Sagra del Pomodoro Siccagno – Villalba

Nel mese di agosto il paese di Villalba celebra i prodotti di punta della sua economia dedicandogli due sagre. Il piccolo borgo che sorge nel cuore della Sicilia, al confine delle province di Palermo, Agrigento e Caltanissetta, è conosciuto per la produzione del pomodoro siccagnu e della lenticchia. Quest’ultima si contraddistingue per le sue caratteristiche organolettiche e nutrizionali e per le dimensioni. Nelle campagne villalbesi la presenza della pianta della famiglia delle fabacee, dalla quale si ricava il seme della lenticchia, risale all’Ottocento. All’epoca infatti il marchese Nicolò Palmeri introdusse, nella rotazione delle colture, un morfotipo a seme grande di colore verde. Il siccagno invece è un tipo di pomodoro che viene coltivato senza irrigazione. I contadini del luogo, infatti, non avendo disponibilità di acqua per l’irrigazione, per molto tempo hanno coltivato le sementi del pomodoro con la tecnica dell’aridocoltura ed ancora oggi con la zappa smuovono il terreno in superficie per permettere all’umidità di correre tra le radici e nutrire le piante.

La Sagra del pomodoro siccagno e della lenticchia di Villalba

La Sagra del pomodoro siccagno e la Sagra della lenticchia di Villalba si svolgono in prossimità della festa patronale in onore di San Giuseppe, durante la quale vengono allestiti le tavole dei vicchiariddi con il pane di San Giuseppe. Negli stand gastronomici si potranno degustare queste due specialità locali, entrambi Presidi Slow Food dell’isola, e gli altri prodotti tipici. Le serate saranno animate da musica e balli.

© Riproduzione riservata



Translate »
error: Contenuto Riservato.