itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Messina

Messina Duomo intitolato alla Madonna Assunta

Comune di Messina

Messina, la città della Sicilia che si affaccia sul mare dello Stretto con un’insenatura a forma di falce

E’ definita la “Porta della Sicilia” poiché trovandosi nell’estrema punta nord-orientale dell’isola, il suo porto che si affaccia sullo Stretto, la mette in comunicazione con il resto del Bel Paese.
Messina è una città ospitale, ricca di luoghi da visitare e di monumenti, le cui origini si perdono lontano nel tempo. La sua fondazione risale agli antichi Greci che le diedero il nome di Zancle, in seguito mutato in Messana. Il territorio fu abitato anche dai Romani, Bizantini, Arabi e Normanni e sotto quest’ultimi la città visse un periodo di grande splendore divenendo in breve Capitale del Regno della Sicilia assieme a Palermo nonché uno dei più grandi centri commerciali. Nel Cinquecento toccò il vertice della potenza economica e attraversò un periodo di prosperità grazie all’esportazione della seta. Messina ha dato ospitalità a personaggi che hanno fatto la storia, ad illustri letterati, musicisti e giuristi di ogni epoca. Oggi è la terza più grande città della Sicilia e il suo porto, che si affaccia in una pittoresca insenatura a forma di falce, è il primo in Italia per numero di passeggeri in transito. Duramente provata da calamità, la città che vediamo adesso è risorta dalle macerie del terremoto del dicembre del 1908, e tracce del suo glorioso passato sono ancora evidenti nel centro storico dove si possono ammirare bellissime chiese normanne.

Messina cosa vedere: chiese e monumenti

Chi giunge in visita a Messina dal porto viene accolto dalla celebre Statua della Madonnina che rappresenta il simbolo della città. Il monumento principale è il Duomo di Messina realizzato per volere di Ruggero II e dedicato a Santa Maria Assunta. La chiesa è affiancata da un’alta torre campanaria con uno straordinario orologio meccanico-astronomico, il più grande al mondo. Da non perdere la visita al Tesoro del Duomo e alla sua raccolta di paramenti, reliquiari e suppellettili sacre, tra cui la “manta d’oro” della Madonna della Lettera. In Piazza Duomo si può ammirare anche la Fontana di Orione realizzata nel XVI secolo da Giovanni Angelo Montorsoli. A due passi da qui si trova il palazzo sede del Comune di Messina e  dell’Antiquarium. Una visita la meritano la Chiesa di Santa Maria degli Alemanni, splendido esempio di architettura gotica, e la Chiesa della Santissima Annunziata dei Catalani realizzata in epoca normanna sulle rovine dell'antico tempio di Nettuno. Sul colle della Caperrina si innalza magnifico il Santuario della Madonna di Montalto dal cui sagrato si gode il panorama sul porto e sullo Stretto di Messina. Lungo la via Garibaldi s’incontra il Teatro Vittorio Emanuele in stile neoclassico, con la volta decorata da un affresco di Renato Guttuso sulla leggenda di Colapesce. Tra i tanti bei palazzi posti a decoro delle vie del centro e delle piazze, particolarmente interessanti sono il Monte di Pietà progettato da Natale Masuccio, uno dei monumenti più affascinanti del barocco di Messina, e il Palazzo della Prefettura in Piazza Unità d’Italia, che è reso ancor più bello dalla presenza della Fontana di Nettuno. La visita ai monumenti del centro passa anche per il Museo Regionale che nelle sue sale espone le opere di grandi artisti tra cui Caravaggio, Montorsoli, Gagini e il celebre pittore della città dello Stretto Antonello da Messina.

Offerte Hotel Messina
Dove dormire a Messina

Booking.com

_________________________________

Cosa vedere vicino Messina

Oltre alle bellezze storiche e artistiche del centro abitato, Messina vanta un ricco patrimonio di chiese, santuari, abbazie, torri, forti e castelli disseminati nel suo territorio. LAbbazia di Santa Maria della Valle, conosciuta col nome di Badiazza sorge nella zona a nord-est di Messina, lungo la fiumara di San Michele, e rappresenta un bell’esempio di architettura medievale. Della stessa epoca è anche l’Abbazia di Roccamadore i cui resti si possono ammirare tra le abitazioni di Tremestieri. Sui Colli San Rizzo si trova il Santuario della Madonna di Dinnamare dove di venera la pregevole immagine di Maria in trono tra due delfini. Quassù si trova anche il Forte Puntal Ferraro, con tanto di fossato e di ponte levatoio, che ospita un piccolo museo sulle fortificazioni umbertine. Il Forte Gonzaga sorge invece sul Colle del Tirone o Monte Piselli e la sua fondazione risale al XVI secolo per volere di  Carlo V d’Asburgo. Il territorio attorno a Messina offre spunti per interessanti escursioni naturalistiche tra i sentieri del nascente Parco dei Monti Peloritani e del complesso lagunare di Capo Peloro, sul versante a nord della città che si apre sul meraviglioso scenario dei laghi di Ganzirri e di Faro, ovvero il Pantano Grande e il Pantano Piccolo, che è riserva naturalistica e sito di importanza internazionale.

_________________________________

Feste e Sagre Messina

Gennaio – Festa di S. Antonio Abate
Il 17 gennaio a Santo Stefano Medio si celebra Sant’Antonio Abate con la processione, la tradizionale accensione della pira, la benedizione degli animali e la pantomina de "U camiddu e l'Omu sabbaggiu”. Nei giorni di festa ha luogo la Sagra di Sant'Antonio con i prodotti tipici locali.

Pasqua a Messina
Le celebrazioni della Settimana Santa di Messina coinvolgono le chiese della città e culminano la Domenica di Pasqua con la suggestiva processione dei Simulacri di Gesù Risorto e della Madonna della Mercede che ha inizio dalla Chiesa della Madonna della Mercede.

Corpus Domini
Nel giorno della solennità del Corpus Domini a Messina si svolge la Festa del Vascelluzzo e in ricordo della terribile carestia che nel 1603 colpì la città viene portato in processione un vascello in argento.

Giugno – Festa della Madonna della Lettera, patrona
Il 3 giugno di ogni anno la città di Messina si stringe attorno alla Patrona il cui simulacro argenteo posto sopra un’artistica vara viene condotto in processione per le vie del centro, con partenza ed arrivo in Cattedrale.

Giugno – Festa di Sant’Antonio di Padova
La Festa di Sant’Antonio di Padova a Messina del 13 giugno vede la partecipazione di una moltitudine di fedeli che celebra il santo dei miracoli portandolo in processione sopra un carro trionfale alto sette metri. Nei giorni di festa in onore di Sant’Antonio si svolge la Notte Bianca di Messina con musica, spettacoli, mostre e gastronomia

Agosto – Vara Festa della Madonna Assunta
La festa della Madonna Assunta a Messina è legata al culto della Madonna della Lettera e si svolge a Ferragosto giorno in cui per le vie del centro sfila la Vara, un grande carro votivo che simboleggia l'assunzione in cielo della Vergine. La processione della Vara a Messina è preceduta dalla Cavalcata dei Giganti Mata e Grifone che culmina il 14 agosto.

Natale a Messina
Nei giorni di Natale a Messina i quartieri si animano tra manifestazioni, mercatini artigianali, concerti ed eventi di ogni genere e a Castanea va in scena un suggestivo Presepe Vivente.

_________________________________

Prodotti Tipici Messina

La città di Messina riesce e stupire anche a tavola. La sua cucina tipica non poteva che essere legata al mare e al buonissimo pesce fresco locale con il quale si preparano gustose pietanze. Pescespada, vongole, cozze e stoccafisso sono i protagonisti assoluti degli antipasti, primi e secondi delle tante specialità culinarie messinesi che si gustano nei ristoranti in città. Tra gli antipasti troviamo le crespelle di neonata di pesce, la caponata e le sarde a beccafico. Tra i primi eccellono la pasta ‘ncaciata con carne, uova e formaggio filante, la pasta con le sarde alla messinese, il macco di fave e tra i secondi le braciolettine alla messinese, gli involtini di pesce spada e lo stocco alla ghiotta. La cucina messinese è tra le più antiche della Sicilia e le sue prelibatezze passano anche per i contorni, il cibo da strada e i dolci. La focaccia messinese, la cassata, la pignolata messinese, il torrone gelato, il bianco e nero messinese e le inimitabili granite con panna e brioches sono solo alcune delle specialità che si possono gustare nella città dello Stretto. Impossibile elencare tutte le eccellenze. La città di Messina possiede infatti un ricco patrimonio gastronomico fatto di sapori e profumi unici: olio, vino, formaggi e salumi sono le specialità del luogo alle quali si aggiungono l’oliva minuta, il limone Interdonato IGP e naturalmente il suino nero dei Nebrodi, la cui carne è utilizzata per il confezionamento di rinomati insaccati.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Altitudine: 3 m. s.l.m.
  • Popolazione: 241.507
  • Prefisso: 090
  • CAP: 98100
  • Abitanti: Messinesi
  • Santo Patrono: Madonna della Lettera
  • Festa: 3 Giugno
  • Sito ufficiale: Comune di Messina - www.comunemessina.gov.it

Plugin 4

From:

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito