Agira

Comune di Agira, Enna

Ad Agira, uno dei centri più antichi della Sicilia, borgo natale del padre della storia

Pochi sanno che Diodoro Siculo, considerato dai Greci insieme ad Erodoto “padre della storia”, e vissuto a Roma tra il I secolo a.C. e il I secolo d.C., nell’età di Cesare e Augusto, ebbe i natali ad Agira, pittoresco borgo della provincia di Enna. Nella sala della biblioteca agirina una tela raffigura Diodoro Siculo, il cui nome significa “dono di Dio”, intento a leggere antichi papiri, circondato da Clio, dea della Storia, e da Pallade, dea della Sapienza. Diodoro Siculo, in uno dei quaranta libri della sua “Bibliotheca Historica”, narra che Ercole, dopo aver sottratto la mandria a Gerione, durante il suo viaggio di ritorno passando dalla Sicilia, si fermò anche ad Agira, dove assieme all’amico Iolao fu per la prima volta oggetto di culto divino. In loro onore veniva celebrata una festa annuale con giochi equestri e di lotta. Su alcune monete ritrovate in loco è impresso infatti il volto di Ercole. Secondo la tradizione, nel IV secolo d.C. ad Agira venne inviato dal Papa, dopo essere stato ordinato sacerdote, il taumaturgo siriaco Filippo, per evangelizzare la popolazione. Il paese in suo onore fu chiamato San Filippo d’Argirò sino al 1862 e il Monastero di San Filippo d’Agira per molti secoli fu uno dei più importanti di tutta l’isola. Al suo interno è conservata un’arca d’argento con le reliquie del Santo, il cui sepolcro si trova nella “cateva”, una grotta sottostante l’edificio religioso, all’interno della quale San Fulippuzzu, come viene chiamato dai fedeli, fu seppellito.

Offerte Bed and Breakfast Agira
Dove Dormire Agira
Booking.com

Cosa vedere ad Agira

Il centro storico del comune di Agira conserva ancora tratti del tessuto urbanistico di origine musulmana e si snoda in un sistema di vicoli e cortili, dove risaltano numerose chiese, molte delle quali sono state danneggiate dal terremoto del 1693. Una ripida salita conduce nel punto più elevato del paese dove si erge il Castello di Agira, probabilmente esistente già nel periodo arabo, di cui si può ancora ammirare parte della cinta muraria e delle torri. Attorno ad esso e alle chiese di Santa Maria Maggiore, la più antica del paese, di S. Antonio Abate e del SS. Salvatore, nel XII secolo cominciò a svilupparsi il centro abitato.

_________________________________

Cosa vedere vicino Agira

Agira è uno dei centri più antichi della Sicilia, fondato da un capo del potente popolo dei Sicani, Agiride, dal quale probabilmente prese il nome, in un territorio abitato fin dal Paleolitico, come testimoniano i reperti archeologici rinvenuti in diverse zone ai piedi del Monte Teja. Il paese infatti sorge sul versante est del monte, dominando dall’alto sulle valli del Salso e del Simeto, “nel più aggradevole sito, nel più elevato, più ferace, più profittevole”, come scrisse il geografo arabo Al Idrisi. Fino alla nascita di Siracusa ed Agrigento fu fra le città più importanti dell’isola, citata anche nelle opere di Cicerone e Tolomeo. Sul Monte Sant’Agata è stata scoperta una necropoli indigeno-ellenizzata. La Riserva Naturale Orientata Vallone di Piano della Corte è un sito naturalistico che si sviluppa su di una vallata dei Monti Erei centrali e comprende un torrente affluente del Dittaino. In questi luoghi, tra la folta vegetazione, hanno trovato rifugio la volpe rossa, la donnola, l’istrice. Notevolmente ricca è anche l’avifauna. Nel lago Pozzillo, che ospita una gran quantità di uccelli stanziali e migratori, viene praticato il canottaggio e ogni anno il bacino diventa lo scenario naturale di gare a livello nazionale. Nel territorio di Agira, che comprende anche l’invaso artificiale Sciaguana, nell’800 sono sorte numerose masserie, alcune delle quali risultano ancora oggi abitate.

_________________________________

Feste e Sagre Agira

Maggio – Sagra della cassatella
La Sagra della cassatella di Agira è un evento molto atteso e richiama visitatori da tutta la Sicilia che per l’occasione hanno la possibilità di degustare il dolce tipico agirino.

Maggio – Festa di San Filippo d’Agira, patrono
Le celebrazioni in onore del Santo patrono si svolgono l’11 e il 12 maggio, giornate in cui si potrà assistere alla processione delle reliquie di San Filippo d’Agira per le vie del paese. La festa si ripete nelle giornate del 10, 11 e 12 agosto.

Luglio – Festa di Santa Margherita
La festa di Santa Margherita ad Agira viene celebrata il 20 luglio, giorno in cui il simulacro della Gloriosa Martire viene portata in processione per le vie del centro assieme alle Reliquie.

Natale
Il 24 dicembre ad Agira si svolge quello che è stato definito il presepe più originale d’Italia che viene messo in scena nei pressi del castello, dove vengono allestiti i mestieri di una volta.

_________________________________

Prodotti Tipici Agira

Agira è nota per la cassatella di pastafrolla, a forma di mezzaluna, con ripieno di cacao, farina di ceci, mandorle tritate, zucchero e scorza di limone. La ricetta della cassatella si tramanda da secoli di padre in figlio, ma qui si confezionano anche altre varietà di biscotti e di dolci. Da gustare i croccantini di mandorla, di pistacchio, o di sesamo e le nocatole, dolci a forma di stella, fatte di pastafrolla ripiena con mandorle e ricoperte di glassa con il sapore di sambuca. Ottimi anche il vino e l’olio extravergine d’oliva, le conserve e i salumi che si producono nella zona.
_________________________________

Come arrivare ad Agira

 Da Palermo: Autostrada A19 PA-CT, uscita Agira.

© Riproduzione riservata



Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Enna
  • Altitudine: 650 m. s.l.m.
  • Popolazione: 8.403
  • Prefisso: 0935
  • CAP: 94011
  • Abitanti: Agirini
  • Santo Patrono: San Filippo d’Agira
  • Festa: 12 Maggio
  • Sito ufficiale: Comune di Agira – www.comuneagira.gov.it
Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Scopri gli eventi della località
Ti potrebbero piacere questi eventi.
24 Dicembre 2019
“Il presepe più originale d’Italia” si trova ad Agira. Non poteva che essere definito così lo spettacolo che la notte di Natale, dal lontano 1989, anima il castello della cittadina ennese, la roccaforte medievale simbolo di Agira. Anche quest’anno l’Associazione...
7 Dicembre 2019
L’8 dicembre ad Agira si svolge la Festa dell’Immacolata con la processione del simulacro alla quale prendono parte tutte le Confraternite della città. Le celebrazioni vengono annunciate la vigila della festa dallo scampanio festoso e dallo sparo dei colpi a...
15 Novembre 2019
Ad Agira si celebra il dolce tipico nella tradizionale Sagra della Cassatella, che si svolgerà nella città natale dello storico Diodoro Siculo nelle giornate dal 15 al 17 Novembre con stand, musica, folklore, gastronomia e tanto altro. La cassatella di...
20 Luglio 2020
La festa in onore di Santa Margherita Vergine e Martire di Agira si celebra il 20 luglio di ogni anno, giorno in cui si ricorda il suo martirio, ed è organizzata dal Comitato Festa Santa Margherita Vergine e Martire. A...
12 Maggio 2020
Il 12 maggio ad Agira si festeggia il Santo Patrono con una festa molto sentita dalla popolazione. Le celebrazioni cominciano qualche giorno prima, con la traslazione delle reliquie, la giornata della grotta, il triduo di preparazione e la processione delle...
19 Gennaio 2020
Le celebrazioni in onore di San Sebastiano di Agira si svolgono nella chiesa di Santa Margherita e sono seguite da tutta la comunità agirina che si raccoglie in preghiera e prendere parte alle funzioni religiose. Il culto di San Sebastiano...
Translate »
error: Contenuto Riservato.