Mpanata Campobellese

Le ricette a km 0 di cui si sente parlare oggi, legate cioè ai prodotti del territorio, in realtà hanno origini remote. Soprattutto nei tempi passati, i prodotti che la terra donava, venivano trattati quasi con rispetto reverenziale ed utilizzati con fantasia e creatività dalle massaie che li trasformavano in gustose preparazioni gastronomiche. E così, dall’abbondanza di spinaci e cavolfiori che si producono tra dicembre ed aprile, venne fuori una squisitezza che aveva la caratteristica, molto importante per i tempi in cui il piatto fu creato, di essere poco costoso, essendo tutte le materie utilizzate genuine e di produzione propria.

La ‘Mpanata di Campobello di Licata: ricetta

Dal connubio di queste due verdure è nata la ‘mpanata, un rotolo di sottile pasta, come quella del pane, che le massaie di un tempo usavano spianare con il mattarello sopra lu scanaturi (tavola di legno) con un po’ di olio d’oliva, prima di avvolgerla su se stessa a mo’ di grosso salame, farcendola a strati con spinaci, cavolfiori e cipolla passati in padella e olive nere, per poi cuocerla nel forno a legna. Questa è la ‘mpanata che ancora oggi viene preparata dalle massaie di Campobello di Licata, nell’agrigentino, alla quale ogni anno in Primavera viene dedicata una sagra.

© Riproduzione riservata


_________________________________

Preparazione ‘Mpanata

Impastare la farina con l’acqua e il criscente (lievito madre) e fare lievitare la pasta ottenuta. Nel frattempo sbollentare gli spinaci, per poi passarli nell’olio extravergine d’oliva e allo stesso modo fare con il cavolfiore, in precedenza lavato e tagliato a pezzetti. Soffriggere in un tegame la cipolla finemente tagliata. Stendere la pasta con l’aiuto di un mattarello e l’aggiunta di olio d’oliva, fino a creare una sfoglia sottile e distribuirvi sopra, in modo uniforme, la cipolla, gli spinaci, i cavolfiori e il pepe nero. Arrotolare la sfoglia delicatamente, dandole la forma di un grosso salame, in modo da formare strati alternati di pasta e condimento. Tagliare a pezzi, sistemare in una teglia unta, infornare fino a completa cottura.

_________________________________

Ingredienti:

– 500 gr farina di grano duro
– 25 grammi lievito madre
– 1 cavolfiore da 1 kg
– 2 kg di spinaci già puliti
– 1 mazzo di cipollette
– Abbondante olio extravergine d’oliva
– Sale e pepe q.b.

Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Translate »
error: Contenuto Riservato.