U Catalettu – Santa Lucia del Mela

Tra i Carnevali più curiosi di Sicilia di certo c’è quello di Santa Lucia del Mela, in cui il protagonista è ‘u catalettu, ovvero la barella su cui un tempo venivano trasportati i malati, i moribondi e perfino le bare. A Santa Lucia del Mela si celebra infatti la morte simbolica del Carnevale, con tanto di corteo funebre e di prefiche (cianci morto), quei canti di elogio al defunto che sono accompagnati da pianti, urla e gesti di disperazione. Al termine del funerale, al suono mesto di cento rintocchi del campanazzu della Chiesa Madre, il Carnevale rappresentato da un fantoccio, viene messo al rogo nella piazza principale del paese, per simboleggiare la fine della festa e l’inizio della Quaresima.
Il finto funerale del Carnevale, con i portantini vestiti da babbaluci incappucciati e con una tunica bianca, va in scena comprensibilmente la sera del martedì grasso, dopo che lo stesso muore soffocato con una fraviola di ricotta in bocca, e al termine di un singolare processo che lo vede imputato con l’accusa di golosità ed ingordigia.

‘U Catalettu 2020 Il Carnevale di Santa Lucia del Mela

Il Carnevale di Santa Lucia del Mela comincia la domenica precedente, con la celebrazione di un finto matrimonio (‘u spusaliziu) tra una donna, che veste i panni dello sposo, e un uomo abbigliato da sposa, accompagnati in questa loro farsa comica, come in ogni cerimonia nuziale che si rispetti, dagli immancabili parenti e testimoni.
Quello che si svolge a Santa Lucia del Mela è un Carnevale storico le cui origini risalgono agli ultimi decenni del Cinquecento. Il primo documento scritto nel quale si fa menzione della festa, è infatti un atto del “Registro de’ Mandati. Città, 1585 – 1586”. Caduto nell’oblio negli anni Settanta, il Carnevale luciese dopo quasi quarant’anni di assenza, è stato riproposto nel 2013 dall’Associazione Turistico Culturale “Blog del Mela” e nel 2015 è stato anche iscritto nel Registro delle Eredità Immateriali della Regione Sicilia.
L’appuntamento con “U calettu – Il carnevale storico di Santa Lucia del Mela” è per domenica 23 febbraio, con le sfilate, la rievocazione storica e molte sorprese. Durante i giorni del Carnevale di Santa Lucia del Mela non mancheranno gli appuntamenti con i sapori tipici locali e le sagre dei maccheroni e a quella dei dolci tipici della festa, come le chiacchiere, la pignolata e naturalmente le fraviole, la musica in piazza e le sfilate delle motoape, per l’occasione trasformate in carri allegorici e partecipanti al concorso “La lapa più bella”.

Il Carnevale 2020 di Santa Lucia del Mela è in programma il 16, 23 e 25 febbraio.

© Riproduzione riservata

Bed and Breakfast Santa Lucia del Mela
Dove dormire a Santa Lucia del Mela



Booking.com



Programma 2020 Carnevale di Santa Lucia del Mela

Domenica 16 febbraio
Ore 15,00 – Piazza Milite Ignoto
Consegna delle Chiavi della Città al Re Carnevale
Ore 15,30 – Piazza Milite Ignoto
Accoglienza e presentazione delle Moto Ape partecipanti al concorso “I Lapi di Cannaluari – U Paisi di Lapi”
Ore 16,00 – Piazza Milite Ignoto
Partenza della sfilata allegorico grottesca per le vie del paese in compagnia del gruppo “Fly Dance” di Giusy De Pasquale
Ore 18,00 – Piazza Milite Ignoto
Arrivo e conclusione della sfilata delle Moto Ape
Sagra de “La-Pignolata” & Sagra de “La-Piparella”, a cura dello Sweet Bar
Ore 18,30 – Piazza Milite Ignoto
Ballo in Piazza con Luciano Fraita Show Live Acoustic
Ore 20,00 – Piazza Milite Ignoto
“Noel Saloir Iai” -Danza e manipolazione con fuoco

Domenica 23 febbraio
Ore 15,00 – Piazza degli Emigranti
Accoglienza e presentazione delle Moto Ape partecipanti al concorso “I Lapi di Cannaluari – U Paisi di Lapi”
Ore 15,30 – Piazza degli Emigranti
Partenza della sfilata allegorico grottesca per le vie del paese
Ore 16,30 – Palazzo Carcere
Partenza degli “Sposi” uniti al corteo delle Moto Ape
Proseguimento della sfilata allegorico grottesca per le vie del paese
Ore 18,00 – Piazza Milite Ignoto
Arriv e conclusione della sfilata delle Moto Ape
Sagra dei dolci di Carnevale, a cura dello Sweet Bar
Ore 18,30 – Piazza Milite Ignoto
Rappresentazione allegorico grottesca de “U Spusaliziu”, a cura dell’Ass. Piccolo Teatro
Ore 19,00 – Piazza Milite Ignoto
Ballo in piazza con i Dj Set Peppe Ordile & Scionty
Ore 20,00 – Piazza Milite Ignoto
“Circo Balocco” esibizione di arte circense

Martedì 25 febbraio
Ore 15,00 – Piazza Beato Antonio Franco
Accoglienza e presentazione delle Moto Ape partecipanti al concorso “I Lapi di Cannaluari – U Paisi di Lapi”
Ore 15,30 – Piazza Beato Antonio Franco
Partenza della sfilata allegorico grottesca per le vie del paese
Ore 16,00 – Piazza Milite Ignoto
Concerto Gruppo Etno-Folk “La Coppola Nera”
Ore 18,30 – Piazza Milite Ignoto
Arrivo e conclusione della sfilata delle Moto Ape
Sagra dei Maccheroni, delle Fraviole e dei dolci di Carnevale, a cura dello Sweet Bar
Ore 19,00 – Piazza Milite Ignoto
Ballo in piazza con i Dj Set Steno P
Ore 20,30 – Piazza Milite Ignoto
Concerto di Cecilia Gayle
Ore 21,30 – Piazza Milite Ignoto
“U Catalettu – Il Funerale di Carnevale” accompagnati dalla “Funeral Marching Band”
Ore 22,00 – Piazza Milite Ignoto
Premiazione della Moto Ape più bella nell’ambito del Concorso allegorico grottesco de “I Lapi i Cannaluari – U Paisi di Lapi” e del Re e della Regina del Carnevale Luciese 2020
Ore 22,30
Rogo del Re Carnevale

Palazzo Ex carcere – Piazza Milite Ignoto
Mostra fotografica “Vera storia di Cannaluari”, a cura di Antonio Spadaro
Visitable il 9 – 16 – 23 – 24 – 25 febbraio dalle ore 15,00 alle ore 20,00

Event Details
Prenota la Tua vacanza in Sicilia
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.