Isnello

Comune di Isnello, Palermo

Isnello, tra storia e forte religiosità, al centro del Parco delle Madonie

Quanta storia si nasconde tra le mura dei piccoli borghi siti nel cuore del Parco delle Madonie. Isnello, ad esempio, definito da Carlo Levi “paese antichissimo e perciò pieno di profonda nobiltà”, affonda le sue origini in epoca preistorica, come testimoniano i reperti dell’Eneolitico trovati nelle grotte del territorio. Chiamato Hassinor dai Punici, fu poi abitato dai Bizantini, che nell’VIII secolo eressero l’eremo di San Leonardo e il Castello di Isnello che sovrasta l’abitato, posto com’è in cima ad un costone calcareo. Sorto come punto di sentinella, era dotato di feritoie, camminamenti, torri e bastioni, ed era una vera e propria cittadella difensiva, di cui oggi purtroppo non rimane traccia. Attorno ad esso prese forma il primo nucleo del paese, denominato Terravecchia. Sotto gli Arabi il nome del paese venne cambiato in Menzil Al Hamar, anche se è dal fiume Asine (dal siriaco hassin, cioè fiume freddo) che deriva il suo attuale toponimo. Il centro storico, con le sue case arroccate ai piedi della montagna Grotta Grande, tra cui sbucano svettanti campanili, si sviluppò nel Medioevo, grazie ai casati degli Abbate, dei Filangeri, dei Ventimiglia, dei Santacolomba e dei Licata, Principi di Baucina. La particolarità di Isnello, rispetto ai paesi vicini, è che raggiunse la libertà “da ogni diritto di signoria e di vassallaggio pria ancora che la feudalità fosse stata abolita in Sicilia”, come scrisse nel 1909 il sacerdote Cristoforo Grisanti, studioso del folklore siciliano.

Offerta B&B Isnello
Dormire ad Isnello
Booking.com

Cosa vedere ad Isnello

Tante sono le edicole votive (“triboni” o “tribuneddi”) che s’incontrano nel centro abitato che testimoniano la forte religiosità della popolazione. Fra i principali edifici religiosi spicca la Chiesa Madre, intitolata a San Nicola di Bari, patrono di Isnello, di cui custodisce la statua del Quattrocento. Meritano una visita la Chiesa di San Michele Arcangelo, di origini medievali, con il soffitto a cassettoni dipinto ed un pregevole organo ligneo risalente al XVII secolo e quella dedicata all’Annunziata, molto più antica, che conserva statue di scuola gaginesca e un quadro della natività dello Zoppo di Gangi. La Chiesa di Santa Maria Maggiore domina dall’alto l’abitato, con il suo bel campanile con la guglia maiolicata. La Chiesa Maria SS. del Rosario, che nel Cinquecento divenne la cappella del palazzo dei Principi di Isnello, si attesta invece in Piazza dei Caduti. Al suo interno fa bella mostra di sé un quadro ad olio raffigurante la Madonna del Rosario del pittore fiammingo Simone de Wobreck, noto per avere dipinto nel 1585 l’“Adorazione dei Magi”, esposta a Catania nel Museo Civico di Castello Ursino.

_________________________________

Cosa vedere vicino Isnello

I resti dei mulini sparsi lungo il corso del fiume Asinelli raccontano la storia di un territorio ricco di tradizione e ricordi di un passato. Tra tutti spicca l’antico mulino di cui si fa cenno in una Bolla papale del 1182, che prende il nome di Mericola e rimase attivo sino agli anni Settanta. Il territorio di Isnello è al centro del Parco delle Madonie e vanta paesaggi incantevoli con sentieri da percorrere alla scoperta di grotte, come quella denominata dell’Appesa, che sorge a quota 900 metri, e la grotta Abisso del Vento con stalattitti e stalagmiti in grande quantità. In questi meravigliosi luoghi è stato istituito anche il Parco Astronomico delle Madonie, con la stazione di astronomia più innovativa d’Europa.

_________________________________

Feste e Sagre Isnello

Aprile – Sagra delle verdure
La Sagra delle verdure di Isnello celebra le verdure spontanee che crescono sulle Madonie.

Aprile – Sagra della Frittedda
Il 29 aprile a Isnello si svolge la tradizionale sagra della frittedda, pietanza tipica locale, che annuncia i festeggiamenti in onore del SS. Crocifisso del 1° maggio.

Maggio – Festa del SS. Crocifisso
Il 1° maggio ad Isnello si tengono i festeggiamenti del SS. Crocifisso, con la processione del Crocifisso di Santa Maria Maggiore, portato a spalla dai membri della confraternita vestiti di bianco e a piedi scalzi. La festa è preceduta dalla cosiddetta “crunedda”, ossia dalla recita del rosario nell’ottava di preparazione, durante la quale si cantano e si recitano preghiere in dialetto.

Giugno – Sagra delle Fave di San Pietro
La sagra delle fave si svolge per la solennità di San Pietro. Durante la festa c’è l’usanza di cucinare le fave all’interno di quadare disposte tra le viuzze del paese, e di offrirle ai presenti.

Settembre – Festa di San Nicola di Bari, patrono
Le celebrazioni per il Santo Patrono si svolgono il 7 settembre, quando la vara con il simulacro percorre le vie del paese preceduta dagli stendardi e dalla banda musicale che, in punti prestabiliti, intona la tradizionale frottola.

Novembre – Sapori d’Autunno
La sagra di novembre di Isnello ha come protagonisti i sapori d’autunno madoniti che vengono valorizzati tra canti, balli, mostre, convegni, degustazioni e folklore.

Natale
Il 24 dicembre si svolge la luminaria e nella piazza principale del paese viene acceso un grande falò.

_________________________________

Prodotti Tipici Isnello

Il paese di Isnello è conosciuto per la gustosa frittedda a base di fave, piselli, carciofi e finocchietto selvatico, ma anche per gli ottimi formaggi e i salumi che si producono nel territorio assieme all’olio extravergine d’oliva e al vino, e le specialità della pasticceria locale.

_________________________________

Come arrivare ad Isnello

Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT, uscita Bonfornello. Proseguire su SS 286 sino a Castelbuono e da qui continuare in direzione di Geraci Siculo
Da Messina: Autostrada A20 ME-PA, uscita Pollina-Castelbuono. Immettersi sulla SS 286 in direzione di Castelbuono e proseguire per Isnello sulla SP9.

© Riproduzione riservata



Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Palermo
  • Altitudine: 530 m. s.l.m.
  • Popolazione: 1.557
  • Prefisso: 0921
  • CAP: 90010
  • Abitanti: Isnellesi
  • Santo Patrono: San Nicola di Bari
  • Festa: 5 – 6 – 7 Settembre
  • Sito ufficiale: Comune di Isnello – www.comune.isnello.pa.it
Scopri gli eventi della località
Ti potrebbero piacere questi eventi.
9 Novembre 2019
Nel piccolo borgo madonita di Isnello si celebrano i Sapori d’Autunno. Nel weekend del 9 e 10 novembre la Consulta Giovanile in collaborazione con la Proloco di Isnello organizza la VI edizione della Sagra Sapori d’Autunno e nella centralissima piazza...
7 Settembre 2020
Il 7 settembre a Isnello si svolge la festa di San Nicola di Bari Patrono del paese che tutti gli anni richiama numerosissimi fedeli che, per l’occasione affollano le strade del piccolo paese e prendono parte con particolare devozione alla...
29 Giugno 2020
Nel paese di Isnello il 29 giugno di ogni anno si svolge la Sagra delle Fave di San Pietro, che celebra questo prodotto della terra, nel rispetto di un’antica tradizione. Nel passato infatti, il giorno in cui si festeggiava San...
1 Maggio 2020
Le celebrazioni in onore del SS. Crocifisso si svolgono il 1° maggio, giorno in cui per le vie di Isnello si snoda una suggestiva processione del Crocifisso di Santa Maria Maggiore, portato a spalla dai membri della confraternita dell’Assunta a...
29 Aprile 2020
Nel mese di Aprile di ogni anno, nel paese di Isnello si svolge la tradizionale Sagra della Frittedda, pietanza tipica locale a base di verdure. Sulla collina, nei pressi della Chiesa di Santa Maria Maggiore, gli isnellesi dopo aver trascorso...
6 Aprile 2019
La Sagra delle Verdure di Isnello è un appuntamento tradizionale che si ripete nel piccolo paese madonita da diversi anni. La manifestazione, organizzata ogni anno dalla Proloco e prevede incontri, convegni a tema e naturalmente degustazioni di piatti preparati con...
Translate »
error: Contenuto Riservato.