itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Chiaramonte Gulfi

Chiaramonte Gulfi Uno scorcio di Chiaramonte Gulfi

Chiaramonte Gulfi, il "balcone" della Sicilia fra mito e storia

   L’abate Paolo Balsamo, nel suo “Giornale di Viaggio” (1809), lo definì “il balcone della Sicilia”. E difatti da Chiaramonte Gulfi, si gode uno dei più bei panorami dell'intera isola. Come scrisse nel Settecento lo storico siciliano Vito Amico, “Chiaramonte sopra erte e sassose colline fu fabbricato” da Manfredi Chiaramonte, Conte di Modica, dal quale deriva il toponimo della città.
Il primo nucleo abitato si formò nel Trecento, sulle rovine dell’antica città araba di Gulfi (dall’arabo Gul, “fiorito di rose”), rasa al suolo nel 1299 dagli Angioini, in un territorio ameno e ricco di storia. In epoca greco-sicula, infatti, nei dintorni di Chiaramonte sorgeva la colonia di Akrillai, di cui restano testimonianza varie necropoli e monete e la menzione che nel 212 a.C. ne fece il console romano Marcello. Sebbene la cittadina sia stata distrutta dal terremoto del 1693, se ne legge ancora il tracciato medievale con le ripide scalinate, i vicoli e le stradine in basolato, pur con qualche cenno barocco. Delle antiche mura della città resta solo qualche traccia, risaltata dalla presenza dall’Arco dell’Annunziata, oltrepassato il quale s’incontrano la Chiesa dell’Annunziata, la Matrice di un tempo e, in cima ad una scalinata, la Chiesa di San Giovanni Battista, ornata di stucchi e dipinti.
  Anche la città fuori dalle mura medievali è abbellita di palazzi, conventi, monasteri e chiese. In Piazza Duomo si innalza magnifica la Chiesa Madre S. Maria La Nova, in stile gotico, a breve distanza dal Palazzo Montesano, sede di ben cinque musei. Il Corso Umberto è fiancheggiato da splendidi edifici nobiliari settecenteschi e ottocenteschi, tra i quali il Palazzo comunale in stile liberty che sorge accanto all’ex Chiesa di S. Francesco, oggi sede di un centro congressi.
_________________________________

COSA VEDERE VICINO CHIARAMONTE GULFI

  Appena fuori dal centro abitato, immerso in una pineta, alle pendici del Monte Arcibessi si incontra il Santuario della Madonna delle Grazie, edificato secondo la tradizione nel luogo in cui la Madonna nel 1576, a seguito delle suppliche della popolazione di risparmiare il paese dalla peste, avrebbe fatto zampillare una sorgente d’acqua. Meta di pellegrinaggi è anche il Santuario mariano dove si venera la  statua marmorea della Vergine di Gulfi. In località Scornavacche, in cima ad un’altura, sono stati portati alla luce un abitato ellenistico assieme ad una necropoli, ed i reperti archeologici ivi rinvenuti sono esposti al Museo archeologico di Ragusa. Il paesaggio rurale attorno si snoda tra dolci pendii coltivati, delimitati dai tipici muretti a secco, dove un tempo sorgevano numerosi mulini ad acqua.
_________________________________

FESTE E SAGRE CHIARAMONTE GULFI

Domenica in Albis - Madonna di Gulfi, patrona
  La domenica dopo Pasqua si celebra la tradizionale salita della Madonna, durante la quale il simulacro della Madonna di Gulfi viene condotto a spalla dai devoti dal santuario alla Chiesa Madre e si potrà assistere ad una breve processione per le vie del paese (cuncursu). Dopo dieci giorni si svolge invece la discesa della Madonna ed il simulacro farà rientro al santuario.

Giugno - Festa di San Giovanni Battista, compatrono e protettore

Agosto – Festa di San Vito, compatrono
  San Vito viene festeggiato l’ultima domenica di agosto con la processione per le vie di Chiaramonte del simulacro, accompagnato dalle due bande musicali cittadine e, in serata, con i fuochi d’artificio.

Dicembre – Sagra dell’olio
  Nella piazza principale del paese decine di produttori di olio mettono in mostra il meglio della loro produzione. A fare da cornice alla sagra vi sono varie manifestazioni, convegni, visite guidate e spettacoli musicali.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI CHIARAMONTE GULFI

 Nelle campagne attorno il paese si producono il vino e l’uva facente parte del “Consorzio uva da tavola di Mazzarrone”, insignita del marchio IGP. Ma Chiaramonte Gulfi è soprattutto “la città dell’olio” ed è nota per l’olio extravergine d'oliva DOP “Monti Iblei”, che ha ricevuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. In questo territorio vengono praticati anche l’allevamento dei maiali e la trasformazione della carne suina in salumi tipici e in salsiccia.
_________________________________

COME ARRIVARE A CHIARAMONTE GULFI

  Da Catania: Autostrada A18 ME-CT, uscita Lentini-Carlentini. Proseguire sulla SS 194 in direzione di Carlentini, Lentini, Francofonte, e sulla SS 514 in direzione di Ragusa.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Ragusa
  • Altitudine: 668 m. s.l.m.
  • Popolazione: 8.219
  • Prefisso: 0932
  • CAP: 97012
  • Abitanti: chiaramontani
  • Santo Patrono: Beata Maria Vergine di Gulfi
  • Festa: domenica dopo Pasqua

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Chiaramonte Gulfi

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…