itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Mojo Alcantara

Mojo Alcantara Chiesa Madre - Santuario SS. Crocifisso

Mojo Alcantara, territorio di bellezza selvaggia di origini antichissime

 Una storia antica, fatta di lava e di acqua, lega il territorio tra Mojo Alcantara e Giardini Naxos. Sul finire dell’Ottocento, il geologo Wolfgang Sartorius von Waltershausen, riteneva che la colata lavica che diede forma al promontorio di capo Schisò, sul quale nell’VIII sec. a.C. i coloni calcidesi fondarono la cittadina di Naxos, fosse fuoriuscita dal Monte Mojo, circa mille anni prima di Cristo.  Il Monte Mojo, ai piedi del quale sorge il paese di Mojo Alcantara, è infatti il più settentrionale dei coni avventizi del vulcano più alto d’Europa. La lava nel suo percorso sino al Mar Jonio, ha dato vita anche alle gurne e alle gole di roccia lavica del fiume Alcantara. Di sicuro c’è che le origini di questo territorio sono molto antiche. Già nel V secolo lo storico Tucidide scriveva che Naxos sorgeva alla foce del fiume Achesines o Assinos. Era questo il nome dato dai Greci al fiume Alcantara, conosciuto anche col termine di Onòbala, ossia “fiume dovizioso”, poiché  le sue acque erano popolate da numerose specie ittiche, che poi gli Arabi mutarono in Al Quàntarah, (ponte ad arco), che richiamerebbe all’esistenza in zona dei resti di un antico ponte romano ed, infine, Federico III D'Aragona in epoca normanna denominò flumen Cantaris.
Il borgo di Mojo Alcantara nacque nel 1602, sotto la reggenza di Palmerio Lanza, che quell’anno ebbe in concessione dall’autorità règia la cosiddetta “licentia populandi”. I nobili Lanza fecero così realizzare una torre, che sorgeva nel luogo dove ora si trova la Casa comunale. Si racconta che proprio in questo edificio, intorno al 1630, Giovanni Francesco Pintorno, meglio noto come frate Umile da Petralia, lavorando ininterrottamente giorno e notte, scolpì da un tronco di pero selvatico un crocifisso che si trova conservato nella Chiesa Madre di S. Maria delle Grazie, innalzato a Santuario del SS. Crocifisso.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO MOJO ALCANTARA

 Il territorio di Mojo Alcantara sembra avere antica memoria. Il geografo arabo Edrisi, nel 1150, nella zona compresa tra Randazzo e Castiglione, testimonia l’esistenza di un castello o borgo fortificato, con l’aspetto di un piccolo casale, e che lo stesso definisce al-Mudd (Mojo). Il centro abitato è circondato da un paesaggio di rara bellezza che offre numerosi itinerari per escursioni naturalistiche nel Parco fluviale dell’Alcantara che, per lo spettacolo che offrono le lave del suo letto, rappresenta il fiume più bello dell’isola e, a nord, la Riserva Naturale Bosco di Malabotta con i suoi incantevoli boschi ricchissimi di flora e fauna.
_________________________________

FESTE E SAGRE MOJO ALCANTARA

Maggio – Festa di San Giuseppe, patrono
 Il Santo patrono viene celebrato la seconda domenica di maggio con la processione del simulacro lungo il tradizionale percorso, la benedizione delle campane e i giochi pirotecnici.

Agosto - Sagra delle pesche
  Nel mese di agosto a Mojo Alcantara si svolge la tradizionale sagra delle pesche, con degustazioni e numerosi appuntamenti in programma. La produzione del gustoso frutto estivo rappresenta la principale attività economica del paese.

Settembre – Fiera di Mojo
  La secolare fiera del bestiame, a fera o moju, caratterizza l'ultima settimana di settembre e si svolge in concomitanza con la festa del Santissimo Crocifisso.

Settembre – Festa del SS. Crocifisso
  Quella in onore al Santissimo Crocifisso è la festa più importante del paese, durante la quale viene portato in processione il pregevole del simulacro della Madonna delle Grazie.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI MOJO ALCANTARA

 Le campagne attorno il paese sono coltivate a uliveti e vigneti e si caratterizzano per la loro ricca e variegata produzione agricola che, oltre alle rinomate pesche, comprende il caratteristico cavolfiore rosso moiese. Tra gli altri prodotti tipici locali vi sono l’olio, i vini, i formaggi e le specialità della pasticceria locale.
_________________________________

COME ARRIVARE A MOJO ALCANTARA

 Da Messina: Autostrada A18 ME-CT, uscita Fiumefreddo. Proseguire sulla SS 120 in direzione di Randazzo e su  SP 89 seguendo le indicazioni per Mojo Alcantara.

© Riproduzione riservata

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Messina
  • Altitudine: 538 m. s.l.m.
  • Popolazione: 731
  • Prefisso: 0942
  • CAP: 98030
  • Abitanti: mojesi
  • Santo Patrono: San Giuseppe
  • Festa: seconda domenica di maggio

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Mojo Alcantara

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…