Festa dei Santi Patroni – Grammichele

Tutti gli anni, nel mese di maggio, a Grammichele vengono attribuiti solenni festeggiamenti ai Santi Patroni Santa Caterina e San Michele Arcangelo, in un connubio di fede, tradizione e manifestazioni folkloristiche. Il culto per San Michele Arcangelo, quale protettore dei terremoti, fu introdotto a Grammichele all’epoca della fondazione del paese. Il Santo in seguito fu eletto Patrono, assieme alla Compatrona Santa Caterina d’Alessandria, e gli venne anche dedicata la Chiesa Madre. E da allora i due Santi vengono celebrati nello stesso giorno, l’8 maggio, in memoria della prima apparizione di San Michele sul Gargano.

Dove Dormire a Grammichele

G&G Hotel

https://www.booking.com
Situato a Grammichele, a 46 km dalla Venere di Morgantina, il G&G Hotel offre un ristorante, un parcheggio privato gratuito, un bar e una terrazza. Questo hotel a 3 stelle offre il servizio in camera. L’hotel dispone di camere familiari.

 Hotel Valle Verde


https://www.booking.com

Ubicato a Grammichele, l’Hotel Valle Verde offre una piscina all’aperto ad accesso gratuito, un ristorante à la carte con zona pranzo a bordo vasca, sistemazioni climatizzate con balcone e la connessione Wi-Fi inclusa nella tariffa.

Casa Vacanze A due Passi


https://www.booking.com
Situata a Grammichele, a 33 km da Ragusa e 41 km da Modica, la Casa Vacanze A due Passi è dotata di aria condizionata e di WiFi gratuito in tutte le aree.

Le celebrazioni della Festa di San Michele e Santa Caterina di Grammichele cominciano qualche giorno prima, quando le Confraternite si recano presso la chiesa dell’Immacolata Concezione per prelevare il simulacro della Vergine e condurla alla Matrice, dalla quale uscirà in processione assieme ai due Santi Patroni.

Esperienze nei dintorni

L’8 maggio, al calar della sera, San Michele Arcangelo e Santa Caterina vengono condotti fuori dalla Chiesa Madre su un’artistica Vara, preceduti dal simulacro della Madonna Immacolata, accolti sul sagrato da una folla di fedeli, dal lancio di carte colorate e dei palluna di San Michele, e dallo sparo dei fuochi d’artificio, mentre le campane suonano a festa. Inizia così la processione per le vie cittadine, con i simulacri portati a spalla da uomini con indosso una camicia bianca e un vistoso medaglione con l’effigie dei Santi, accompagnati dalle preghiere dei fedeli e dal suono della banda musicale. Verso la fine della processione, i Santi Patroni accompagnano la Madonna Immacolata nella propria chiesa, salutandola con i fuochi d’artificio, e fanno ritorno in Chiesa Madre. La festa patronale di Grammichele prosegue fino a tarda sera e si conclude con lo spettacolo musicale e gli immancabili giochi pirotecnici.

Il 29 settembre si celebra la festa liturgica di San Michele, il 25 novembre la festa liturgica in onore di Santa Caterina d’Alessandria. In occasione della festa di Santa Caterina, quest’anno arriverà a Grammichele la preziosa reliquia del Giudice Beato Rosario Livatino, la camicia che indossava quando fu ucciso dalla mafia. Arriverà il 23 novembre pomeriggio e ripartirà il 24 novembre di sera.

Programma 2024 Festa Patronale di Grammichele

Translate »
error: Contenuto Riservato.