Castello di Venetico

Il Castello di Venetico sovrasta il centro abitato poiché sorge in cima ad una collina, posto a controllo delle vie di comunicazione verso e da Rometta. L’edificio è in diretto contatto visivo  con il Castello di Saponara e il paese di Roccavaldina.

Il Castello di Venetico

Le origini del castello risalgono al Quattrocento. All’inizio del XIII secolo il feudo di Venetico fu concesso ai fratelli Simone e Rainero de Venetico, dai quali il borgo prese il nome. Successivamente, nel giugno del 1447, venne venduto a Corrado Spadafora per privilegio di re Alfonso d’Aragona. Il nobile fece così costruire il castello che a quel tempo assunse una grande importanza anche per la difesa delle coste della Sicilia occidentale dalle incursioni dei pirati.
Si narra che la costruzione fu trasformata in una vera e propria fortezza ad opera dell’architetto Camillo Camilliani. Tuttavia non è stato trovato alcun documento a sostegno di tale ipotesi. Si sa che però nel 1750 l’abate Vito Amico menzionò l’edificio fortificato alla stregua di palazzo baronale. Ed in effetti la zona adibita a residenza costituiva la parte principale della costruzione, includeva ambienti piuttosto ampi ed era localizzata nel lato ovest del complesso architettonico.
Il Castello di Venetico è una costruzione a pianta quadrilatera con torrioni cilindrici agli angoli, nei pressi dei quali si possono notare quelli che un tempo erano gli alloggiamenti dell’artiglieria pesante, feritoie e fori utilizzati per collocarvi moschetti ed archibugi. Si accede alla costruzione tramite una scalinata che una volta terminava con un ponte levatoio, oggi scomparso. La costruzione nel 1908 fu infatti gravemente danneggiata dal sisma che colpì la città di Messina.

Architettura del Castello di Venetico

La cinta muraria sul lato ovest presenta ancora oggi i due torrioni e parte dei cammini di ronda. Nella zona ad est del Castello di Venetico si può invece scorgere ciò che rimane di una cappella che doveva rappresentare uno degli edifici più importanti di tutto il complesso fortificato. Lo scorso secolo il castello fu restaurato dai discendenti della famiglia Samonà che lo possedettero per molti decenni.

Riproduzione riservata



Informazioni aggiuntive

  • Epoca: XV secolo
  • Ubicazione: Via Castello
  • Proprietà: Privata
  • Condizioni: Mediocri
Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.