Festa di San Marco Evangelista – Baucina

La Festa di San Marco a Baucina con la novena, la discesa del simulacro dal suo altare, il pellegrinaggio verso la chiesa Madre, le funzioni religiose, la solenne processione con la Volata degli angeli e i giochi della tradizione popolare.

La Festa patronale di Baucina

La festa patronale di Baucina celebra San Marco Evangelista e si svolge il 24 e il 25 aprile di ogni anno, coinvolgendo la chiesa di cui il santo è titolare e la Chiesa Madre del paese. La Chiesa di San Marco sorge appena fuori dal centro abitato e rappresenta l’edificio di culto più antico del paese. Le prime abitazioni sorsero infatti attorno a questa cappella, sita in quello che un tempo era il feudo di San Marco, dei conti Filangeri di San Marco d’Alunzio, appartenente allo Stato di Ciminna. Un documento notarile del 1524 testimonia che questo territorio all’epoca era amministrato dal nobile Antonio Ventimiglia che nel 1535 istituisce il beneficio di San Marco per l’esercizio religioso della cappella del feudo, che divenne la prima chiesa parrocchiale di Baucina. Si trattava di una piccola costruzione annessa ad una masseria. Al suo interno si conserva una statua lignea policroma settecentesca di autore ignoto, raffigurante l’Evangelista Marco, che il giorno della festa viene portata in processione per le vie del paese. Al culto di San Marco è legato il rituale della benedizione dei campi e la sua statua viene adornata con le fave, a simboleggiare l’auspicio dell’abbondanza.
La festa patronale di Baucina è organizzata dal Comitato per i festeggiamenti in onore di San Marco. Le celebrazioni sono anticipate dalla novena di preparazione alla festa che ha luogo nella chiesa di San Marco. Il 24 aprile è il giorno in cui il simulacro viene sceso dal suo altare per essere condotto in processione presso la chiesa Madre di Baucina. Il pomeriggio, al termine della celebrazione della santa messa sul sagrato della chiesa di San Marco, si svolge la tradizionale ‘ntinna, ovvero l’albero della cuccagna, che vede i giovani del paese sfidarsi per salire fino alla cima di un palo unto per assicurarsi i premi più belli che si trovano nascosti in alcuni vasi di creta. Un altro momento molto particolare e tipico della festa è il volo dei palluna di carta che, riscaldati da una piccola fiamma posta alla base, si lasciano andare nel cielo. Subito dopo ha inizio un suggestivo pellegrinaggio che accompagna il simulacro di San Marco in paese, presso la chiesa Madre per la grande festa patronale. La serata si conclude con la sagra dei prodotti tipici e la musica in piazza.
II giorno successivo, il 25 aprile, viene celebrata la Messa Solenne in Chiesa Madre e in serata si muove la processione che accompagnerà il Santo Patrono di Baucina per le vie del paese, condotto a spalla dai portatori e seguito dalle autorità e dai fedeli. La processione è caratterizzata anche dalle tradizionali volate degli angeli che si svolgono in via XXIV Maggio e in Via Roma, prima del rientro del simulacro nella chiesa di San Marco. I giorni di festa sono allietati dalla tradizionale fiera degli attrezzi agricoli e dal giro dei tamburinari per le vie del paese.

© Riproduzione riservata



Programma 2024 Festa Patronale di Baucina

Translate »
error: Contenuto Riservato.