Contessa Entellina

Comune di Contessa Entellina, Palermo

Il borgo fondato da un gruppo di esuli albanesi e abitato da li Greci di la Kuntissa

Il più antico insediamento albanese presente in Italia è senza dubbio quello del piccolo comune montano di Contessa Entellina, che sorge sul versante settentrionale del monte Genuardo, nel palermitano. Il paese infatti fu fondato nel 1450 nel sito dell’antico casale di Comitissa da un gruppo di esuli albanesi, che conservarono il dialetto e i costumi del proprio paese. Qualche secolo dopo, al nome Contessa, probabilmente attribuitogli in onore di Caterina Cadorna, all’epoca contessa di Chiusa Sclafani, venne aggiunto quello di Entellina, per via delle scoperte archeologiche della celebre Rocca di Entella. Lo storico Vito Amico, nel Dizionario Topografico della Sicilia sulle origini di Contessa scrive: «Ebbesi origine nel 1450 sotto l’antica rocca del colle di Calatamauro, come attestano i nostri storici. Greca gente che abitava da gran tempo Bisiri Casale di Mazara, abbandonandolo qui si raccolse sotto gli auspicii di Caterina Cadorna Contessa di Chiusa, pose le fondamenta di un nuovo villaggetto, che in breve tempo si aumentò».
Il paese vero e proprio però venne edificato a partire dal 1520. Al mese di dicembre di quell’anno risale l’assegnazione in enfiteusi dei due feudi Contesse e Serradamo ai residenti nel territorio del casale di Contessa, profughi greco-albanesi giunti dall’isola di Andros.
Contessa Entellina è uno dei cinque comuni arbëreshë della Sicilia e conserva ancora la lingua, il rito bizantino, le tradizioni e i costumi degli antenati albanesi. Questi ultimi sono riccamente decorati con ricami in oro e decorazioni e vengono indossati in occasione di particolari ricorrenze. Gli Albanesi venivano comunemente chiamati Greci, dando così maggior rilevanza alla loro diversità religiosa, e i contessioti dalle comunità dei paesi vicini sono denominati i Greci di la Kuntissa.

Cosa vedere a Contessa Entellina

Contessa Entellina è ricca di chiese. La chiesa principale, di rito greco, è dedicata alla Santissima Annunziata e a San Nicola protettore del paese, ed è stata edificata nel luogo dove un tempo vi era una piccola cappella dedicata all’Annunziata. Si compone di tre navate ed è abbellita con tele di pregio, una bellissima statua di San Nicolò e con un’iconostasi, così come la Chiesa delle Anime Sante del Purgatorio che sorge nella centrale Piazza Umberto I, e sulla cui facciata si trovano due lapidi con i nomi dei caduti in guerra. Sulla stessa piazza si trova l’ufficio turistico ospitato in quello che un tempo era la pescheria comunale. Nella Chiesa di San Rocco, risalente al Settecento, si svolgono le celebrazioni per l’Immacolata. Al suo interno sono conservate le statue del santo titolare, dell’Immacolata, della Madonna di Fatima e di Sant’Eligio e la prima iconostasi della chiesa parrocchiale greca.
Da vedere a Contessa la Chiesa di Santa Maria delle Grazie conosciuta come la Chiesa di Maria SS. della Favara. Risale al XVI secolo, epoca in cui venne costruita nei pressi di una sorgente, la favara in siciliano, dove secondo la tradizione, fu rinvenuta l’immagine della Madonna dipinta su una lastra di pietra. Qui si trova custodita la maestosa vara con la quale si porta in processione il simulacro della Madonna della Favara ed un organo a canne realizzato da Casimiro Allieri da Bergamo. Inizialmente di rito greco, la chiesa nel 1698 fu ceduta ai fedeli di rito latino con la riserva di alcuni diritti a favore dei greci, tra cui il canto del Christòs Anèsti nei primi tre giorni dopo Pasqua. Nell’Antiquarium di Contessa si trovano esposti i reperti e i materiali provenienti dal sito di Rocca di Entella.

_________________________________

Cosa vedere vicino Contessa Entellina

Fuori dal centro abitato, si potrà fare visita alla meravigliosa Abbazia di Santa Maria del Bosco e alle numerose chiesette rurali sparse sul territorio. L’abbazia si trova immersa in un’area naturale protetta, la Riserva naturale orientata Monte Genuardo e Santa Maria del Bosco, una zona rilevante anche dal punto di vista geologico. In contrada Bagnatelle si trova la chiesetta di campagna dedicata a Sant’Antonio di Padova dove viene celebrata la messa in occasione della festa del Santo del mese di giugno. Da vedere vicino a Contessa è anche la chiesetta di Sant’Antonio Abate in contrada Castagnola dotata di iconostasi. Nella Chiesa dell’Odigitria nel giorno di Pentecoste si va in pellegrinaggio per ringraziare la Madonna Odigitria, che guidò i profughi albanesi in Italia. Nella piccola Chiesa di Santa Rosalia, nell’omonima contrada, nel mese di luglio si svolge la quindicina di Santa Rosalia.
In questo territorio abitato fin da epoche preistoriche, in cima ad una rocca sorgeva la città di Entella fondata dagli Elimi, come Erice, Segesta e Iatas. Le campagne di scavi hanno portato alla luce numerosi reperti archeologici, oltre a resti di antichi edifici, necropoli di età ellenistica, vasellame e materiali votivi legati al culto di Demetra e le tavolette di bronzo dove sono riportati i decreti della città di Entella e Nakone, risalenti al III sec. a.C.. La Riserva Naturale Grotta di Entella è stata istituita per la protezione e la valorizzazione di una cavità sul fianco occidentale della Rocca di Entella, le cui pareti sono costituite da macro cristalli di gesso, dove un tempo scorrevano le acque di un fiume ipogeo. Di epoca medievale sono invece le vestigia del castello che, dalla sommità di un ripido sperone roccioso, domina una vasta area pianeggiante ricca di acqua, testimoniata dalla presenza di antichi mulini. E’ il Castello di Calatamauro, che nel Duecento risulta annoverato nell’elenco dei castra exempta di Federico II.

_________________________________

Feste e Sagre Contessa Entellina

Epifania
Il giorno dell’Epifania a Contessa Entellina viene celebrata la divina liturgia solenne e presso la fontana “biveri” della villa comunale, si può assistere alla benedizione delle acque per commemorare il battesimo di Gesù nel fiume Giordano, con la discesa di una colomba bianca.

Marzo – Festa di San Giuseppe
Per la festa di San Giuseppe a Contessa Entellina è usanza allestire nelle abitazioni gli artari imbanditi dove, la sera della vigilia del 19 marzo, si canta “Lu viaggiu dulurusu” in dialetto siciliano, accompagnati dalla banda musicale. Il giorno solenne, al termine della celebrazione eucaristica, si svolge il tradizionale pranzo dei Santi e viene distribuita la pasta con la mollica di pane zuccherata.

Pasqua
Le celebrazioni di Pasqua di Contessa Entellina includono diversi momenti religiosi. Si comincia il Venerdì che precede la Domenica delle Palme intonando per le strade antichi canti inneggianti alla resurrezione di Lazzaro. La Domenica delle Palme si benedicono le palme e i rami d’ulivo, il Venerdì è il giorno della visita ai “sepolcri” nelle chiese. La sera si tengono le veglie in ogni chiesa dinanzi al simulacro del Cristo morto, circondato dal lamento dei fedeli e dai canti dei sacerdoti, che si protraggono fino a tarda notte. Alla mezzanotte di Sabato Santo si svolge la funzione della Resurrezione e, al termine, si intona il Christòs Anèsti per le vie del paese. La domenica di Pasqua a Contessa Entellina, dopo la Divina Liturgia nella chiesa di rito greco, si va in corteo nella Chiesa della Madonna della Favara intonando il Christòs Anèsti (Cristo è risorto), per portare il saluto pasquale ai fedeli di rito romano.

Luglio/Agosto – Terre Sicane Wine Fest
La rassegna enogastronomica dedicata ai vini di qualità delle Terre Sicane si svolge nello splendido scenario dell’​Abbazia di Santa Maria del Bosco

Settembre – Fiera Agricola
La Fiera Agricola di Contessa Entellina è dedicata alla promozione e valorizzazione del comparto agricolo ed agroalimentare locale e si svolge tra mostre, convegni, degustazioni, spettacoli e la tradizionale Notte Bianca.

Settembre – Festa di Maria SS. della Favara, patrona
La Festa di Maria SS. della Favara si celebra l’8 settembre, giorno in cui al calar della sera viene celebrata la Messa Solenne nella chiesa di Maria SS. della Favara, al termine della quale si svolge la processione che accompagnerà la Patrona di Contessa per le vie del paese.

Dicembre – Festa di San Nicola di Mira
Il 6 dicembre si celebra San Nicola di Mira Protettore di Contessa Entellina e la tradizione vuole che al termine della funzione si distribuiscano i panuzzi di San Nicola benedetti.

Dicembre – Festa dell’Immacolata
La festa dell’Immacolata di Contessa Entellina è una delle più caratteristiche. Il pomeriggio della vigilia, dinanzi la Chiesa di San Rocco, si svolge la Festa e Djavulazit ed il rito del rogo dei diavoli, fantocci di paglia che vengono fatti scendere attaccati ad una corda dal campanile della chiesa per dargli fuoco con le fiaccole, che rappresenta la sconfitta del diavolo ad opera della Madonna. Il giorno 8 viene celebrata la solenne Divina Liturgia.

_________________________________

Prodotti Tipici Contessa Entellina

Tra i prodotti tipici di Contessa Entellina vi sono l’olio extravergine d’oliva, i formaggi e la produzione vinicola. In questo territorio si producono la famosa vastedda del Belice e vino DOC. Da gustare anche i piatti della tradizione locale e i dolci, soprattutto quelli preparati in occasione delle feste, come la frogia del periodo pasquale, a base di erbe e ricotta.

_________________________________

Come arrivare a Contessa Entellina

Da Palermo: SS 624 Palermo-Sciacca, uscita Contessa Entellina. Proseguire su SP 12.

© Riproduzione riservata



Informazioni aggiuntive

  • Provincia: Palermo
  • Altitudine: 571 m. s.l.m.
  • Popolazione: 1.828
  • Prefisso: 091
  • CAP: 90030
  • Abitanti: Contessioti
  • Santo Patrono: Maria SS. della Favara
  • Festa: 8 Settembre
  • Sito ufficiale: Comune di Contessa Entellina – www.contessaentellina.gov.it

Prenota la Tua Vacanza
Booking.com
Scopri gli eventi della località
Ti potrebbero piacere questi eventi.
20 Agosto 2021
Terre Sicane Wine Fest è la rassegna enogastronomica che si svolge nel cuore del Parco dei Monti Sicani per la promozione e valorizzazione del territorio e dei suoi vini di qualità. Il programma di Terre Sicane Wine Fest, tra convegni,...
31 Agosto 2019
La Fiera Agricola di Contessa Entellina è il tradizionale appuntamento dedicato alla valorizzazione e promozione delle produzioni locali, con degustazioni, mostre, convegni e le prove in campo dei mezzi agricoli. La Notte Bianca di Contessa Entellina. La Fiera Agricola di...
4 Aprile 2021
Le celebrazioni di Pasqua di Contessa Entellina hanno inizio il Venerdì che precede la Domenica delle Palme, giorno in cui si celebra la resurrezione di Lazzaro. I riti del Venerdì Santo con la visita ai Sepolcri, il Christòs Anèsti per...
8 Settembre 2021
La festa della Madonna della Favara a Contessa Entellina, l’ottavario di preghiere, il Vespro Solenne e il Pontificale in rito bizantino nella Chiesa di Maria SS. della Favara, la Celebrazione Eucaristica in rito romano e la suggestiva processione del simulacro...
Translate »
error: Contenuto Riservato.