Festa dell’Immacolata – Siracusa

La festa dell’Immacolata di Siracusa, la tradizionale Atturna per le vie di Ortigia, la svelata del simulacro, la chiesa di San Filippo Apostolo della Giudecca, l’uscita trionfale del simulacro e la suggestiva processione. La vigilia della festa, nel sagrato della chiesa parrocchiale, si svolge la tradizionale Fiera del dolce organizzata dai confrati dell’Immacolata.

La festa dell’Immacolata di Siracusa

La festa dell’Immacolata di Siracusa è una delle tradizioni più belle e più sentite da tutta la comunità e coinvolge principalmente gli abitanti del centro storico dell’isola di Ortigia. Qui infatti, nel rione Giudecca, si trova la Chiesa di San Filippo Apostolo dove si svolgono le celebrazioni dell’Immacolata Concezione. A due passi sorge pure la Parrocchia San Giovanni Battista che opera attualmente nella chiesa di San Filippo Apostolo, conosciuta anche come Chiesa di San Giovannello, che fu l’edificio della sinagoga ebraica e rappresenta un gioiello di architettura medievale.
Quella in onore dell’Immacolata a Siracusa è una festa che ha origini molto antiche. Già nel Seicento il rito della svelata del simulacro della Madonna Immacolata e la tradizione dell’“atturna”, si svolgevano a fine novembre nella settecentesca Chiesa di Santa Maria Immacolata, comunemente chiamata San Francesco all’Immacolata perché è consacrata anche a San Francesco d’Assisi, che con la sua elegante facciata curvilinea di fattura barocca, si eleva sulla piccola piazza Corpaci, lungo la via Maestranza. La chiesa dei frati Minori Conventuali, agli inizi del XVI secolo, venne intitolata alla Concezione e alla Madonna del soccorso e nel 1597 vi fu istituita una confraternita intitolata alla Concezione con il compito di organizzare i festeggiamenti. E’ qui che si trova custodita il pregevole simulacro dell’Immacolata, una statua del 1952 in legno di pino raffigurante la Madonna delle Milizie, che nei giorni che precedono la festa, viene portata nella Chiesa di San Filippo Apostolo. Le celebrazioni delle prime ore del mattino erano precedute dalla banda musicale che a notte fonda andava in giro per le vie di Ortigia.
L’Immacolata veniva celebrata anche dalle suore del monastero di S. Maria presso la chiesa sotto il titolo dell’Immacolata Concezione, e fin dal 1740 alle funzioni religiose prendeva parte il Senato cittadino che giurava fedeltà all’Immacolata. Fu così deciso di celebrare la festa in ambedue le chiese. Ancora oggi, il rito della svelata si ripete nella Chiesa di San Filippo alla Giudecca e i devoti della Confraternita dell’Immacolata, il giorno di festa, portano a spalla il bel simulacro della Madonna per le vie del centro storico di Siracusa.
I festeggiamenti dell’Immacolata a Siracusa hanno inizio all’alba del 29 novembre, con la celebrazione della Santa Messa al buio, alla fine della quale, con la pronuncia della frase “Monstra te esse Matrem!” tratto dall’Ave Maris Stella, ovvero “Maria, mostraci che sei madre!” si rimuove il velo bianco che copre il simulacro della Vergine, posto sull’altare maggiore, e la chiesa inizia a illuminarsi, tra le note della banda musicale e gli applausi e le acclamazioni dei fedeli. Alle 3 di notte la banda musicale, assieme ai confrati, è stata in giro per le vie di Ortigia, per richiamare i suoi abitanti per la svelata nella chiesa di San Filippo alla Giudecca e l’avvio della festa. E’ questa la tradizionale “Atturna” o notturna, che chiamerà a raccolta i fedeli in chiesa per la messa d’alba, la quale culminerà con il momento più sentito, la svelata della Vergine Santissima Immacolata.
Nei giorni successivi si svolge il novenario e i festeggiamenti culminano l’8 dicembre, giorno della Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, con la processione. La mattina presto si celebra la Santa Messa nella chiesa di Santa Maria della Concezione in via Roma a cui segue il Solenne Pontificale in parrocchia, e nel pomeriggio si consacrano i fanciulli al Cuore Immacolato di Maria e saranno consegnate loro le medagliette miracolose. Subito dopo il bel simulacro dell’Immacolata sulla sua vara ornata di fiori, esce dalla chiesa portata a spalla dai membri della Confraternita dell’Immacolata, contraddistinti da un berretto azzurro, e viene accolta sul sagrato dal suono della banda musicale, dal lancio degli ‘nzareddi colorati e da tantissimi fedeli in festa. Il simulacro è scortato dai tradizionali cilii, sei alti candelabri infiorati, di colore azzurro, portati dai membri della Confraternita. Ha così inizio la processione che la condurrà per le vie strette di Ortigia con tappa in via Ruggero Settimo per il tradizionale spettacolo pirotecnico dal porto. I festeggiamenti si concludono solo a tarda sera, quando del simulacro della Beata Vergine Maria Immacolata farà rientro in chiesa con lo sguardo rivolto ai suoi devoti, sotto un cielo illuminato dai fuochi d’artificio.

© Riproduzione riservata



A breve pubblicheremo il Programma 2022 della Festa dell’Immacolata di Siracusa

Event Details
  • Days
    Hours
    Min
    Sec
  • Start Date
    8 Dicembre 2022 00:00
  • End Date
    8 Dicembre 2022 00:00
Prenota la Tua vacanza in Sicilia
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.