itzh-CNzh-TWenfrdeeljaptrues

Calatafimi - Segesta

Calatafimi - Segesta Calatafimi Segesta

Calatafimi Segesta, itinerario storico per ricordare le imprese garibaldine

  Il 15 maggio 1860 a Calatafimi Segesta, in un’assolata giornata di scirocco, fu scritta una delle pagine più gloriose del Risorgimento italiano, con la battaglia di Pianto Romano e il vittorioso assalto alle baionette delle camicie rosse di Garibaldi, rafforzate da squadre di picciotti siciliani, contro l’esercito borbonico, che aprì la strada all’unificazione del meridione al resto d’Italia. Sulla collina teatro degli scontri, dove sorgeva una contrada che già in documenti risalenti ai primi del XVII secolo era chiamata “Chianti di Rumanu”, si erge lo splendido mausoleo progettato dal celebre architetto palermitano Ernesto Basile, custode delle reliquie dei volontari garibaldini e dei soldati borbonici caduti in quella battaglia. Da quassù la vista spazia sulle vallate circostanti e sul centro abitato di Calatafimi Segesta, disteso in una dorsale fra due colli.
C’è chi dice che il borgo sia sorto nei pressi del fiume Crimiso, nel sito dell’antica Acesta, di cui parla Virgilio nell’Eneide. Quel che certo è che Calatafimi prende il nome da una fortezza araba denominata Qal’at Fîmî (castello di Eufemio). Il nucleo urbano è d’impronta medievale come dimostrano i cortili, le scalinate e i tanti vicoli, abbelliti da archi in pietra dai nomi che richiamano le eroiche imprese di Garibaldi e dai decori in ceramica di farfalle e acquasantiere. Da visitare sono la Chiesa Madre, dedicata a San Silvestro Papa, impreziosita da stucchi, tele e marmi policromi, e la Chiesa del SS. Crocifisso, progettata da Giovanni Biagio Amico, che è una delle più belle dell’isola, dove si trova conservato un crocifisso ligneo che la leggenda narra sia stato rinvenuto nel 1657 da una coppia di anziani e al quale sono stati attribuiti dei miracoli.

Prenota Hotel Calatafimi-Segesta
Bed and Breakfast Calatafimi-Segesta

Booking.com


_________________________________

COSA VEDERE VICINO CALATAFIMI-SEGESTA

  A pochi chilometri dal centro urbano, sul Monte Barbaro, si sviluppava la mitica città di Segesta, risalente almeno al IV secolo avanti Cristo che, secondo lo storico greco Tucidide, venne fondata dai profughi troiani dopo la caduta di Troia. L’area archeologica di Segesta, che comprende uno dei più bei templi del mondo, di fattura dorica, e un meraviglioso teatro, è uno dei luoghi più suggestivi della Sicilia e testimonia il grande passato di questo territorio. Qui si trovano anche il grande santuario di contrada Mango, i resti di un villaggio musulmano, di un’antica moschea, di una chiesa e del Castello di Calatabarbaro.
  In cima al Poggio Fegotto vi sono invece alcune strutture interrate che si presumono essere dell’antico Castello di Calataxibuni, mentre i resti in località Ponte Bagni, nei pressi delle terme segestane, appartengono all’antico insediamento di Calathamet e del castello medievale.
Altri luoghi molto belli dal punto di vista naturalistico sono il bosco di Angimbè e il Monte Tre Croci con la sua pineta, nei pressi del quale si trova il santuario campestre della Madonna di Giubino dove un tempo era custodito un pregevole trittico marmoreo, raffigurante Maria SS. di Giubino.
_________________________________

FESTE E SAGRE CALATAFIMI-SEGESTA

Marzo – Festa di San Giuseppe
  In onore del Santo a Calatafimi, all’interno della Chiesa del Purgatorio, viene allestito un maestoso altare adorno con pani di diverse forme.

Maggio – Festa del SS. Crocifisso, patrono
  Ogni cinque o sette anni, il 3 maggio si festeggia il SS. Crocifisso portato in processione al suono della banda musicale insieme all’immagine di Santa Maria di Giubino. La festa vede anche la sfilata dei ceti cittadini, con carri, emblemi e stendardi, in un clima di fede e di coinvolgimento popolare.
_________________________________

PRODOTTI TIPICI CALATAFIMI-SEGESTA

  Tra i prodotti tipici locali vi sono le cassateddi, dolci a forma di mezzaluna ripieni di ricotta, le milidde (biscotti) e i cucciddati, pani a forma di corona, con i quali viene festeggiato anche il SS. Crocifisso. In questo territorio si producono diverse varietà di vino e dell’ottimo olio di oliva extra vergine.
_________________________________

COME ARRIVARE A CALATAFIMI-SEGESTA

  Da Palermo: Autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, uscita Alcamo Ovest. Proseguire su SS 113 in direzione di Calatafimi Segesta.

© Riproduzione riservata

 

Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Trapani
  • Altitudine: 338 m. s.l.m.
  • Popolazione: 6.809
  • Prefisso: 0924
  • CAP: 91013
  • Abitanti: calatafimesi
  • Santo Patrono: SS. Crocifisso
  • Festa: 3 maggio

Plugin 4

From:

Module 1

Scopri il territorio di Calatafimi Segesta

Prodotti Tipici

Visita la Sicilia

Su VivaSicilia trovi tutte le informazioni utili per visitare l'isola più bella d'Europa, sia che il tuo viaggio duri settimane che pochi giorni. Trovi riferimenti utili per la tua vacanza in Sicilia, come ad esempio le attrazioni turistiche, i siti e i monumenti più importanti.

Se non sai da dove cominciare, puoi visitare la sezione Vacanze in Sicilia: qui trovi delle guide utili e degli spunti per iniziare il tuo viaggio, tra bellissime spiagge, località, hotel dove dormire e ristoranti per degustare i piatti tipici siciliani. Mappa del Sito

We use cookies to improve our website. By continuing to use this website, you are giving consent to cookies being used. More details…