ignazio di Loyola
  • Festa: 31 luglio

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Piedimonte Etneo

Prodotti Tipici

Stiamo organizzando questa sezione...

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…