La Festa dei Morti in Sicilia

La Sicilia intera, da fine Ottobre fino al 2 di Novembre, ogni anno si prepara ad una ricorrenza molto sentita da tutti quanti. Si tratta infatti di una tradizione antichissima, risalente al X secolo d.C, che annualmente serve a commemorare i defunti e ad onorarne la memoria. La Festa dei Morti in Sicilia, è molto attesa sia da chi appartiene alla cultura cristiana della tradizione, sia dai giovani che la notte del 31 Ottobre festeggiano Halloween, ma anche dei bambini i quali ricevono i doni dai propri genitori. La leggenda narra che siano le anime dei parenti defunti a portare i doni ai propri discendenti, come pegno della loro sorveglianza e vicinanza anche nella morte. In tutto il territorio siciliano sono molte le feste popolari che vengono organizzate per il giorno dei Morti ed anche le città di Palermo e di Catania non sono da meno. Nel capoluogo di regione la Festa dei Morti assume una connotazione particolare a cui le persone sono molto affezionate, mentre a Catania viene ogni anno organizzata la cosiddetta Fiera dei Morti.

La Festa dei Morti a Palermo

A Palermo, il giorno dei Morti è un evento molto sentito. I bambini si svegliano sapendo che i propri parenti, se sono stati bravi durante l’anno, regaleranno loro dei dolciumi oppure dei giocattoli. In alcuni quartieri non è mai stata abbandonata la tradizione di creare ‘u Canistru (Il cesto) in cui vengono inserite le leccornie da dare ai propri figli. Nel canestro è possibile trovare biscotti tipici chiamati “Ossi di Mortu”, a base di farina e cannella spesso a forma di ossa umane. I biscotti sono a volte accompagnati dalla frutta secca, la frutta martorana, cioccolata, giocattoli e la tradizionale Pupacena. Quest’ultima non è altro che un pupo di zucchero, con la forma fatta a mano di una persona, spesso persino dipinto e decorato. Gli adulti invece mangiano un altro piatto tipico della Festa dei Morti a Palermo, ovvero ‘i Favi a Cunigghio (Fave a coniglio). Il rito della preparazione di questo piatto risale all’epoca romana ed era legato ad una leggenda. Si diceva infatti che all’interno delle fave nere ci fossero i semi, i quali contenevano le lacrime dei defunti. Queste venivano quindi utilizzate per scacciare gli spiriti, ponendole sul pavimento di casa. Dopo aver mangiato, dunque, le famiglie palermitane si riuniscono al cimitero per commemorare i propri cari nel giorno a loro dedicato. Nei giorni della festa dei Morti a Palemo va pure in scena la Notte di Zucchero, una manifestazione che tutti gli anni coinvolge gli artisti della città in performance di arte, danza e teatro e che si è pure trasformata in un gemellaggio internazionale con Città del Messico, dove si svolge una festività equivalente a quella palermitana. Prende il nome di el Día de muertos e dal 2003 fa parte della lista del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO.

La Fiera dei Morti 2020 a Catania

Come ogni anno, anche nel 2020 si terrà la famosissima Fiera dei Morti di Catania. L’evento avrà luogo dal 28 Ottobre fino al 2 Novembre nel mercato ortofrutticolo di San Giuseppe l’Arena. A causa delle norme anticovid, il numero degli stand sarà quest’anno ridotto e saranno prese ulteriori misure di sicurezza per evitare il contagio. Alla Fiera dei Morti si recano quindi le famiglie per visitare le bancarelle ed acquistare cianfrusaglie o doni per i propri figli. Negli stand è possibile vedere prodotti di abbigliamento, pelletteria, calzature, casalinghi, oggettistica, arredi per la casa, dolciumi ed altri prodotti tipici siciliani.

© Riproduzione riservata

Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.